Consultazione di mercato inerente la procedura di gara per i servizi di tesoreria della Regione Lazio.

Esiti della video conferenza del 29/07/2020 ore 10:00

La Direzione Centrale Acquisti, con determinazione G16737 del 5 dicembre 2019, ha indetto una procedura aperta finalizzata all’affidamento del servizio di tesoreria della Regione Lazio. Al termine di scadenza per la presentazione delle offerte, fissato al 15 giugno 2020, non è pervenuta alcuna offerta, pertanto la procedura è stata dichiarata deserta.

In previsione dell’indizione di una nuova procedura di gara la Regione Lazio ha ritenuto opportuno effettuare una consultazione di mercato per comprendere le motivazioni della mancata partecipazione alla procedura. A tal fine è stato pubblicato un avviso sul portale http://www.regione.lazio.it/rl/centraleacquisti/ per invitare gli operatori economici

Al termine fissato per la ricezione delle richieste di partecipazione al 17 luglio 2020, hanno manifestato il proprio interesse i seguenti istituti: Unicredit, Monte dei Paschi di Siena (MPS), BCC, Intesa SanPaolo, BNP Paribas. Tali istituti sono quindi stati invitati a partecipare ad un incontro tenutosi in video conferenza il 29 luglio 2020 alle ore 10:00.

Principali evidenze emerse durante l’incontro

La Regione Lazio ha invitato i referenti degli istituti bancari presenti ad esprimere le principali criticità legate alla procedura di gara sopra menzionati. Dalla discussione sono emersi i seguenti elementi:

  • Anticipazioni di cassa: i rappresentanti degli istituti bancari hanno evidenziato che l’elevato valore dell’anticipazione potenzialmente richiesta e la durata del contratto (cinque anni più due), comportano costi molto elevati per gli istituti dovuti ai necessari accantonamenti. Poiché la Regione negli ultimi anni non è ricorsa all’anticipazione, tali costi non trovano dei corrispondenti ricavi legati agli interessi passivi. I rappresentanti degli istituti hanno quindi suggerito di inserire una forma di remunerazione legata alla richiesta della disponibilità dell’anticipazione e non soltanto all’effettiva anticipazione.

  • Gestione dei pignoramenti: sono state rilevate forti criticità nella gestione dei pignoramenti prevista dalla gara; i rappresentanti degli Istituti hanno quindi suggerito di rivedere la gestione dei pignoramenti soprattutto per quanto attiene alle modalità di accantonamento delle somme pignorate.

  • Modalità di espletamento del servizio: è stato evidenziato che la richiesta di attivazione di due sportelli bancari e 3 ATM all’interno dei locali della Regione prevista dal Capitolato Tecnico, abbia dei costi elevati che non trovano piena remunerazione nel canone previsto dalla gara. I rappresentanti degli Istituti hanno quindi suggerito di eliminare tali obblighi anche in considerazione (soprattutto per gli sportelli) della grande diffusione di strumenti di home banking.

  • Dati riferiti a pagamenti e incassi: i rappresentanti degli istituti ritengono necessario che sia fornito un maggiore dettaglio in merito alle modalità ed ai canali utilizzati per i pagamenti e gli incassi (es. bonifici SEPA, bonifici non SEPA, MAV, PagoPA, assegni di traenza, RDD, ecc.) in considerazione dei costi molto diversi fra le diverse modalità.

  • Requisiti di partecipazione: è stato richiesto di evitare l’inserimento di requisiti di partecipazione (es. presenza di sportelli in tutto il territorio nazionale) che impediscono la partecipazione di istituti con dislocazione territoriale non nazionale.

 

——————————————————————————————————————————————————————–

La Direzione Centrale Acquisti, con determinazione G16737 del 5 dicembre 2019, ha indetto una procedura aperta finalizzata all’affidamento del servizio di tesoreria della Regione Lazio.

Al termine di scadenza per la presentazione delle offerte, fissato al 15 giugno 2020, non è pervenuta alcuna offerta, pertanto la procedura è stata dichiarata deserta.

In previsione dell’indizione di una nuova procedura di gara è intenzione della Regione Lazio effettuare una consultazione di mercato per comprendere le motivazioni della mancata partecipazione alla procedura.

Gli operatori interessati a partecipare alla consultazione di mercato possono manifestare il proprio interesse inviando una email entro il 17 luglio 2020 all’indirizzo gocchino@regione.lazio.it specificando:

  • La ragione sociale dell’operatore economico;
  • I nominativi e i relativi indirizzi email dei rappresentanti che intendono partecipare agli incontri;
  • La volontà di effettuare l’incontro presso la sede della Regione Lazio ovvero in modalità virtuale.

Con ciascuno degli operatori interessati verranno pertanto svolti incontri della durata massima di un’ora nei quali gli stessi potranno evidenziare gli elementi di criticità e le relative proposte di modifica relativamente ai principali aspetti della procedura indetta (es. remunerazione dei servizi, gestione dell’anticipazione di cassa, gestione dei pignoramenti, gestione informatica del servizio, ecc).

Gli operatori economici che avranno manifestato interesse verranno contattati per fissare la data e l’ora degli incontri.

Tutti gli atti della procedura e i chiarimenti forniti in fase di gara sono reperibili all’indirizzo:

https://stella.regione.lazio.it/portale/index.php/bandi?getdettaglio=yes&bando=90288&tipobando=Bando&RicQ=NO&VisQ=SI&tipoDoc=BANDO_GARA_PORTALE&xslt=XSLT_BANDO_GARA_PORTALE&scadenzaBando=2020-06-15T16:00:00&jk=