Sei in: Home \ agricoltura \ sala stampa \ dettaglio notizia

LAZIO; REGIONE: 1,5 MLN EURO PER NUOVI BANDI FONDO EUROPEO DEDICATO ALLA PESCA

08/02/2019 - La Regione Lazio ha bandito tre misure FEAMP (Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca), dedicate al settore della pesca, per un totale complessivo di quasi un milione e mezzo di euro. Le misure bandite sono: - la 1.42 (con a disposizione 145mila euro) è volta a migliorare il valore aggiunto e/o la qualità del pesce catturato. I beneficiari sono armatori di imbarcazioni da pesca e proprietari di imbarcazioni da pesca. L’investimento massimo ammissibile è pari a 100mila euro, mentre l’investimento minimo ammissibile è pari a 5mila euro.

La seconda misura (la 1.43) può contare su 900mila ed è dedicata agli investimenti volti a migliorare le infrastrutture preesistenti dei porti di pesca, delle sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco e dei ripari di pesca, con l’obiettivo di aumentare la qualità, il controllo e la tracciabilità dei prodotti sbarcati, accrescere l’efficienza energetica, contribuire alla protezione dell’ambiente e migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro. I beneficiari sono le imprese che operano nel settore della pesca e dell'acquacoltura; le imprese di servizi per il settore pesca e acquacoltura; gli enti pubblici e le autorità portuali. L’investimento massimo ammissibile sarà pari a 250mila euro, mentre l’investimento minimo ammissibile sarà pari a 25mila euro.

La  misura 1.44 (400mila) è dedicata agli interventi utili a migliorare le infrastrutture dei porti di pesca, delle sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco e dei ripari di pesca; investimenti destinati a strutture per la raccolta di scarti e rifiuti; investimenti nei porti, nelle sale per la vendita all’asta, nei luoghi di sbarco e nei ripari di pesca; valorizzazione della parte sottoutilizzata del pesce catturato; investimenti finalizzati alla costruzione o all’ammodernamento di piccoli ripari di pesca. I beneficiari sono le imprese operanti nel settore della pesca e dell'acquacoltura; le imprese di servizi per il settore pesca e acquacoltura; gli enti pubblici e le autorità portuali. L’investimento massimo ammissibile sarà pari a 200mila euro, mentre l’investimento minimo ammissibile sarà pari a 10mila euro. Per tutti i dettagli i bandi saranno pubblicati su lazioeuropa.it

 Lo comunica in una nota l’Assessorato Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio.