Sei in: Home \ turismo \ in evidenza dettaglio

Elenchi Professioni turistiche della Regione Lazio

L'esercizio della professione turistica è svolto, di norma, in forma autonoma ed è subordinato al conseguimento dell'abilitazione professionale.

Guida turistica

La guida turistica accompagna persone singole o gruppi nelle visite ad opere d’arte, musei, gallerie, scavi archeologici fornendo spiegazioni storico-artistiche e informazioni sulle varie attrattive: monumentali, paesaggistiche e naturali

A seguito della entrata in vigore, il 04/09/2013, della LEGGE 6 agosto 2013, n. 97 Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea - Legge Europea 2013. (13G00138) (GU Serie Generale n.194 del 20-8-2013) l'abilitazione alla professione di guida turistica é valida su tutto il territorio nazionale ad eccezione dei siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico per i quali non si è conseguita specifica abilitazione (in attuazione di quanto previsto dall’articolo 3 comma 3 della legge n. 97/2013).

I siti sono stati individuati con Decreto del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo del 7 aprile 2015, elenco parzialmente modificato con altro Decreto Ministeriale del 11 dicembre 2015 n. 564, entrambi pubblicati sul sito ministeriale.

Le guide turistiche abilitate, in una delle provincie del Lazio e nella Città Metropolitana di Roma Capitale, ai sensi dell’art. 8 DM 565/2015 sono autorizzate all’esercizio della professione nei siti di particolare interesse storico, artistico o archeologico ricadenti in tutto il territorio della Regione Lazio

Accompagnatore turistico

L'accompagnatore turistico accoglie ed accompagna persone singole o in gruppo in viaggi sul territorio nazionale o estero prestando loro completa assistenza, fornendo anche informazioni e notizie di interesse turistico, conosce almeno una lingua straniera

Interprete turistico

E' interprete turistico chi, per professione, presta la propria opera nell' assistenza, esclusivamente mediante traduzione di lingue estere, a turisti stranieri, presenti in occasione di viaggi turistici, incontri, manifestazioni di interesse turistico, e presso uffici di informazione, al di fuori delle attività riconosciute alle guide ed agli accompagnatori turistici.

L’Amministrazione Regionale intende conformarsi agli indirizzi espressi dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato   - AS1135 - PREVISIONI CONTENUTE IN ALCUNE LEGGI REGIONALI E PROVINCIALI IN MATERIA DI PROFESSIONI TURISTICHE – del 1 luglio 2014 e fino ad ora disattesa, in cui si intende richiamare l’attenzione sulle distorsioni della concorrenza e del corretto funzionamento del mercato che derivano dalle disposizioni concernenti la fissazione dei compensi minimi o di riferimento degli operatori turistici.

Si rileva che l’Autorità già si era espressa in materia ( [V. segnalazione AS81, del 7 gennaio 1997, “Attività di guida, interprete ed accompagnatore turistico”; segnalazione AS456, del 3 luglio 2008, “Discipline regionali e delle due province autonome in materia di guide turistiche”; segnalazione AS914 del 25 gennaio 2012, “Bozza di decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri sulle professioni turistiche”. Cfr. anche Segnalazione AS541, del 15 giugno 2009, “Disciplina della professione di maestro di sci e delle scuole di sci in Valle d’Aosta”.) segnalando l’importanza di abrogare tutte le disposizioni contenute nelle discipline regionali vigenti che prevedono tariffe minime, fisse o massime, poiché limitano la concorrenza tra operatori.

Pertanto non si provvederà ad emanare indirizzi per la fissazione di tariffe o compensi per le professioni turistiche.

Di seguito gli elenchi suddivisi per professione di tutte gli abilitati autorizzati nella Regione Lazio.