Sei in: Home \ sviluppo economico \ sala stampa \ dettaglio notizia

LA REGIONE LAZIO A ROMICS. INIZIATIVE, EVENTI E PUBBLICAZIONI

Un momento della presentazione del volume

Gli assessori Fabiani e Ravera hanno visitato lo spazio della Regione Lazio e hanno presentato il nuovo volume sulle eccellenze regionali del fumetto e dell’illustrazione e tutte le altre iniziative regionali per il settore

07/04/2017 - Gli assessori regionali alla Cultura, Lidia Ravera e allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani – in occasione della Edizione 2017 di Romics, la grande rassegna internazionale sul Fumetto in programma alla Fiera di Roma fino al 9 aprile – hanno visitato lo spazio della Regione Lazio all’interno della kermesse e presentato il volume “Le eccellenze creative del fumetto e dell’illustrazione di Roma e Lazio – II edizione”.

La Regione Lazio anche per il 2017 ha confermato la sua presenza all’interno di Romics, con un suo spazio dedicato all’innovazione e alla creatività: una speciale agorà che vuole riunire artisti, operatori, giovani emergenti e pubblico. In questo modo la Regione Lazio vuole avvicinarsi sempre di più al mondo dei giovani, condividendone linguaggi e aspettative, e intende sostenere una realtà, quella del fumetto e dell’animazione, estremamente rilevante anche dal punto di vista economico per il territorio.

Quanto al volume sulle eccellenze del fumetto e dell’illustrazione, dopo il successo della passata edizione, la Regione ha deciso di replicare l’esperienza anche quest’anno, con una pubblicazione bilingue, in italiano e inglese, all’interno della quale viene fatta una panoramica sul mondo del fumetto e della illustrazione a Roma e nel Lazio oggi e vengono poi presentati i fumettisti e gli illustratori collegati con il territorio regionale che in questi ultimi anni hanno contribuito alla rinascita del fumetto italiano.

Il catalogo – che è stato curato dalla Regione Lazio e realizzato nel quadro delle iniziative del Programma di Internazionalizzazione Lazio@International – raccoglie un ventaglio di nomi del settore che si sono formati e/o lavorano nel Lazio e che quindi testimoniano con la loro attività l’esistenza nella nostra regione di un ambiente particolarmente florido e propizio alla fioritura di talenti che spesso collaborano con alcune delle più importanti case editrici del panorama mondiale. Scopo dell’opera è quello di promuovere la conoscenza e favorire l’internazionalizzazione delle case editrici laziali, degli autori laziali (di natali o di adozione) che grazie al loro lavoro si fanno portabandiera dell’esistenza di un ecosistema laziale propizio a questo tipo di attività e dei festival e delle fiere che si realizzano nel Lazio come Romics, Arf e La città incantata di Civita di Bagnoregio.

In tutto il volume censisce 50 profili, divisi in due categorie: fumettisti (35) e illustratori (15); tra loro alcuni nomi già affermati sulla scena nazionale e internazionale, come Paolo Eleuteri Serpieri (una cui tavola illustra anche la copertina del volume), Andrea Cascioli, Roberto dal Prà, Maurizio Di Vincenzo, Stefano Disegni o Marco Soldi. Accanto a loro artisti emergenti, giovani e giovanissimi che la Regione vuole sostenere nel loro percorso di crescita professionale in un settore altamente competitivo e in forte crescita come quello del fumetto.

All’interno dello spazio della Regione Lazio sarà presente personale dedicato a fornire informazioni su tutti i servizi e le opportunità che la Regione mette in campo per i giovani, tra cui: Porta Futuro, il servizio che aiuta ad orientarsi meglio nel mondo del lavoro; Torno Subito, il bando che consente a giovani dai 18 ai 35 anni, studenti universitari o laureati, residenti o domiciliati nella Regione Lazio, di fare un’esperienza all’estero (fino a 12 mesi) e poi 6 mesi nel Lazio per un tirocinio; Lazio Creativo, il portale dove è possibile esporre le proprie idee, la propria impresa, i progetti, ma dove è anche possibile studiare, imparare e socializzare.

Ci saranno anche delle aree dedicate: l’Area FabLab, nella quale presenti macchinari e attrezzature che ricostruiranno le suggestioni di un vero e proprio FabLab, dalle stampanti 3D che realizzeranno gadget legati ai personaggi dei fumetti e dell’animazione, alla realtà immersiva degli Oculus ecc.; l’Area imprese innovative del Lazio, dove saranno presenti 6 imprese di giovani creativi che coniugano innovazione tecnologica e creatività in modi diversi attraverso videogame, giochi da tavolo, fumetti e giochi di ruolo; l’Area Garanzia Giovani (programma rivolto ai giovani tra i 15 e i 29 anni che non sono iscritti a scuola né all'università, che non lavorano e che non seguono corsi di formazione); l’Area “GenerAzioni – Il Lazio investe sul futuro”, dove saranno distribuiti gadget (brochure a fumetti, t–shirt, zainetti) e dove sarà possibile chiedere informazioni sui servizi e i progetti che la Regione Lazio mette a disposizione per i giovani; l’Area Lazio Europa, dove saranno disponibili tutte le informazioni relative ai bandi finanziati dai fondi europei e le opportunità per realizzare le tue idee e progetti.

Nello spazio Comics Meeting&Lab è stata allestita poi un’area riservata agli incontri professionali B2B, uno spazio per rendere possibile l’incontro tra creatività ed esperienza professionale, tra arte, imprese e mondo lavorativo. Nell’area Comics Meeting&Lab ci sarà anche il grande wallab della creatività, un grande spazio dedicato al live painting, all’espressione estemporanea della propria capacità artistica e della semplice voglia di lasciare il segno. Un modo per partecipare e condividere con la community di Romics le proprie emozioni attraverso il tratto, il fumetto, il colore contribuendo alla realizzazione di un grande murales.

Il fumetto è un alleato della Regione Lazio – ha dichiarato l’assessore FabianiÈ ormai uno strumento importante, un linguaggio compreso tra i giovani in maniera particolare.” “Quindi, se riesce anche a far passare messaggi forti come quello contro la violenza sulle donne per noi è un risultato eccezionale”, ha concluso, citando un fumetto contro la violenza sulle donne voluto dalla Regione Lazio e presentato a Romics dopo il lancio dell'8 marzo.