Sei in: Home \ ambiente \ programmi regionali 2014-2020 per l'ambiente \ programmi regionali 2014-2020 per l'ambiente \ fesr - fondo europeo di sviluppo regionale - azione 4.1.1

FESR - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - Azione 4.1.1

FONDI SIE (Fondi Strutturali e di Investimento Europei) - Azione 4.1.1

Il Programma Operativo POR Lazio FESR 2014-2020, approvato con Decisione della Commissione europea C(2015) 924 del 12 febbraio 2015, è stato adottato con la D.G.R. n. 205 del 6 maggio 2015 nell’ambito dell’Obiettivo “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”.

Il Programma Operativo POR Lazio prevede all’Asse 4 “Sostenibilità energetica e mobilità”, l’attuazione dell’Azione 4.1.1 relativa alla “Promozione dell’eco-efficienza e riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici”.

L’attuazione dell’Azione 4.1.1 sub-azione “Incentivi per la riqualificazione energetica edilizia, la riconversione e rigenerazione energetica” ha preso avvio con l’approvazione delle Modalità Attuative del Programma Operativo (MAPO), avvenuta con D.G.R. n. 398 del 28 luglio 2015, che descrive dettagliatamente il contenuto tecnico delle operazioni cofinanziabili, le spese ammissibili, le procedure amministrative, tecniche e finanziarie.

La D.G.R. n. 398/2015 successivamente è stata integrata e rettificata, in particolare:

- con la D.G.R n. 558 del 20 ottobre 2015 sono state specificate la missione e il programma dei relativi capitoli in cui sono stanziati i fondi riportati nella tabella allegata alla D.G.R. 398/2015 e sono state ripartite le risorse finanziarie destinate all’Azione per le annualità 2018-2019-2020 nelle quote FESR, Stato e Regione;
- con le deliberazioni di G.R. nn. 191 del 19 aprile 2016, 332 del 16 giugno 2016 e 513 del 4 agosto 2016 è stata sostituita la “Scheda Modalità Attuative” relativa all’Azione 4.1.1. allegata alla D.G.R. 398/2015;
- con le D.G.R. 332/2016 e 513/2016 si è stabilito che ai fini dell’attuazione della Call for proposal Energia sostenibile 2.0 riservata agli Edifici Pubblici degli Enti locali, le attività di preselezione e valutazione finale saranno effettuate dalla Direzione Regionale Risorse Idriche e Difesa del Suolo e le attività di e di Diagnosi energetica saranno effettuate da uno staff tecnico composto dagli Uffici dei Geni Civili della Direzione Regionale Infrastrutture e Politiche Abitative.

La dotazione finanziaria prevista, a seguito di rimodulazione delle risorse avvenuta con D.G.R. n. 332/2016, è di 59ML così ripartita:

• 25ML complessivi per la procedura a titolarità regionale, rivolta agli immobili di proprietà regionale e di Enti regionali;

• 34ML complessivi per gli Edifici Pubblici degli Enti Locali.

Sono state avviate le seguenti due procedure attuative dell’Azione 4.1.1 del POR FESR Lazio 2014 – 2020. Call for proposal “Energia sostenibile 2.0” avviata con la Determinazione n.G12962 del 28/10/2015 del Direttore Regionale della Direzione Regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative (ora Direzione Regionale Risorse Idriche, Difesa del Suolo e Rifiuti) di concerto con l’Autorità di Gestione del POR FESR Lazio 2014-2020.
La pubblicazione dei suddetta determinazione è avvenuta sul B.U.R.L. n. 89 del 5 novembre 2015 e sui siti istituzionali regionali.
Le attività di preselezione e di diagnosi energetica sono state affidate con D.G.R. n.332 del 16 giugno 2016 rispettivamente alla Direzione Regionale Risorse Idriche e Difesa del Suolo (oggi Direzione Regionale Risorse Idriche, Difesa del Suolo e Rifiuti) e ad uno staff tecnico composto dagli Uffici dei Geni Civili della Direzione Regionale Infrastrutture e Politiche Abitative.
Le Strutture della Direzione Regionale Risorse Idriche, Difesa del Suolo e Rifiuti hanno analizzato, con l’assistenza tecnica di Lazio Innova Spa, n.459 Dossier di candidatura trasmessi dai Soggetti interessati ai fini della preselezione per l’ammissione alla fase di diagnosi energetica in base ai criteri stabiliti nella Call for proposal Energia sostenibile 2.0.

La suddetta attività si è conclusa con l’adozione della determinazione del Direttore della Direzione Risorse Idriche e Difesa del Suolo di concerto con l’Autorità di Gestione del POR FESR Lazio 2014-2020 n. G13778 del 21 novembre 2016 che ha approvato la graduatoria definitiva composta dagli elenchi degli immobili ammessi alla fase di Diagnosi energetica (96 immobili, Tabella A, con un punteggio compreso tra 63 e 50) e degli immobili ammissibili non sottoposti alla fase di Diagnosi energetica (Tabella A), e dell’elenco degli immobili non ammessi (Tabella B).

