Sei in: Home \ comitato unico di garanzia \ forum dei cug

Forum dei CUG

Il Forum dei Comitati Unici di Garanzia delle PA è una Rete che unisce i Comitati di circa 120 Amministrazioni ed Enti centrali, nazionali e locali.

I compiti di tutela del benessere di chi lavora, di contrasto al mobbing e alle discriminazioni, di promozione delle pari opportunità, con l’attenzione alla corretta e attenta attuazione degli istituti di flessibilità e conciliazione, rendono i Comitati Unici di Garanzia preziosi strumenti per attuare una riforma della PA che sia anche sostenibile.
Ciò nella consapevolezza che nel realizzarla, oltre alle tre “e” di efficacia, efficienza, economicità, occorra anche aggiungere l’equità e l’etica, di cui questi organismi sono naturalmente portatori. Con ciò si può contribuire anche ad accrescere il senso di appartenenza delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici, spesso molto qualificati ma a volte demotivati e troppo spesso screditati, di cui va recuperato il giusto orgoglio e la buona ‘reputazione’.

Le presidenti e i presidenti dei CUG delle più importanti amministrazioni pubbliche Italiane hanno sentito l’esigenza di creare una rete, dando vita al FORUM dei Comitati Unici di Garanzia͟, presentato ufficialmente il 16 giugno 2015, nel corso di un convegno tenutosi a Palazzo Montecitorio.

Il Forum si è dotato di un proprio regolamento per il funzionamento mentr e diverse tematiche sono sviluppate all'interno di commissioni formate da persone provenienti da diversi Enti su base volontaria.

Il FORUM nasce come ͞azione positiva͟ per uno scambio di esperienze, competenze e buone prassi tra amministrazioni ed enti molto diversi tra loro al fine rafforzare il ruolo dei Comitati Unici di Garanzia. Ciò consente di superare il limite della individualità delle organizzazioni e di dar vita a forme di confronto e collaborazione che sono sicuramente una novità ed un importante valore aggiunto nel contesto della pubblica amministrazione.

A maggio 2017, i CUG  aderenti sono oltre 120 di Amministrazioni ed Enti, centrali, nazionali e locali, che rappresentano circa 700.000 lavoratori pubblici.