SDA FARMACI REGIONE LAZIO – PREAVVISO DI ATTIVAZIONE PRIMO APPALTO SPECIFICO

Si comunica che nella settimana del 23 dicembre verrà indetto il primo appalto specifico per la fornitura di farmaci all’interno del Sistema dinamico di acquisto istituito dalla Direzione Regionale Centrale Acquisti della Regione Lazio.

Si invitano pertanto gli operatori che non avessero ancora proceduto ad abilitarsi, ad effettuare la richiesta di registrazione al Sistema dinamico di acquisto il prima possibile.

Di seguito il link al sito in cui sono riportate le informazioni per l’abilitazione: Link

Continua a leggere

SISTEMA DINAMICO DI ACQUISIZIONE DESTINATO ALLA AA.SS. DELLA REGIONE LAZIO E DI ALTRI SOGGETTI AGGREGATORI.

La Regione Lazio ha bandito il primo SDA per la fornitura di farmaci, emoderivati, vaccini e mezzi di contrasto destinato alle AA.SS. della Regione e di altri Soggetti Aggregatori avvalendosi della nuova piattaforma di e-Procurement regionale denominata “S.TEL.LA.” on line dal 24 settembre 2019.

L’iniziativa centralizzata prevede un massimale quadriennale pari a 6 miliardi di euro. Lo strumento consentirà di negoziare, in modalità totalmente telematica, gare sopra e sottosoglia comunitaria invitando gli Operatori Economici prequalificati dalla Regione Lazio.

Gli Operatori Economici che intenderanno abilitarsi allo SDA in oggetto potranno farlo in ogni momento durante tutto il periodo di validità del bando (4 anni).

L’impiego del Sistema Dinamico di Acquisizione consentirà, quindi, di standardizzare le procedure e la documentazione di gara semplificando le modalità di partecipazione, garantendo maggiore concorrenzialità e riducendo i tempi di gestione degli appalti specifici.

Di seguito si riporta il link per visualizzare il bando istitutivo https://stella.regione.lazio.it/Portale/

Continua a leggere

PREMIO BANDO VERDE

In occasione della XIII edizione del Forum Compraverde Buygreen, evento dedicato ai temi della sostenibilità e degli acquisti verdi tenutosi il 18 ottobre scorso, la Direzione Regionale Centrale Acquisti della Regione Lazio ha ricevuto il riconoscimento “Bando verde” per la modalità di gestione dell’affidamento del servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi derivanti dalle attività di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione e ricerca svolte dalle Aziende Sanitarie regionali, valutata tra le migliori esperienze nazionali di Green Public Procurement dell’anno 2018.

Il Comitato tecnico-scientifico del Forum Compraverde Buygreen ha conferito alla Direzione Regionale Centrale Acquisti una menzione speciale per le seguenti motivazioni: “La Regione Lazio ha introdotto criteri per ridurre gli impatti ambientali, come il possesso di un Sistema di Gestione Ambientale, e ha proposto un modello di servizio integrato sugli aspetti principali del ciclo di vita, dalla fornitura dei contenitori al trasporto fino allo smaltimento.”

La Direzione Regionale Centrale Acquisti contribuisce attivamente alla valorizzazione delle proprie iniziative di acquisto quali strumenti stategici di politica ambientale, sia inserendo specifici “criteri verdi” anche nelle iniziative di acquisto in cui non sono stati ancora definiti Criteri Ambientali Minimi sia promuovendo, attraverso una domanda consapevole, la responsabilità ambientale e sociale dei fornitori durante tutto il ciclo di vita del bene o di svolgimento del servizio.

Il premio costituisce dunque un riconoscimento importante nel percorso che vede la Direzione Regionale Centrale Acquisti costantemente impegnata nella promozione e diffusione delle migliori pratiche e approcci di Green Public Procurement in tutte le fasi del processo di acquisto in cui è coinvolta, dalla progettazione dei modelli di gara all’incentivazione di approcci di consumo ecosostenibili per tutti gli Enti pubblici che aderiscono agli strumenti di acquisto centralizzati.

Per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito https://www.forumcompraverde.it/bando-verde/.


