Sei in: Home \ agricoltura \ sala stampa \ dettaglio notizia

VITIVINICOLO - AUTORIZZAZIONI PER NUOVI IMPIANTI DI VITI PER UVA DA VINO PER L'ANNO 2018

30/03/2018 - Con il Decreto delle Ministero delle Politiche Agricole n. 935 del 13 febbraio 2018, che integra il precedente DM n. 12272 del 15 dicembre 2015 come già modificato dal DM 527 del 30 gennaio 2017, sono adottate nuove disposizioni per le assegnazioni delle autorizzazioni per nuovi impianti viticoli.

Con successiva Circolare AGEA prot. n. 21923 del 13 marzo 2018 sono state adottate le nuove disposizioni nazionali di attuazione concernenti il sistema delle autorizzazioni per gli impianti viticoli e di avvio della campagna di rilascio delle nuove autorizzazioni per l’anno 2018.

Rispetto alla precedente campagna le novità che hanno rilievo sulle istanze presentate per la Regione Lazio, riguardano in particolare:
  • introduzione di un limite massimo per singola domanda pari a 50 ettari;

  • introduzione di una riserva (pari a 20 ettari complessivi a livello nazionale) per le istanze aventi ad oggetto superfici ricadenti nelle aree interessate dal sisma del 2016 e del 2017;

  • mantenimento del vincolo di localizzazione regionale delle nuove autorizzazioni e mantenimento del vigneto per almeno 5 anni, fatti salvi i casi di forza maggiore e motivi fitosanitari. L’estirpo dei vigneti impiantati con autorizzazioni di nuovo impianto prima dello scadere dei 5 anni dalla data di impianto non dà origine ad autorizzazioni di reimpianto.
Nel caso di esubero delle superfici richieste rispetto a quelle disponibili a livello regionale, sarà facoltà della Regione stabilire, sulla base del dato delle superfici complessivamente richieste rispetto al disponibile, il rilascio di autorizzazioni sino ad una superficie compresa tra 0,1 e 0,5 ha vitati a tutti i richiedenti.

Anche per la corrente annualità la Regione Lazio non ha disposto criteri di priorità di assegnazione, pertanto l’attribuzione dell’intera superficie disponibile per il Lazio (indicata in circa ha 187) tra le domande ammesse sarà effettuata, con le limitazioni sopra previste, con il criterio pro-rata, cioè in proporzione alla superficie richiesta.

Le domande devono essere presentate esclusivamente in modalità telematica in ambito SIAN entro il termine - stabilito dalla stessa Circolare AGEA 21923/2018 - di “trenta giorni” dalla data della sua emanazione.

Si ricorda altresì che con l’entrata in vigore della legge n. 238/2016 Art.69, Testo Unico del vino, è stato stabilito il sistema sanzionatorio in merito al mancato utilizzo delle autorizzazioni assegnate.