Sei in: Home \ la giunta regionale \ ravera
    assessore ravera
    LIDIA RAVERA
    Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili
    Il primo progetto del cantiere cultura è pagare i conti. Banalmente. Prioritariamente.

    Gestire del denaro pubblico per il bene comune  è una responsabilità enorme.

    Ho sempre creduto e sostenuto che la società civile, questa garbata astrazione che rimanda a donne e uomini benedetti da una vita normale, deve partecipare alla politica. Gestire poteri. Governare territori. Misurarsi con la vischiosità del reale, con la lingua opaca della burocrazia. E venirne fuori, con progetti chiari, condivisibili. Da comunicare.

    Ci proverò, ci sto già provando.

    Penso che devi trattare il "bene culturale" come  se fosse un cosa tua, se una cosa è tua, te  ne prendi cura. La valorizzi, la vivi, la mostri con orgoglio. Non la svendi. Non la trascuri. Non la lasci cadere a pezzi.

    Principi astratti? Il secondo progetto del cantiere cultura è concretizzarli.

    In questi pochi mesi, grazie alla collaborazione del Presidente e dell'assessore allo sviluppo economico Guido Fabiani e dell'assessora al Bilancio Alessandra Sartore, sono state – come si suol dire – trovate le risorse per digitalizzare le sale cinematografiche del Lazio, altrimenti a rischio chiusura. È stata scongiurata la cancellazione della stagione estiva  messa a repentaglio da quasi due milioni e mezzo di debiti. Da Rieti, a Vulci, sono stati previsti arte, spettacolo e cultura con la massima diffusione possibile: da giovani attori attrici e performer e danzatori e registi che invaderanno pacificamente e creativamente il territorio per una settimana di spettacoli dal vivo, a concerti, teatro per i bambini, campus di musica classica...

    Abbiamo realizzato un evento a Villa Adriana, come promessa di ripresa: Vinicio Capossela, con il suo nuovo spettacolo in anteprima "Il carnevale degli animali". L’estate prossima il FestiVAl Internazionale interrotto dal 2012 sarà di nuovo in scena.

    Stiamo per ri-finanziare le biblioteche e i piccoli musei e archivi, anch'essi a rischio disastro per mancanza di fondi.

    È quasi pronta una nuova legge sullo Spettacolo dal vivo, quella che ho trovato era una "legge ponte" vecchia di 35 anni. Così la nuova legge sul cinema, che rispecchia criteri di snellimento, apertura, sostegno ai più deboli, a chi si muove fuori dal mercato, puntualità nell'erogazione, efficienza e trasparenza.

    (facile dirlo? Si può anche farlo)

    Alla delega alla cultura si accompagna quella alle politiche giovanili. Lontano da me considerarlo un impegno minore. Una regione che non investe nei suoi giovani è senza futuro. Voglio costruire opportunità concrete per giovani donne e giovani uomini. Ridistribuire occasioni di sviluppo culturale, economico e sociale per promuovere i talenti in maniera democratica. I migliori talenti, non i soliti noti.

    Alla fine della primavera è stato pubblicato il Bando per il sostegno alle Comunità Giovanili. Il primo di una serie, spero lunga. È già in cantiere il Bando delle idee che sarà presentato in autunno. Prima dell’estate sarà inaugurata la nuova Officina dell’Arte e dei Mestieri di Canino che in questi mesi abbiamo accompagnato al traguardo finale. Altre ne seguiranno prima della fine dell’anno. È solo l’inizio.

    Poi verrà tutto il resto: finanziamenti mirati al fare, senza condizionamenti. Anagrafe dei gruppi spontanei, spazio e possibilità di misurarsi con il reale, incentivare la creatività diffusa, offrendo occasioni. Bandi cristallini. Decentramento e sostegno alle province, ai paesi. Valorizzazione, finalmente, della cultura. Come piacere, come diritto, come bene comune.
    assessore ravera
    LIDIA RAVERA
    Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili
    Scrittrice, giornalista italiana ha pubblicato 29 libri, per lo più romanzi, e collaborato a 66 sceneggiature per il cinema e per alcune serie televisive della RAI.

