Sei in: Home \ agricoltura \ domande frequenti \ dettaglio domanda frequente

Determinazione - numero G00115 del 09/01/2017 Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014/2020 del Lazio. Regolamento (UE) n. 1305/2013. Misura 16 "Cooperazione" art. 35 del Regolamento (UE) N. 1305/2013 – Sottomisura 16.10 "Progetti di filiera organizzata" – Approvazione bando pubblico.

06/03/17 - 1) Art. 5 del Bando pubblico – Condizioni di ammissibilità, obblighi e impegni: L’impegno da parte dei produttori che partecipano al progetto di filiera di conferire ai soggetti che operano la trasformazione / commercializzazione dei prodotti agricoli la prevalenza delle produzioni ottenute è riferito all’indirizzo produttivo principale delle aziende o al comparto oggetto dell’accordo di filiera? L’impegno è sul comparto oggetto di filiera che può essere relativo un comparto / sottoprodotto fermo restando l’obbligo di garantire la tracciabilità della materia prima oggetto dell’accordo di filiera e purché gli investimenti siano funzionali al sottoprodotto oggetto della filiera.

Es. aziende con indirizzo produttivo Bovini da latte – progetto relativo all’utilizzo della carne dei bovini a fine carriera e di quelli esclusi o non compresi nella linea produttiva latte. La prevalenza viene calcolata non sulla consistenza di stalla aziendale, ma riferita al totale degli animali destinati al comparto carne (es. vacche da latte a fine carriera, bovini maschi tra 6 e 24 mesi, tori a fine carriera e manze non destinate alla rimonta), purché sia garantita la tracciabilità della materia prima oggetto dell’accordo di filiera e purché siano evidenti le scelte delle diverse destinazioni produttive degli animali.

Es. aziende che producono nocciola – filiera realizzata su utilizzo degli scarti di produzione (quale guscio). La prevalenza del prodotto si riferisce al comparto “utilizzo dello scarto”, purché la filiera sia riferita esclusivamente al sottoprodotto della lavorazione delle nocciole, fermo restando l’obbligo di garantire la tracciabilità della materia prima oggetto dell’accordo di filiera e purché gli investimenti siano funzionali al sottoprodotto oggetto della filiera.

Es. aziende che producono nocciole e olivo. Filiera sull’olivo. La prevalenza del prodotto si riferisce al comparto olivo.

2) Art. 9 del Bando pubblico – Spese ammissibili: le spese notarili richiedono la presentazione di n. 3 preventivi come richiesto dal punto 6 art. 17 dell’allegato I della D.G.R. 147/2016? All’articolo 5, del documento “Spese ammissibili al finanziamento del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020” approvato con determinazione G03831 del 15/04/2016, sono indicate le modalità per la definizione delle spese generali tra cui sono comprese le spese notarili.   

3) Art. 9 del Bando pubblico – Spese ammissibili: eventuali spese relative al personale dipendente del soggetto capofila come devono essere rendicontate?  La rendicontazione delle spese del personale dipendente dovrà avvenire tramite la presentazione di time sheet settimanali, con n. di righe limitate e il costo orario riconoscibile sarà calcolato tenendo conto della professionalità richiesta dal tipo di attività svolta e quindi sulla base del costo orario come definito dai contratti di lavoro nazionali per detta attività; comunque non è possibile riconoscere costi orari superiori a quelli erogati al dipendente sulla base del contratto di lavoro in essere.

4) Art. 7 del Bando pubblico - Modalità e termini per la presentazione della domanda di sostegno: I partecipanti diretti / indiretti alla filiera possono partecipare a più accordi di filiera? Il bando prevede il vincolo solo per il soggetto capofila in quanto non consente di avere in corso sulla medesima sottomisura più domande di sostegno.

5) Art. 7 del Bando pubblico - Modalità e termini per la presentazione della domanda di sostegno: L’accordo di filiera deve essere sottoscritto solo dai soggetti associativi o anche dai singoli soci che attivano gli investimenti o che comunque partecipano indirettamente alla filiera? L’accordo di filiera deve essere sottoscritto sia dai soggetti associativi che dai singoli soci partecipanti alla filiera.

6) Art. 7 del Bando pubblico - Modalità e termini per la presentazione della domanda di sostegno:  a chi spetta la firma digitale sui documenti allegati alla domanda di sostegno come previsti dall’art. 8? La firma digitale è relativa al soggetto capofila in quanto beneficiario del sostegno.

7) Art. 5 del Bando pubblico – Condizioni di ammissibilità, obblighi e impegni: le domande di sostegno relative alle sottomisure previste dal Bando devono essere già tutte presentate al momento della presentazione della domanda relativa alla misura 16.10? Il progetto di filiera deve contenere sia l’indicazione dei riferimenti delle sottomisure / operazioni del PSR attivate da ciascun partecipante diretto, sia gli interventi / investimenti che si propone di realizzare nel corso degli anni di impegno.

Le uniche sottomisure per le quali è obbligatoria l’avvenuta attivazione prima della presentazione della domanda di sostegno della misura 16.10, sono almeno 1 domanda relativa alla sottomisura 4.1 e almeno 1 domanda relativa alla sottomisura 4.2.