Formazione

Iniziative di sensibilizzazione, informazione e formazione sull’ingegneria naturalistica sono state promosse in questi anni dall’Amministrazione regionale. I progetti si sono sviluppati in azioni distinte, ma integrate, sulla base dei diversi destinatari.

Azione 1: corsi di aggiornamento professionale per i funzionari tecnici della Regione Lazio.

Alla tradizionale didattica in aula si sono affiancate lezioni di approfondimento presso interventi già realizzati o cantieri didattici, per assistere alle fasi realizzative e conoscere le problematiche relative all’esecuzione. Inoltre nell’ambito di questi corsi sono stati promossi scambi di esperienze e conoscenze tecniche con i funzionari della Regione Piemonte e con la Provincia di Bolzano.

Azione 2: cantieri didattici per il personale delle Aree Protette e dei Consorzi di Bonifica del Lazio.

Queste iniziative intendono diffondere la conoscenza e l’applicazione delle tecniche d’intervento a basso impatto ambientale quale metodologia d’intervento per salvaguardare la qualità delle componenti ambientali e paesaggistiche nei territori protetti.

I cantieri didattici rappresentano un laboratorio dove i partecipanti, realizzando piccoli esempi applicativi di ingegneria naturalistica, apprendono dal vivo le procedure operative e riscontrano le problematiche da affrontare durante la progettazione e l’esecuzione di un’opera di ingegneria naturalistica.

Azione 3: seminari e stage

a) seminari per gli alunni degli istituti tecnici superiori.
Questa esperienza iniziata nel 2007 ha coinvolto gli istituti superiori ad indirizzo tecnico ed ambientale del territorio laziale e sono stati realizzati più di trenta incontri con gli studenti. I docenti sono funzionari regionali ed esperti dell’Associazione italiana Per l’Ingegneria Naturalistica.

b) stage presso l’istituto Costruzioni, Ambiente e Territorio "Bruno Tallini"
Dal 2011 al 2014 un’esperienza più approfondita si è svolta presso l’istituto di Formia (LT): uno stage con la didattica frontale, i sopralluoghi tecnici, la realizzazione di un cantiere didattico ed una visita al vivaio forestale del Parco Regionale dei Monti Aurunci a Itri (LT).

La palificata latina, la palificata semplice e doppia e la grata viva sono state le tecniche di ingegneria naturalistica realizzate nei cantieri in loc. Campello (2011), in loc. S. Nicola (2012 e 2014) nel comune di Itri (LT).
Nelle aree di cantiere gli alunni hanno preliminarmente svolto i rilievi topografici, le analisi stazionali per la caratterizzazione botanica del sito ed analisi speditive per la caratterizzazione geo-morfologica delle aree di intervento.
Le piante autoctone inserite nelle opere sono state fornite dal vivaio del Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci.
A supporto delle iniziative con gli studenti è stato pubblicato un fascicolo didattico “Manuale di ingegneria naturalistica per le scuole secondarie”, che illustra i principi dell’ingegneria naturalistica, i settori di intervento ed alcuni esempi applicativi completi di foto a colori, disegni sulla base delle esperienze dei cantieri didattici realizzati nel Lazio.
E’ inoltre disponibile una presentazione introduttiva sull’ingegneria naturalistica per gli istituti tecnici e professionali che comprendono tale disciplina nei programmi didattici.

• Azione 4: giornate studio presso gli Enti Territoriali e gli ordini professionali.