Logo Regione Lazio

Area VIGILANZA

Nel campo della Polizia Idraulica, della Polizia delle Acque Pubbliche e della Polizia dei Laghi Pubblici, esercita per il tramite del personale con funzioni di P.S. (ai sensi dell'art. 96 del regolamento approvato con R.D. 9 dicembre 1937, n. 2669) e di P.G. (ai sensi dell'art. 57 comma 3 c.p.p.) tutte le attività di prevenzione e repressione dei reati perpetrati sulle aste principali del reticolo idrografico compreso nel territorio regionale di cui alla DGR 5079/1999, secondo gli indirizzi generali del R.D. 726/1895, R.D. 368/1904, R.D. 523/1904, R.D. 2669/1937, R.D. 1775/1933 e legge 366/1963, nelle more della specifica disciplina regionale e secondo quanto disposto dall'art. 19, comma 2, della l.r. 53/98, rispondendo all'Autorità Giudiziaria nelle indagini su fatti relativi all'esecuzione delle proprie funzioni ed attività previste dal Codice Penale e dal Codice di Procedura Penale. Svolge il servizio di piena e di pronto intervento idraulico, inteso come l'insieme delle funzioni indicate al Capo VI del R.D. 2669/1937 che consiste sia nella fase di allerta nel corso di un evento mirata all'osservazione diretta e continua dei livelli idrici in corrispondenza di sezioni particolarmente significative, sia nella fase di allarme - coordinandosi con il Centro Funzionale regionale e nazionale - mirata a scongiurare danni a persone e cose o a ridurre il progredire di dissesti, in sinergia con quanto sancito nella Direttiva P.C.M. del 27 febbraio 2004. Il servizio di piena e di pronto intervento idraulico non può essere limitato ai soli corsi d'acqua ove siano presenti opere idrauliche classificate di seconda categoria, ma deve essere esteso a tutte le situazioni di acclarata criticità e possibile pericolosità idraulica - Direttiva P.C.M. 27.02.2004 - presenti nell'ambito dell'intero reticolo idrografico del bacino di competenza regionale di cui alla DGR n. 5079/1999. Nei periodi di magra vigila sugli andamenti climatici e sugli effetti indotti sul reticolo idraulico di competenza, coordinandosi con il Centro Funzionale regionale e con le altre strutture del sistema di Protezione Civile regionale e nazionale.Controlla e verifica la funzionalità degli impianti idrovori regolatori di piena e delle paratoie provvedendo, inoltre, in caso di necessità, ad ogni tipo di attivazione, in linea con le direttive ricevute e con le leggi ed i regolamenti del settore. Partecipa alle attività di monitoraggio del regime idrico sull'intero territorio di giurisdizione, sia nelle fasi a regime che durante gli episodi di piena. Effettua rilievi, misurazioni e controlli Esercita la vigilanza sul demanio regionale e statale assegnato in gestione (DGR 530/2015) Il Dirigente effettua il controllo di regolarità amministrativa e contabile degli atti dell'Area.
 
RICERCA PERSONALE

Inserire il COGNOME (per esteso o solo le prime lettere) o il NUMERO TELEFONICO (N.B. inserire il numero nella forma 0651681234 oppure 1234).

RICERCA STRUTTURA

Inserire il NOME DI UNA STRUTTURA per esteso o parziale (es. 'turismo' o 'agenzia regionale per il turismo') o il NUMERO TELEFONICO (N.B. inserire il numero nella forma 0651681234 oppure 1234).