Contro la violenza sulle donne servono politiche integrate e globali per la prevenzione, il contrasto, il sostegno alle vittime, ai loro figli e figlie. Ci vuole capacità di ascolto delle associazioni impegnate nei centri antiviolenza. Occorre fare rete tra le diverse istituzioni. La Regione Lazio è in campo. Abbiamo aumentato le risorse dedicate a queste politiche e gli interventi, anche nel settore dell’educazione e siamo in prima linea. La violenza contro le donne non ammette scuse. Sconfiggerla rende tutti più liberi.