Piantiamo 6 milioni di nuovi alberi, uno per ogni abitante della regione, per contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2, proteggere la biodiversità.

Sono alcuni degli obiettivi di OSSIGENO, il nuovo progetto della Regione Lazio,
che prevede un investimento di 12 milioni di euro in 3 anni
per la piantumazione su tutto il territorio regionale di alberi e arbusti autoctoni certificati.

Un progetto di tutte e di tutti, una svolta green per fare del Lazio la regione della sostenibilità ambientale.

 

NUMERI

L’investimento della Regione nel progetto: 4 milioni di euro ogni anno dal 2020 al 2022 per la piantumazione e la gestione dei nuovi alberi

I nuovi alberi e arbusti che saranno piantumati nei centri urbani e fuori dai centri urbani di tutto il Lazio

Gli ettari di “bosco diffuso” in più nel Lazio

Le tonnellate all’anno di CO2 che sarà assimilata e compensata grazie ai nuovi alberi

FASI

“OSSIGENO” prenderà il via con il coinvolgimento di scuole e università pubbliche del Lazio, seguite da comuni, ospedali e centri anziani, Parchi Regionali, Istituti Culturali, Dimore storiche, musei, biblioteche e tutti quegli organismi il cui impegno sarà fondamentale per la riuscita del progetto.

Saranno raccolte le adesioni delle strutture che accoglieranno i primi alberi donati dalla Regione Lazio. La loro piantumazione sarà a cura del personale delle Aree Naturali Protette del Lazio e dalle associazioni di protezione civile mentre tecnici, agronomi e forestali della Regione Lazio coordineranno i lavori.

Tutti potranno diventare protagonisti dell’impresa attivandosi per realizzare ulteriori piantumazioni grazie alla consulenza degli uffici regionali sulla scelta degli alberi e delle zone più indicate a ospitarli.

Il 21 novembre, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi e della Festa dell’Albero promossa da Legambiente prenderà il via la campagna di piantumazione con i primi 30.000 arbusti provenienti dal Vivaio del Parco Regionale dei Monti Aurunci.

Saranno coinvolti in primis le scuole e le università pubbliche, le aree verdi delle sedi ospedaliere e dei centri anziani, i parchi, le riserve e i monumenti naturali della Regione.

Si proseguirà con le aree individuate da: comuni, spazi culturali regionali, beni demaniali, ATER, pertinenze ASTRAL, IPAB, Associazioni di Protezione Civile, consorzi ASI, comitati di quartiere e aziende agricole. Allo stesso tempo si avvierà la produzione di 100.000 piante a trimestre.

Dal 2020 la Regione Lazio stanzierà 4 milioni all’anno per 3 anni che saranno utilizzati per l’acquisto di ulteriori piante autoctone e la gestione complessiva del progetto.

La rivoluzione green non coinvolgerà solo gli enti legati alla regione ma richiamerà all’impegno anche soggetti privati – grandi aziende, istituti privati, fondazioni etc – che potranno contribuire al progetto per un Lazio sostenibile e più pulito.

BENEFICI

smogauto
Gli alberi con la fotosintesi sottraggono naturalmente CO2
all’atmosfera e restituiscono ossigeno
130712238-media-622cb52e-22d8-46f3-a19b-f10a73209e08
Gli alberi offrono acqua, cibo, legname
e tantissime altre risorse necessarie alla nostra vita
ClimateChange
Gli alberi hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione del dissesto idrogeologico,
nella mitigazione del clima, nella ricarica delle falde acquifere e nella purificazione dell’aria
biodiversita
Gli alberi sono i paladini della biodiversità e della salvaguardia
delle specie animali e vegetali
silvoterapia
Gli alberi sono portatori naturali di benefici psicofisici,
ma anche di bellezza e felicità e rafforzano i legami sociali

ALBERI

Paesaggio-costiero
Paesaggio-collinare
Paesaggio-montano