Pesca e Acquacoltura

La Regione Lazio svolge il ruolo di coordinamento e di indirizzo in materia di pesca e di salvaguardia della fauna ittica nelle acque interne. Tale azione si esplica secondo criteri di tutela e sfruttamento sostenibile degli ambienti acquatici dulcaquicoli (bacini e corsi d’acqua dolce) e la valorizzazione e degli ambienti naturali. Gli interventi di ripopolamento di fauna ittica regionale saranno attuati mediante produzione di pesce autoctono prodotto direttamente dagli incubatori gestiti dalla Regione.

Tra le attività connesse al settore vi sono il rilascio delle autorizzazioni all’esercizio della pesca professionale, alla pesca del novellame eurialino di risalita, alla pesca in epoca di divieto, allo svolgimento di manifestazioni e  di gare di pesca sportiva ed infine il controllo dell’esercizio dei diritti esclusivi di pesca vigenti nelle acque interne.

In base alla D.G.R. n. 232 del 18.04.2019, in esecuzione della L.R. n. 87/90, art. 9 ter, è stato approvato un nuovo Regolamento per la disciplina:

a) delle modalità per il rilascio della licenza di pesca professionale;

b) delle modalità per il rilascio del tesserino segna catture per la pesca sportiva;

c) dei requisiti necessari per lo svolgimento delle attività professionali o sportive.

Pertanto le Aree Decentrate Agricoltura competenti per territorio provinciale non rilasceranno più la licenza di pesca sportiva che è costituita dalla ricevuta di versamento degli importi dovuti.

Ai sensi dell’articolo 8, comma 3, della L.R. 87/1990, la pesca sportiva o dilettantistica è esercitata da dilettanti nel tempo libero, per diletto, senza scambio dei prodotti catturati e senza lucro.

La licenza di pesca sportiva di tipo B è costituita dalla ricevuta di versamento degli importi dovuti ai sensi della tabella A della legge regionale 29 aprile 2013, n. 2.

Il pescatore sportivo, per esercitare l’attività di pesca dilettantistica, deve effettuare il versamento degli importi dovuti; nella ricevuta di versamento devono essere riportati i dati anagrafici del pescatore (Nome, Cognome e residenza) e la causale del versamento.

Il pescatore nell’attività di pesca deve portare con sé la ricevuta del versamento insieme ad un documento di identità valido ed al tesserino segna catture, ferma restando la sanzione di cui al punto 1) della Tabella di cui all’art.43 (Sanzioni amministrative) della L.R. 87/1990.

I soggetti sono comunque tenuti al possesso del tesserino segna catture a partire 1° novembre 2019.

Ai sensi dell'art. 9 bis della Legge Regionale n. 87/90 la licenza di pesca sportiva di tipo B consente la pesca sportiva o dilettantistica ed è costituita dalla ricevuta di versamento degli importi dovuti tabella A della legge regionale 29 aprile 2013, n. 2, in cui sono riportati i dati anagrafici della causale del versamento. La ricevuta deve essere esibita unitamente a un documento d'identità ln fase di prima applicazione. chi esercita la pesca sportiva o ricreativa deve essere in possesso del tesserino segna catture a partire dal 10 novembre 2019.

Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e € 21,28 per i residenti nei segg. comuni della Città metropolitana di Roma Capitale (fruitori di agevolazione regionale):
 

