Carni

L'Organizzazione Comune di Mercato (OCM) nel settore delle carni bovine disciplina la concessione degli aiuti agli allevatori e gli scambi con i Paesi Terzi.

L'atto è il Regolamento (CE) n. 1254/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999, relativo all'Organizzazione Comune dei Mercati nel settore delle carni bovine.

A decorrere dal 1° luglio 2008, i prodotti che rientrano nel campo di applicazione del suindicato regolamento sono disciplinati dall'Organizzazione Comune dei Mercati Agricoli (OCM unica  disciplinata attualmente dal Regolamento (UE) 1308 del 17 dicembre 2013).

I prodotti interessati sono gli animali della specie bovina, le carni, le frattaglie, le farine e i grassi. È possibile adottare misure comunitarie a favore delle iniziative professionali o interprofessionali al fine di migliorare:
  • l'orientamento dell'allevamento;
  • l'organizzazione della produzione, della trasformazione e della commercializzazione;
  • la qualità;
  • le previsioni;
  • la rilevazione dell'andamento dei prezzi sul mercato.
La riforma della Politica Agricola Comune del 2003 ha introdotto il disaccoppiamento dell'aiuto per capo e la sua sostituzione con un aiuto unico al reddito per azienda, basato sui diritti storici. In questo nuovo quadro normativo, il regolamento (CE) n. 1782/2003, che stabilisce norme comuni per i regimi di sostegno diretto, abolisce i pagamenti diretti di cui al presente regolamento. Secondo il nuovo regime instaurato da tale regolamento, l'aiuto è calcolato in base all'importo dei pagamenti diretti percepiti dagli agricoltori negli anni 2000, 2001 e 2002. Rimane in vigore un regime di premi (speciali, alla destagionalizzazione, per vacca nutrice e alla macellazione) e di pagamenti a favore della estensivizzazione, erogati a determinate condizioni sotto forma di pagamenti supplementari.

A decorrere dal 1° luglio 2002, possono essere concessi aiuti all'ammasso privato qualora il prezzo medio rilevato sul mercato comunitario sia inferiore al 103% del prezzo di base, fissato a 2.224 euro la tonnellata per le carcasse di bovini maschi.

A decorrere dalla stessa data, viene aperto l'intervento pubblico se il prezzo medio di mercato in uno Stato Membro o in una Regione di uno Stato Membro è inferiore a 1.560 euro la tonnellata per due settimane consecutive.

In questo caso, il prezzo di acquisto e i relativi quantitativi sono determinati mediante gara.

NORMATIVA

CONTATTI

Area - Produzioni agricole e zootec., Trasform., Commerc., e Strumenti di Sviluppo Locale
Via del Serafico, 107 – 00142 Roma