Allegati

Continua a leggere

SORTEGGIO PUBBLICO

Si comunica che il giorno 23 ottobre dalle ore 10.30 presso la sede della Regione Lazio Direzione Regionale Centrale Acquisti Palazzina B Stanza 14, Via Rosa Raimondi Garibaldi 7, Roma, si procederà al sorteggio pubblico finalizzato all’ individuazione delle Commissioni Giudicatrici per le seguenti procedure:

  • gara comunitaria centralizzata a procedura aperta finalizzata alla fornitura, in ambito territoriale, di dispositivi medici per diabetici;
  • gara comunitaria centralizzata a procedura aperta per l’affidamento del servizio integrato di comunicazione, monitoraggio e postalizzazione di comunicazioni rivolte ai cittadini, oggetto dei programmi di screening oncologici, delle ASL della Regione Lazio;
  • gara comunitaria centralizzata a procedura aperta per la fornitura di sistemi per prelievo ematico sottovuoto e dispositivi di raccolta campione occorrenti alle aziende sanitarie della Regione Lazio.

 

Continua a leggere

COMUNICATO ATTIVAZIONE S.TEL.LA

A far data dal 24/09/2019, il nuovo sistema di e-Procurement “Sistema Telematico Acquisti Regione Lazio – S.TEL.LA” è funzionante e raggiungibile al seguente indirizzo: S.TEL.LA

In virtù di quanto disciplinato dall’art. 3, comma 4-bis, Legge Regionale n. 12/2016, come modificato dall’articolo 6, comma 4, lett. a) della Legge Regionale n. 13/2018, la Regione, gli enti pubblici dipendenti dalla Regione, le società regionali in house nonché gli enti e le aziende del servizio sanitario regionale avranno l’obbligo di esperire tutte le procedure di gara esclusivamente sulla nuova piattaforma regionale S.TEL.LA, a partire dal 01/10/2019.

Con riferimento alle procedure di gara già bandite sulla piattaforma utilizzata dalla DRCA fino al 19 settembre 2018 e sulla piattaforma SATER dell’Agenzia Intercent-ER, è comunque assicurata a tutti gli Enti regionali e agli Operatori Economici, a suo tempo iscritti, la gestione delle procedure fino alla loro conclusione.

Per i bandi pubblicati fino al 19 settembre 2018, consulta il seguente link: Piattaforma E-Procurement 

Per i bandi pubblicati dal 20 settembre 2018 al 30 settembre 2019, si rimanda al Sistema per gli Acquisti Telematici dell’Emilia-Romagna (SATER), consultabile al seguente link: SATER

Per i bandi pubblicati dal 01 ottobre 2019, accedi alla piattaforma S.TEL.LA

Continua a leggere

SOGGETTO AGGREGATORE

L’articolo 9 del Decreto Legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito con la Legge 23 giugno 2014, n. 89, prevede che ciascuna Regione individui un unico Soggetto Aggregatore, che operi in qualità di centrale di committenza in favore della Regione, degli Enti regionali, delle Aziende Sanitarie nonché delle autonomie locali.

In particolare, il D.L. n. 66/2014 prevede che, con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, siano individuate le categorie di beni e di servizi per le quali, al superamento di determinate soglie, le amministrazioni statali centrali e periferiche (ad esclusione degli istituti scolastici e universitari), le Regioni, gli Enti regionali, gli Enti locali nonché loro consorzi e associazioni e gli Enti del servizio sanitario nazionale devono ricorrere obbligatoriamente a Consip S.p.A. o agli altri Soggetti Aggregatori.

I Soggetti Aggregatori si confrontano in un Tavolo tecnico – presieduto da un Comitato Guida e partecipato dai rappresentanti dei Soggetti Aggregatori – che ha l’obiettivo di supportare i programmi di razionalizzazione degli acquisti, nonché di promuovere azioni volte all’utilizzo di piattaforme informatiche di acquisto. Compito del tavolo, inoltre, è individuare e proporre alla Presidenza del Consiglio le categorie merceologiche e le soglie di valore al di sopra delle quali sarà obbligatorio ricorrere ai Soggetti Aggregatori.

Elenco iniziative:

 

Continua a leggere

FATTURAZIONE ELETTRONICA

Il percorso legislativo in tema di Fatturazione Elettronica parte dalla Legge 244 del 24 dicembre 2007 (Finanziaria 2008). Attraverso tale norma, si impone ai fornitori di relazionarsi con la PA esclusivamente inviando fatture in formato elettronico attraverso un sistema centrale che ha la funzione di nodo centralizzato per il dispatching delle fatture verso la PA ma si rinvia ad un successivo decreto attuativo le specifiche tecniche per l’interfacciamento con il sistema.

