Sei in: Home \ ambiente \ commissario rischio idrogeologico

COMMISSARIO RISCHIO IDROGEOLOGICO

Con la Legge Finanziaria 2010 (articolo 2 comma 240 Legge 23 dicembre 2009, n. 191) sono state assegnate complessivamente risorse per 1.000 milioni di euro a piani straordinari diretti a rimuovere le situazioni a più elevato rischio idrogeologico, individuate dalla Direzione Generale competente del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, sentiti le Autorità di Bacino e il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Come previsto dalla stessa legge, la Regione Lazio ha approvato (DGR n. 313 del 23/6/2010 e DGR n. 329 del 12/7/2010) lo schema di Accordo di Programma con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico, insieme con l’elenco degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico (allegato 1) e l’elenco degli interventi per la prevenzione dal rischio esondazione (allegato 2).

In data 15/7/2010 il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la Regione Lazio hanno sottoscritto l’Accordo di Programma.

Successivamente, come previsto dall’articolo 10 del Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 91 (convertito con modificazioni nella Legge 11 agosto 2014, n. 116), è stato disposto che “a decorrere dall'entrata in vigore del presente decreto, i Presidenti della regioni subentrano relativamente al territorio di competenza nelle funzioni dei commissari straordinari delegati per il sollecito espletamento delle procedure relative alla realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico individuati negli accordi di programma sottoscritti tra il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e le regioni ai sensi dell'articolo 2, comma 240, della legge 23 dicembre 2009, n. 191, e nella titolarità delle relative contabilità speciali”.

Lo stesso articolo precisa che il Commissario Straordinario delegato può nominare un Soggetto attuatore per lo svolgimento di tutti gli adempimenti necessari per l’attuazione del programma (comma 2-ter).

Con Decreto del Presidente n.T00109 del 13/05/2016 (pubblicato sul BURL n. 41 del 24/05/2016) è stato nominato Soggetto Attuatore l'ing. Wanda D'Ercole.

Tale incarico riguarda l’attuazione di interventi di mitigazione del rischio idrogeologico previsti in accordi tra Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la Regione Lazio e nello specifico:
  1. Accordo di programma, sottoscritto in data 15/07/2010, finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico da effettuare nel territorio della Regione Lazio;
  2. Accordo Procedimentale per l’utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di interventi di mitigazione del rischio idrogeologico al fine di favorire l’adattamento ai cambiamenti di cui al D.D. prot. n. 341/CLE del 14 dicembre;
  3. Fondo progettazione ex DPCM del 14 luglio 2016;
  4. Piano stralcio 2019, relativo agli interventi immediatamente cantierabili individuati dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (Delibera CIPE n. 35 del 24 luglio 2019).
  5. Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020. Piano Operativo Ambiente (Delibera numero 55, del 01 Dicembre 2016.

CONTATTI

Ufficio del Soggetto Attuatore Delegato per la mitigazione del rischio idrogeologico nel territorio della regione Lazio presso gli uffici della Giunta regionale del Lazio
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 Roma