1) AFFILE
 

36) MONTEPORZIO CATONE
 

2) AGOSTA
 

37) MONTORIO ROMANO
 

3) ALLUMIERE
 

38) MORICONE
 

4) ANTICOLI CORRADO
 

39) NEROLA
 

5) ARCINAZZO ROMANO
 

40) OLEVANO ROMANO
 

6) ARSOLI
 

41) PALESTRINA
 

7) ARTENA
 

42) PALOMBARA SABINA
 

8) BELLEGRA
 

43) PERCILE
 

9) CAMERATA NUOVA
 

44) PISONIANO
 

10) CANTERANO
 

45) POLI
 

11) CAPRANICA PRENESTINA
 

46) RIOFREDDO
 

12) CARPINETO ROMANO
 

47) ROCCA
 

13) CASAPE
 

48) ROCCA Dl CAVE
 

14) CASTEL MADAMA
 

49) ROCCA Dl PAPA
 

15) CASTEL S. PIETRO ROMANO
 

50) ROCCAGIOVINE
 

16) CAVE
 

51) ROCCAPRIORA
 

17) CERRETO LAZIALE
 

52) ROCCA SANTO STEFANO
 

18) CERVARA Dl ROMA
 

53) ROIATE
 

19) CICILIANO
 

54) ROVIANO
 

20) CINETO ROMANO
 

55) SAMBUCI
 

21) COLONNA
 

56) SARACINESCO
 

22) FRASCATI
 

57) SEGNI
 

23) GALLICANO NEL LAZIO
 

58) S. ANGELO ROMANO
 

24) GENAZZANO
 

59) S.CESAREO
 

25) GERANO
 

60) S. GREGORIO DA SASSOLA
 

26) GORGA
 

61) S. POLO DEI CAVALIERI
 

27) GROTTAFERRATA
 

62) S. VITO ROMANO
 

28) JENNE
 

63) SUBIACO
 

29) LICENZA
 

64) TOLFA
 

30) MANDELA
 

65) VALLEPIETRA
 

31) MARANO EQUO
 

66) VALLINFREDA
 

32) MARCELLINA
 

67) VICOVARO
 

33) MONTECOMPATRI
 

68) VIVARO ROMANO
 

34) MONTEFLAVIO
 

69) ZAGAROLO
 

35) MONTELANICO
 


Ricevuta attestante il pagamento della somma pari a € 29.13 per i residenti negli altri comuni della Città
metropolitana di Roma Capitale;

MODALITA’ DI PAGAMENTO
conto corrente Postale n. 63101000,
IBAN n. IT-75-C-07601-03200-000063101000,
descrizione “Regione Lazio tasse concessioni reg. fermo posta”

CITTADINI STRANIERI NON RESIDENTI E ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO
Per i cittadini stranieri non residenti e per gli italiani residenti all'estero è necessaria la
ricevuta attestante il pagamento della somma pari a e 29,13 da effettuarsi mediante la
modalità sopra descritta.
Durante l'esercizio della pesca è necessario avere con sé anche un valido documento di
identità che attesti la residenza all' estero. L' esercizio della pesca è comunque consentito per soli 3 mesi a decorrere dalla data di pagamento.

SONO ESONERATI LE CATEGORIE SOTTO ELENCATE:
a) di età compresa tra 14 e 18 anni;
b) di età superiore ai 65 anni;
c) per i disabili con certificazione ai sensi dell’art.3 della legge 104/92 (comma 10 bis, art. 9
    legge RL 87/90).

Il tesserino segna catture entrerà in vigore dal 1° novembre 2019.


In base alla L. R. 87/90, art. 9 bis, per esercitare la pesca sportiva di tipo B, occorre effettuare il versamento annuale della tassa sul c/c 63101000 intestato a REGIONE LAZIO – TASSE DI CONCESSIONE REGIONALE, oppure tramite bonifico bancario IBAN IT 75 C 07601 03200 000063101000.

L'importo del bollettino annuale è di 29,13 Euro.

La licenza e quindi il pagamento del bollettino di cui sopra, non è richiesto da parte dei cittadini residenti nel territorio della Regione Lazio di età inferiore ai diciotto anni o superiore ai sessantacinque e ai cittadini diversamente abili, di cui all’art. 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Di seguito si riportano i recapiti delle Aree Decentrate Agricoltura presso cui è possibile presentare le istanze di autorizzazione e richiedere ulteriori informazioni:

Area Decentrata di FrosinoneVia Veccia – 03100
Referenti: Leonardo Sacchetti  Tel.  0775 - 851614   e-mail  mlsacchetti@regione.lazio.it
Cesidio Sarrecchia 0775 – 851 468   email  csarrecchia@regione.lazio.it

Area Decentrata di Latina Via Romagnoli, 25 – 04100
Responsabile: Claudio Vitti  0773 – 446609  e-mail: cvitti@regione.lazio.it
Referente: Massimo Martinelli  0773 – 446403  e-mail: mmartinelli@regione.lazio.it

