Sei in: Home \ ambiente \ energia \ energia \ risparmio energetico a.p.e.

Risparmio energetico A.P.E.

La Regione Lazio, in collaborazione con ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l'Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile), presenta il Sistema Informativo APE Lazio, frutto della sottoscrizione di un Accordo che prevede un più ampio spettro di collaborazione incentrato sulla realizzazione di un piattaforma informatica e geo riferita dedicata alle prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti termici ivi installati.

Il portale del Sistema Informativo è raggiungibile all’indirizzo http://www.apelazio.enea.it o cliccando il seguente pulsante:

L’applicativo permette di trasmettere gli Attestati di Prestazione Energetica (APE) in formato digitale che verranno archiviati in una banca dati regionale e trasmessi in tempo reale al SIAPE nazionale.

Il Sistema Informativo è entrato in funzione (dicembre 2017) per la sola registrazione dei certificatori, successivamente anche con la modalità per il caricamento e la trasmissione degli APE (in modalità sperimentale) e dal 12 aprile 2018, con il seguente Avviso pubblico approvato con determinazione n. G04371 del 5 aprile 2018 e pubblicato sul bollettino ufficiale nr. 29 (Ordinario) del 10/04/2018 - il Sistema sarà operativo nella sua configurazione a regime.

Si riporta di seguito l'Avviso:

Avvio della fase a regime del Sistema Informativo Ape Lazio e cessazione della validità
di trasmissione via PEC degli Attestati di Prestazione Energetica


Si rende noto che a partire dal giorno 12 aprile 2018 il Sistema Informativo APE Lazio sarà operativo nella sua configurazione a regime.
A partire dalla data su indicata, si conclude la fase sperimentale attivata con la pubblicazione, sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 8 – supplemento n. 1, dell’avviso Pubblico recante “Avvio della trasmissione, in formato digitale, degli Attestati di Prestazione Energetica (APE) sul sistema Informativo APE Lazio”.
In questa fase a regime, vengono a cessare le attuali modalità di trasmissione degli APE inviate alla scrivente per mezzo di Posta Elettronica Certificata e pertanto, ai sensi e per gli effetti del punto 2 della DGR n. 824/2017, l’unica modalità di trasmissione degli APE riconosciuta dalla Regione Lazio è la procedura prevista dal Sistema Informativo APE Lazio.
Si comunica che le modalità per la trasmissione degli APE sul Sistema Informativo regionale sono reperibili consultando la “Guida per la fruizione del Sistema Informativo della Regione Lazio per la gestione degli Attestati di Prestazione Energetica degli edifici APE Lazio” nella sua revisione REV_01 pubblicata sul sito istituzionale http://www.regione.lazio.it/binary/prl_ambiente/tbl_contenuti/AMB_APE_LAZIO_rev_01.pdf.
Si comunica, altresì, che nella fase regime, sino a diversa comunicazione, non sono dovuti gli oneri di deposito e conservazione degli APE.
Da ultimo, si rappresenta che con la nuova modalità di trasmissione degli APE, il Sistema Informativo APE Lazio restituisce, a completamento delle fase di invio, il protocollo di acquisizione regionale.

Il Direttore
Ing. Mauro Lasagna

Pertanto, a partire dal 12 aprile non sarà più possibile l’invio degli APE per mezzo PEC e dalla stessa data l’unica modalità di trasmissione degli APE riconosciuta dalla Regione Lazio è la procedura prevista dal Sistema Informativo APE Lazio.

Per le modalità di registrazione dei professionisti, caricamento e trasmissione degli APE, si invita a consultare la Guida per la fruizione del Sistema Informativo della Regione Lazio per la gestione degli Attestati di Prestazione Energetica degli edifici “APE LAZIO”.

Per informazioni contattare i seguenti numeri:

(Numeri informativi per la trasmissione degli Attestati di Prestazione Energetica)

tel. 06/51686188 - 06/51686072 – 06/51686505

Dalle ore 9:30 alle ore 13:00 dal lunedì al venerdì

CHI RILASCIA L’A.P.E.

In riferimento alla delibera di Giunta Regionale n.398 del 2017 e al D.P.R. n.75/2013, possono redigere l’A.P.E. senza dover frequentare uno specifico corso di formazione (80 ore), tutti i tecnici professionisti - quali Architetti, Ingegneri, Geometri (C9), Periti Industriali (C1 e C3), Periti Agrari o Agrotecnici (C8) - iscritti ai relativi ordini e collegi professionali, quindi, in possesso di abilitazione professionale nei campi concernenti la progettazione di edifici e impianti asserviti agli edifici stessi, ad eccezione di:

- architetti iscritti all’Ordine di cui all’art. 2 comma 3 del D.P.R. n. 75/2013, che esercitano “le attività del paesaggista, del pianificatore territoriale, del conservatore dei beni architettonici ed ambientali e del pianificatore junior”;

- ingegneri di cui all’art. 2 comma 3 del D.P.R. n. 75/2013, “iscritti all’albo nel settore c) dell’informazione.

Dovranno frequentare il corso di formazione abilitante (80 ore) e conseguire l’attestazione ai fini della certificazione energetica per gli edifici:

- i tecnici professionisti, quali Architetti, Ingegneri, Geometri (C9), Periti Industriali (C1 e C3), Periti Agrari o Agrotecnici (C8) non in possesso di abilitazione professionale;

- i tecnici in possesso di diploma di istruzione tecnica con indirizzi diversi da quelli sopraindicati;

- i tecnici professionisti in possesso delle lauree magistrali ovvero specialistiche quali ad esempio fisica, matematica, scienze chimiche, scienze della natura, scienze e tecnologie geologiche, scienze geofisiche, scienze e tecnologie fisiche, scienze e tecnologie chimiche, scienze matematiche.

Per un maggior dettaglio dei diplomi e delle classi relative alle lauree magistrali e specialistiche, si rimanda all’Allegato A della DGR n.398/2017

Dovranno, altresì, frequentare il corso abilitante:

- gli architetti iscritti all’Ordine di cui all’art. 2 comma 3 del D.P.R. n. 75/2013, che esercitano “le attività del paesaggista, del pianificatore territoriale, del conservatore dei beni architettonici ed ambientali e del pianificatore junior”;

- gli ingegneri di cui all’art. 2 comma 3 del D.P.R. n. 75/2013, “iscritti all’albo nel settore c) dell’informazione.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE ISTANZA DI ACCESSO AGLI A.P.E.

Gli interessati possono formulare istanza motivata di accesso agli A.P.E. (Attestati di Prestazione Energetica) trasmessi alla Regione Lazio dai professionisti abilitati.

L’istanza formale, redatta in carta libera ed in triplice copia, mediante l'utilizzo di apposito modulo prestampato denominato “Modulo Istanza di accesso agli A.P.E.”, disponibile in allegato, deve essere sottoscritta dal richiedente, allegando la copia di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità od, eventualmente, da un suo delegato, unitamente all’originale del relativo atto di delega.

La suindicata istanza può essere formulata alla struttura competente, a mezzo posta ordinaria, indirizzata alla Regione Lazio - Direzione Regionale Risorse Idriche e Difesa del Suolo - Area Programmazione Sostenibile e Infrastrutture Energetiche, Viale del Tintoretto, n. 432 - 00142 Roma.

La richiesta può anche essere formulata all’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione Lazio, tramite le seguenti alternative modalità:

  • a mezzo posta ordinaria, indirizzata alla Regione Lazio - Ufficio Relazioni con il Pubblico, Via R. R. Garibaldi, n. 7 - 00145 Roma;
  • di persona, consegnando l’istanza presso l'Ufficio Accettazione Posta della Regione Lazio sito in Via R. R. Garibaldi, n. 7 - 00145 Roma, nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 14,00 e dalle 14,30 alle 17,00
  • tramite il seguente modulo di contatto, oppure a mezzo posta elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo: urp@regione.lazio.legalmail.it, indicando nell'oggetto dell’e-mail: Istanza di accesso agli atti - A.P.E. (Attestati di Prestazione Energetica).

Per informazioni sull’accesso agli atti contattare i seguenti numeri:

06/51686188 - 06/51686072 – 06/51686505

Dalle ore 9:30 alle ore 13:00 dal lunedì al venerdì

In caso di accoglimento dell’istanza, il versamento dell’importo dovuto per il rimborso delle spese di ricerca e per la riproduzione fotostatica dovrà essere effettuato dal richiedente su apposito conto intestato a Regione Lazio (indicando quale causale “Pagamento rimborso spese per istanza accesso A.P.E.”), secondo le seguenti alternative modalità:

  • a mezzo bonifico bancario sul C/C n. 00040000092 intestato a Regione Lazio presso Unicredit S.p.a., in Via R.R. Garibaldi 7 - 00145 Roma IBAN: IT 03 M 02008 05255 000400000292 Codice Banca: 02008 Filiale: 30151 Filiale: ROMA REGIONE LAZIO 2;
  • a mezzo versamento postale sul C/C postale 785014, intestato a Regione Lazio con IBAN: IT50A0760103200000000785014.
Le tariffe per il rimborso delle spese di ricerca sono di seguito riportate:
  • per A.P.E. con data non anteriore ad 1 anno: Euro 0,50;
  • per A.P.E. con data oltre 1 anno: Euro 2,50.
Si riportano, altresì, le tariffe per la riproduzione fotostatica:
  • riproduzione fotostatica fino al formato A4: Euro 0,10 a facciata;
  • riproduzione fotostatica per formati A3: Euro 0,20 a facciata;
  • costo di stampa di documenti ricavati da memorizzazione informatica: Euro 0,15 a foglio.
 

NORMATIVA