Grazie alla collaborazione con l’ ASviS – Alleanza italiana per lo Sviluppo Sostenibile – la Regione Lazio si è dotata di un modello scientifico per la misurazione economica delle attività delle associazioni e dei luoghi delle donne che combattono sul territorio il fenomeno della violenza maschile, producono cultura, promozione dell’autodeterminazione e offrono servizi gratuiti rivolti alle donne.
Tale offerta di servizi gratuiti, immessi sul territorio da parte delle associazioni e dei luoghi delle donne, genera un valore per l’intera comunità, per la città di Roma e per il Lazio. Un valore che deve essere quantificato sul piano economico e riconosciuto con rigore a tutte quelle realtà che offrono servizi gratuiti e benessere diffuso sul territorio del Lazio.