Modalità di accesso

Gratuito


Descrizione

In occasione del Settimo Centenario della morte di Dante Alighieri, la Casa di Dante in Roma intende dar vita a una manifestazione celebrativa che sia non soltanto un atto di omaggio formale, ma un concreto apporto all’onoranza solenne e insieme un contributo durevole alla definizione della figura, dell’opera, del “mito” di Dante, focalizzati nel quadro del tempo suo, nella prospettiva dello scorrere dei secoli, nella realtà del XXI secolo. Si propone un “focus”, momento e luogo di convergenza e di attenzione sul tema prescelto, che cerchi di fissare come in un’“istantanea” un profilo criticamente definito dell’uomo, del poeta, del pensatore, còlto nel momento della scadenza settecentenaria della morte e fermato in un sobrio ma denso volume di Atti che resti come un medaglione commemorativo di questo evento. Il programma prevede dopo il saluto del vice presidente professor Enrico Malato, i seguenti interventi:
Il contesto storico, Alessandro Barbero
Il profilo biografico, Giuseppe Indizio
La poesia di Dante, Manlio Pastore Stocchi
Filosofia e scienza nel pensiero di Dante, Pasquale Porro
La fede e la riflessione teologica di Dante, Ruedi Imbach
La lingua di Dante, Giovanna Frosini
L’eredità di Dante, Andrea Mazzucchi

In parallelo si svolgeranno altre iniziative, quali:
Mostra di manoscritti e stampe antiche, nonché altri cimeli danteschi, posseduti dalla Casa di Dante
Mostra di pubblicazioni realizzate dalla Casa di Dante, in collaborazione con il Centro Pio Rajna
Letture di testi e altre rappresentazioni dantesche


Informazioni