Nell’aprile 2013, con Decreto n. 55/2013, il MEF pubblica il “Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche ai sensi dell’articolo 1, commi da 209 a 213, della legge 24 dicembre 2007, n. 244” che recepisce la Legge del 2007 e tenta di rispondere al principio di compatibilità con le disposizioni europee in materia di Fatturazione Elettronica (Direttiva 45/2010/UE).

Il succitato Decreto definisce il formato della fattura elettronica, le regole tecniche relative alle modalità di emissione, trasmissione e ricevimento della stessa attraverso il Sistema di Interscambio (SDI), istituito con la Finanziaria del 2008, nonché le linee guida e i tempi di recepimento per le Amministrazioni pubbliche. Le PA, in particolare, devono identificare i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture in via esclusiva dal Sistema di Interscambio, al quale Ministeri, Agenzie fiscali ed Enti di previdenza dovranno aderire entro il 6 giugno 2014, mentre per tutte le altre Amministrazioni, a fronte dell’art.25 del DL 66/2014 la scadenza prevista è per il 31 marzo 2015.

La normativa prevede inoltre che le Pubbliche Amministrazioni possano costituirsi come intermediari nei confronti di altre Pubbliche Amministrazioni o nei confronti degli Operatori Economici offrendo servizi per la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione della fattura elettronica.

La Regione Lazio è fortemente impegnata nell’efficientamento della propria organizzazione, anche mediante l’uso diffuso della tecnologia, al fine di rendere ogni atto dell’Amministrazione, trasparente e controllabile dal cittadino e dalle imprese.
Tra le azioni concrete di semplificazione amministrativa, tramite il provvedimento della Giunta Regionale, del 3 giugno 2014 n. 326 pubblicato su BURL n. 48 del 17 giugno 2014, è stato anticipata al 1 luglio 2014 l’applicazione della norma nazionale (Dl 66/2014) che prevede l’uso della fatturazione elettronica nei rapporti tra Pubbliche Amministrazioni Locali e Fornitori.

Per traguardare inoltre la scadenza del 31/03/2015 che prevede la ricezione delle fatture indirizzate alla Pubblica Amministrazione unicamente dal Sistema di Interscambio, Regione Lazio ha ulteriormente evoluto i propri sistemi informativi e parallelamente ha offerto un servizio di intermediazione sia per fatturazione attiva che per fatturazione passiva ad altre pubbliche amministrazioni del territorio, enti locali e società partecipate.

Fatturazione Elettronica – Fornitori della Regione Lazio
Fatturazione Elettronica – Servizio di intermediazione (HUB)
Fatturazione Elettronica – Accordo Pagamenti

Applicazione “split payment”. Art. 1, comma 629, lettera b), della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015) Circ. AE n. 1/E del 09.02.2015 – Circ. AE n. 6/E del 19.02.2015 – Circ. AE n. 15/E del 13.04.2015

Per le forniture di beni e servizi che rientrano nell’ambito di applicazione dello split payment ai sensi del DM del 23.01.2015 e delle successive circolari esplicative dell’Agenzia delle Entrate, i fornitori devono emettere fattura con l’indicazione “scissione dei pagamenti” o “split payment ai sensi dell’art. 17-ter del DPR n.633 del 1972”. Si evidenzia che nel caso in cui la fattura non contenga la predetta indicazione è applicabile la sanzione amministrativa di cui all’art. 9, comma 1, del D.Lgs. n. 471 del 1997. Per effetto di tali disposizioni, ai fornitori verranno pagate le fatture al netto dell’IVA ed In relazione all’imposta addebitata in fattura le Pubbliche Amministrazioni sono responsabili del versamento all’Erario dell’imposta, nei tempi e nei modi previsti dalla normativa vigente.
Continua a leggere

CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 9001: 2015 DELLA CENTRALE ACQUISTI

La recente evoluzione del contesto normativo nel settore degli appalti pubblici ha rafforzato l’esigenza per le Centrali di Committenza di dotarsi di sistemi di gestione della qualità conformi alla norma UNI EN ISO 9001 degli uffici e dei procedimenti di gara, certificati da organismi accreditati per lo specifico scopo ai sensi del regolamento CE 765/2008 del Parlamento Europeo e del Consigli”.

