Sei in: Home \ sviluppo economico \ commercio \ commercio \ reti d'impresa tra attività economiche su strada

Reti d'impresa tra attività economiche su strada

Le reti di imprese tra attività economiche su strada sono disciplinate dall’articolo 113 della L.R. 4 del 28.4.2006, come modificato dall’art. 2, comma 100, della legge regionale 14 luglio 2014, n. 7 che ha sostituito la disciplina relativa ai Centri Commerciali naturali.

Con la Deliberazione della Giunta regionale n. 94 del 15/3/2016 pubblicata sul BURL N. 24 - suppl. 1 del 24-3-2016, previo parere della commissione consiliare competente in materia di attività produttive, sono state stabilite le modalità per la costituzione delle reti di imprese.

In conformità a quanto previsto dalla Legge, è definita “Rete” l’aggregazione di attività economiche su strada situate in un luogo complesso e non omogeneo, sviluppatosi nel tempo anche senza una programmazione unitaria, concepito come spazio unico ove opera un insieme organizzato, in forma societaria, consortile o quale contratto di Rete, di attività economiche su strada, quali imprese commerciali, di somministrazione, artigianali, turistiche, di intrattenimento, culturali, sportive, di servizio, compresi i mercati rionali giornalieri, quelli periodici, nonché le attività commerciali su area pubblica in generale. Possono, inoltre, aderire alle reti di imprese:

a)     le attività economiche su strada quali gli esercizi di vicinato, le medie e le grandi strutture di vendita, alimentari e non, le attività artigianali e produttive, i mercati rionali giornalieri e periodici, gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, le attività turistiche, di intrattenimento, sportive, culturali quali musei, cinema, teatri, le attività professionali e di servizio, nonché le attività economiche svolte su aree pubbliche in generale, rientranti nell’ambito territoriale che delimita la Rete, ad esclusione dei centri commerciali e delle aree commerciali integrate;

b)    le fiere su aree pubbliche.

Il soggetto promotore è costituito in forma societaria, consortile o quale contratto di Rete, in ogni caso utilizzando una forma associativa soggetta ad obblighi di pubblicazione del bilancio e iscrizione al Registro delle Imprese. Le reti si possono caratterizzare secondo due specificità:

Reti territoriali, con la presenza in un territorio delimitato di un ampio addensamento urbano di offerta economica e di servizio su strada eterogeneo sotto il profilo dell’assortimento merceologico;

Reti di filiera, con la presenza di una molteplicità di attività economiche su strada appartenenti alla medesima specializzazione merceologica, o comunque organizzate secondo un percorso integrato dell’offerta.

Ai fini dell’ottenimento del finanziamento regionale, la domanda è presentata dai Comuni o dai  Municipi di Roma Capitale, nelle forme, nei modi e nei tempi stabiliti dall’apposito avviso pubblico, corredata, a pena di inammissibilità, del programma predisposto dal soggetto promotore ovvero dai soggetti che manifestano la volontà di costituirlo, e valutato e approvato dal Comune stesso.

La partecipazione al bando avviene in accordo tra il soggetto promotore e i Comuni o i Municipi di Roma Capitale in cui insistono le reti individuate. Il soggetto promotore della Rete ha il compito di individuare la Rete ed elaborarne programma, denominazione e logo. Il programma di Rete predisposto dai soggetti promotori deve essere approvato dai competenti Comuni del Lazio / Municipi di Roma Capitale, che sono i soggetti beneficiari diretti dell’avviso pubblico e sono responsabili dell’approvazione del programma e di tutto quello che consegue.

Con Determinazione Dirigenziale n. 04816 del 9/5/2016, pubblicata sul BURL n. 37 del 10/5/2016, Suppl. Ordinario, è stato approvato l’avviso pubblico per il finanziamento regionale.

Presentazione delle domande

La presentazione delle domande di finanziamento dovrà pervenire dalle ore 09.00 del 17 maggio 2016 fino alle ore 17.00 del 15 novembre 2016, esclusivamente mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo: retidiimprese@regione.lazio.legalmail.it

Informazioni
retidiimprese@regione.lazio.it
www.regione.lazio.it

VADEMECUM OPERATIVO E DI RENDICONTAZIONE DELLE RETI DI IMPRESE