La pubblicazione dei suddetti elenchi è avvenuta sul B.U.R.L. n. 94 del 24 novembre 2016 e sui siti istituzionali regionali.
Successivamente sono state redatte le Diagnosi energetiche contenenti le seguenti informazioni: descrizione tecnico-illustrativa dei lavori e degli interventi da realizzare, dei risparmi e delle prestazioni energetiche conseguibili; percorso autorizzativo (permitting); quadro tecnico-economico preliminare, ecc.

Le Diagnosi energetiche sono state valutate per l’assegnazione dei punteggi con i criteri indicati nella Call for proposal Energia sostenibile 2.0 allegata alla Determinazione n. G12962/2015. Successivamente con determinazione n. G07657 del 30 maggio 2017 del Direttore della Direzione Regionale Risorse Idriche, Difesa del Suolo e Rifiuti, di concerto con l’Autorità di Gestione del POR FESR Lazio 2014-2020 (pubblicata sul B.U.R.L. n. 44 del 1 giugno 2017), sono stati approvati gli elenchi degli interventi ammessi al finanziamento sottoposti alla Diagnosi energetica (Tabella A, n. 92 interventi) e l’elenco degli interventi non ammessi al finanziamento (Tabella B, n.4 interventi).

In data 1 giugno 2017 sono state inviate ai Soggetti interessati le note con la comunicazione di ammissione al finanziamento ed è stato chiesto di indicare alla Direzione Regionale Risorse Idriche, Difesa del Suolo e Rifiuti se la gestione tecnica, economica e finanziaria sarebbe stata curata direttamente dalla Regione Lazio, ovvero dagli stessi soggetti proponenti.

Dopo aver acquisito le risposte dei Soggetti interessati, con Determinazione n.G09219 del 4 luglio 2017 del Direttore della Direzione Regionale Risorse Idriche, Difesa del Suolo e Rifiuti, di concerto con l’Autorità di Gestione del POR FESR Lazio 2014-2020, sono state approvate le seguenti tipologie di Atti d’impegno in base alle diverse modalità di gestione degli interventi:

• Allegato A - Schema tipo di Atto di impegno sottoscritto dal Soggetto Beneficiario relativo agli interventi effettuati dall’Amministrazione beneficiaria del contributo, con titolarità integrale della gestione delle attività di progettazione e realizzazione delle azioni di riqualificazione energetica;

• Allegato B - Schema tipo di Atto di impegno sottoscritto dalla Direzione Regionale Infrastrutture e Politiche Abitative relativo agli interventi la cui gestione tecnica, economica e finanziaria è stata affidata alla Regione Lazio;

• Allegato C - Schema tipo di Atto di impegno sottoscritto dal Soggetto Beneficiario relativo agli interventi la cui gestione tecnica, economica e finanziaria è stata affidata alla Regione Lazio.

L’elenco degli immobili ammissibili non sottoposti alla fase di Diagnosi energetica di cui alla determinazione n. G13778/2016 (Tabella A) è stato integrato con i seguenti atti; determinazione n.G04638 del 10/04/2017, determinazione n.G08435 del 15/06/2017, determinazione n. G10315 del 24/07/2017.

Con determinazione n. G07839 del 05/06/2017 è stato corretto un refuso contenuto nella Tabella A allegata alla determinazione n. G07657/2017.
Con la citata determinazione n. G10315/2017 sono stati rideterminati anche i contenuti delle Diagnosi energetiche ed i costi di investimento relativi agli interventi da realizzare nei Comuni di Sutri e di Viterbo (Palazzo dei Priori). Procedura a titolarità regionale avviata con Determinazione n. G04623 del 05/05/2016 del Direttore Regionale Risorse Idriche e Difesa del Suolo che approva l’Allegato “Efficientamento del patrimonio regionale”, dove sono descritte le modalità di attuazione delle procedure a titolarità regionale del POR FESR Lazio 2014-2020 e le Appendici n. 1, inerente la “Nota di trasmissione del Dossier Unico di candidatura degli immobili della Regione Lazio per il miglioramento dell’efficienza energetica” e l’Appendice n. 2 inerente il “Dossier Unico di candidatura degli immobili della Regione Lazio”.

Per quanto riguarda la procedura a titolarità regionale di valutazione e selezione rivolta agli immobili di proprietà regionale il Responsabile di Gestione Operativa (RGO), è il Dirigente pro tempore dell’Area Tecnico-Manutentiva della Direzione Regionale Programmazione Economica, Bilancio, Demanio e Patrimonio, che ha avviato le attività.

Con la determinazione n.G08438 del 20/7/2016 si è proceduto alla pubblicazione, ai sensi del punto III.8.1 della Scheda MAPO approvata con DGR n. 398 del 28/7/2015, dell’elenco delle proposte di intervento ammissibili e finanziabili da sottoporre a diagnosi energetica per la valutazione finale (Allegato 1), l’elenco delle proposte ammissibili e non finanziabili (Allegato 2), e l’elenco delle proposte non ammesse con relative motivazioni (Allegato 3), approvati dalla Commissione tecnica di valutazione istituita con Decreto Dirigenziale n.G03612 del 12/04/2016 dell’Autorità del Gestione del POR fesr Lazio 2014-2020. Successivamente si è proceduto all’avvio delle procedure di Diagnosi Energetica, attualmente in corso.

CONTATTI

AZIONE 4.1.1 - Area Programmazione Sostenibile e Infrastrutture Energetiche

  • Dott. Pierluigi Iacono– tel. 06.5168.9427