    Dopo gli studi, compiuti al liceo classico Vincenzo Gioberti, raggiunge la notorietà nel 1976 con il romanzo 'Porci con le ali', scritto a quattro mani insieme a Marco Lombardo Radice (con lo pseudonimo di "Antonia").

    In seguito scrive diversi romanzi e saggi. 'Le seduzioni dell'inverno' è stato finalista al Premio Strega 2008. L'ultimo, pubblicato con Bompiani, è 'Piangi Pure'.

    Collabora con Micromega e Il Fatto Quotidiano.

    FESTIVAL INBORGO 2015, OFFICINA ONDADURTO

    Festival_InBorgo_2015

    Si svolgerà a BORGO VELINO, in provincia di Rieti, dal 17 al 23 Agosto, la seconda edizione del Festival inBORGO 2015, kermesse internazionale ideata e organizzata dalla Compagnia Ondadurto Teatro, nell’ambito del progetto europeo Contact Zones, nato con lo scopo di creare interazioni tra le arti performative, pubblico e spazi urbani e di cui Borgo Velino è la seconda tappa fondamentale.

    29/07/2015 - Il Festival sarà un vero e proprio connubio tra teatro urbano, teatro di narrazione, nuovo circo, performing arts e video art, dove arti classiche, documentari e spettacoli dalle grandi dimensioni, si uniranno per celebrare il confluire di differenti linguaggi espressivi ed arti performative.

    Quattro giorni di spettacoli, sette giorni di laboratori nazionali ed internazionali, quattro compagnie internazionali, quarantadue artisti... Una programmazione, quella del 2015, che vedrà compagnie estere ed importanti nomi della scena nazionale, tra cui spicca Ascanio Celestini.

    Tra il 17 e il 22 agosto la programmazione di inBORGO 2015 interesserà anche i due comuni limitrofi Collerinaldo ed Antrodoco, dove personaggi surreali ed onirici coinvolgeranno gli avventori utilizzando la vecchia tecnica della chiamata al pubblico, per trascinarli nell'atmosfera del vicino festival. Passanti e cittadini saranno anche appassionati dai tanti workshop e laboratori che si avvieranno durante la settimana.

    Gli spettacoli a Borgo Velino saranno inaugurati il 20 agosto dalla performance I Camerieri, del gruppo italiano Sbazzing Project e dallo spettacolo di teatro urbano dal titolo C'era una volta, a cura del gruppo di Ondadurto Teatro, una compagnia apprezzata nel mondo per la sua caratteristica di unire acrobazia, danza, videoproiezioni e incredibili macchine sceniche.

    La serata del 21 agosto sarà aperta dall’artista cileno di nuovo circo, Mistral Palo che passerà il testimone al teatro di narrazione di Ascanio Celestini in Odissea un racconto metropolitano, per la regia di Sergio Maifredi.

    Il 22 agosto trampolieri e percussionisti della compagnia tedesca Antagon animeranno il borgo fin dal tardo pomeriggio, fin quando avrà inizio lo spettacolo dal titolo Lassù le ali non hanno ruggine della compagnia italo olandese Theatre en Vol.

    Il 23 agosto sarà di scena il one man show dell’artista inglese Benjamin Delmas in Mr Bang, per concludersi con la musica e gli strumenti (voce, chitarra, tromba, sassofono e batteria), degli italiani Veeblefetzer, una formazione che rende il timbro della band decisamente riconoscibile ed originale...

     
    assessore ravera
    LIDIA RAVERA
    Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili
    Segreteria Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili
    Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145
    Tel. 0651684908

    Mail: cultura@regione.lazio.it 

    Direzione Regionale Cultura e Politiche Giovanili
    Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145

    Mail: lravera@regione.lazio.it
     

    PRIMO PIANO

    RECENTI

    Pagina 1 di 11

       

    RICERCA

    IN EVIDENZA

    avviso pubblico residenzelive in lazioBANDO_CINEMA_BENEFICIARIbando_cinema_proroga