Area Decentrata di Latina – S.A.Z. di Fondi - Viale Piemonte, 1 – 04022
Referenti: Elvira Pezzella  0773 – 446501  e-mail: epezzella@regione.lazio.it
Damiano Pasciuto 0773 - 446507  e-mail: dpasciuto@regione.lazio.it
Francesca Ciolfi  0773 - 446506  e-mail: fciolfi@regione.lazio.it
Eva Mazzucchiello 0773 - 446505  e-mail: emazzucchiello@regione.lazio.it

Area Decentrata di Rieti - Via Raccuini, 21/A - 02100
Referenti: Rossano Desideri  Tel. 0746 – 264606  e-mail rdesideri@regione.lazio.it;
Andrea Paradisi Tel.  0746 – 264603 email aparadisi@regione.lazio.it
                                                                                                    

Area Decentrata di Roma - Via  Rodolfo Lanciani, 38 - 00162
Orari di apertura al pubblico per la richiesta e consegna dei Tesserini di rilascio delle autorizzazioni all’esercizio della pesca professionale e sportiva (licenze di pesca):
  • dal lunedì  al giovedì: ore 9.00 – 12.30;
  • il martedì e il giovedì: anche dalle ore 14.00 alle ore 15.00.                                                                     
Referenti: Corrado Pierini   Tel.  06 51686621 email cpierini@regione.lazio.it
Amerigo Di Salvo   06 5168 6687 email  adisalvo@regione.lazio.it;
Assunta  Proietti 06 51686612 email  aproietti@regione.lazio.it
                                                         

Area Decentrata di Viterbo - Via Mariano Romiti – 04100                                                                 
Referenti: Angelo Burinello 0761 – 313323 e-mail  aburinello@regione.lazio.it
              Miriana Castelli 0761 - 298627 e-mail mcastelli@regione.lazio.it
              Agostino Terri 0761 - 313256 e-mail aterri@regione.lazio.it  

              
La Regione Lazio, inoltre, in materia di pesca rappresenta il soggetto responsabile dell’efficace, efficiente e corretta gestione e attuazione del programma operativo del FEAMP 2014-2020 nel territorio regionale. Il Programma Operativo (PO) FEAMP 2014-2020  si inquadra nella più ampia visione della Strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva e nel nuovo assetto stabilito dalla riforma della Politica Comune della Pesca (PCP - Reg. UE n. 1380/2013) e dalle linee strategiche della Crescita Blu. Obiettivo generale del PO FEAMP è favorire la gestione sostenibile delle attività di pesca e di acquacoltura incentivando al contempo la competitività e la relativa capacità di generare sviluppo, occupazione e coesione territoriale. Per maggiori informazioni ed approfondimenti si rimanda al sito www.lazioeuropa.it – canale PO FEAMP.

Al fine di assicurare la crescita e lo sviluppo sostenibile delle attività produttive nel settore dell’acquacoltura la Regione Lazio cura il rilascio delle concessioni demaniali, i relativi rinnovi, le revoche, i subingressi e la quantificazione dei canoni demaniali annuali. Le attività si svolgono principalmente nel rispetto di quanto stabilito dal Codice della Navigazione e dal complementare Regolamento del Codice della Navigazione (approvato con DPR 328 del 15.02.1952) in armonia l’art. 822 del Codice Civile, con le norme comunitarie, nazionali, ambientali ed igienico sanitarie in materia. Il rilascio delle concessioni demaniali è fortemente legato allo sviluppo dell’ acquacoltura e risponde tra l’altro ad uno dei principali obiettivi della politica comune della pesca attuata attraverso il FEAMP.  

 

CONTATTI

Area - Politiche di Prevenzione e Conservazione della Fauna Selvatica e Gestione delle Risorse della Pesca e dell'Acquacoltura 
   
Via del Serafico, 107– 00142 Roma

 PO FEAMP

  
Pesca e salvaguardia della fauna ittica autoctona nelle acque interne

  
Concessioni Demaniali