Sei in: Home \ sviluppo economico \ sala stampa \ dettaglio notizia

RETI D’IMPRESA; FABIANI: “LE REGIONI DEVONO FARE SISTEMA, SERVONO INTERVENTI PIÙ OMOGENEI IN MATERIA, IN UN’OTTICA DI MEDIO-LUNGO PERIODO”

Reti d'impresa

L’assessore ha anche ricordato le iniziative messe in campo dalla Regione in materia: modifica, attualmente in corso, della vecchia legge regionale del 2001 sui distretti industriali e i sistemi produttivi locali, pubblicazione inizio 2015 di un bando da 5 milioni a sostegno delle reti e dei distretti, rifinanziamento e rimodulazione del bando da 50 milioni “Insieme per vincere” rivolto alle aggregazioni di imprese laziali

07/10/2014 - L’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, ha partecipato oggi al seminario “Le Regioni a favore delle reti di impresa”, organizzato da Confindustria, con la collaborazione di Unindustria e Retimpresa. Scopo dell’incontro, quello di fare il punto sulle politiche regionali in merito alla promozione della collaborazione tra le aziende.

L’assessore Fabiani ha illustrato la strategia d’azione regionale in merito alla questione delle reti d’Impresa e ha risposto alle richieste, formulate durante l’incontro, di una maggiore armonizzazione delle politiche regionali: “Le proposte avanzate da Retimpresa sono condivisibili: come Conferenza delle Regioni dobbiamo lavorare insieme con l'obiettivo di rendere più omogenei gli interventi su questa materia e ampliare e trasmettere le best practice per avere un patrimonio comune di riferimento – ha detto – c’è bisogno di fare un salto culturale da parte delle Regioni e degli organismi nazionali. L'obiettivo che dobbiamo porci deve essere di medio e lungo periodo.”

I dati ci dicono che più reti e aggregazioni significano maggiore innovazione di prodotto, maggiore export e apertura internazionale”, ha proseguito Fabiani, ricordando che “dobbiamo fare sistema come Regioni. Qualunque problema di sviluppo di un settore produttivo non possiamo affrontarlo nella sola ottica regionale, questa sarebbe una condizione perdente.”

L’assessore ha poi ricordato le iniziative messe in campo dalla Regione: “stiamo lavorando per modificare la vecchia legge regionale del 2001 sui distretti industriali e i sistemi produttivi locali, attraverso una nuova legge che riveda i parametri e i criteri di individuazione delle aree produttive. All'inizio del 2015 sarà pubblicato un bando da 5 milioni a sostegno delle reti e dei distretti. Abbiamo poi rifinanziato, rimodulandolo e ottenendo un grande successo, il bando da 50 milioni ‘Insieme per vincere' rivolto alle aggregazioni di imprese laziali”.

Fabiani ha poi concluso ricordando il tema “fondamentale” dei fondi europei e le “nuove risorse regionali per il triennio 2014-2016 pari a 15 milioni per le reti di impresa del commercio, 7 per i distretti industriali, 25 per infrastrutture dello sviluppo economico e 18 per l'economia del mare.”