In tale ambito, la Direzione Regionale Centrale Acquisti della Regione Lazio ha avviato l’iniziativa di ‘’Mappatura e analisi dei processi di governo della spesa e redazione delle procedure operative‘’, attività progettuale, conclusasi nel Luglio del 2017, propedeutica all’Ottenimento della Certificazione del Sistema di Gestione della Qualità per i processi di Governo della Spesa.

Tale progettualità ha l’obiettivo di:

  1.  soddisfare puntualmente, in modo esplicito e misurabile, le esigenze di acquisto espresse dagli Enti (del Servizio Sanitario Regionale e non) e dalle Direzioni della Regione Lazio,
  2.  assicurare il rispetto dei requisiti cogenti e legali;
  3.  controllare gli approvvigionamenti;
  4.  trasmettere correttamente le informazioni relative agli acquisti;
  5.  verificare le forniture acquistate e l’esecuzione dei relativi contratti.

Il macro-processo di Governo della Spesa della DRCA che ha come ambito di applicazione l’”Erogazione dei servizi di raccolta, analisi e razionalizzazione dei fabbisogni; sviluppo e gestione del processo di acquisto di beni e servizi; gestione dei contratti per gli Enti SSR e per Ente Regione” (settore EA: 36)” si compone dei seguenti processi operativi:

  • Processo di Pianificazione: Pianificazione fabbisogni per Enti SSR, Pianificazione fabbisogni per Ente Regione;
  • Processo di Acquisto: Acquisto per Enti SSR, Acquisto per Ente Regione/Acquisto per altri Enti Sopra Soglia e Sotto Soglia;
  • Processo di Gestione dei Contratti: Gestione del contratto per Ente Regione; Gestione del Contratto sottoscritto con Lazio Crea S.p.A.;
  • Processo di Monitoraggio: Monitoraggio per Enti SSR; Supporto alla rinegoziazione; Monitoraggio adempimenti trasparenza e anticorruzione
  • Processi secondari: Concessione Contributi; Contrattazione Agenzie di Stampa; Campagne istituzionali; Servizi di promozione di immagine;
  • Ulteriori processi: Tavolo dei Soggetti Aggregatori; Gestione amministrativa dei beni mobili e del magazzino; Gestione amministrativa dei contratti di polizze assicurative; Gestione e liquidazione utenze; Gestione telefonia mobile e buoni pasto; Gestione autoparco; Gestione albo fornitori.

La DRCA ha dunque affidato il servizio “di certificazione secondo lo standard ISO 9001:2015 dei processi operativi di Governo della Spesa in capo alla Direzione Regionale Centrale Acquisti Regione Lazio”, all’Ente certificatore DNV – GL Business Assurance Italia S.r.l., che, in data 20 Luglio 2017, ha comunicato il rilascio del Certificato di Conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2015, Numero: 237307 – 2017 – AQ – ITA – ACCREDIA, avente validità fino al 20 Luglio 2020.

Nell’ottica di continuo incremento delle performance organizzative e operative, a partire da Luglio 2017, la Direzione Regionale Centrale Acquisti ha pianificato e realizzato una serie di azioni finalizzate al costante aggiornamento e miglioramento del proprio Sistema di Gestione della Qualità certificato, quali la rilevazione del grado di soddisfazione degli Enti del Servizio Sanitario Regionale e l’adozione di uno strumento informatico di monitoraggio dello stato di avanzamento delle iniziative di acquisto centralizzato.

Ai fini della verifica del mantenimento del possesso dei requisiti prescritti dalla norma UNI EN ISO 9001:2015, la DRCA è stata sottoposta a due verifiche ispettive esterne di mantenimento, svolte nel 2018 e nel 2019, con l’Ente certificatore.

A valle dell’esito positivo delle ultime attività di audit, effettuate nella giornata del 1 aprile 2019, DNV – GL Business Assurance Italia S.r.l. ha comunicato il mantenimento della Certificazione di Qualità confermandone la validità fino al 20 Luglio 2020.


Allegati

Continua a leggere