Sei in: Home \ sviluppo economico \ sala stampa \ dettaglio notizia

PRESENTATI A RIETI DAL PRESIDENTE ZINGARETTI I BANDI PER IMPRESE E COMUNI DELL’AREA

La regione per Rieti
11/12/2017 - Bandi e interventi della Regione per varie decine di milioni di euro per sostenere l’accesso al credito e gli investimenti di imprese ed enti locali del territorio in materia di turismo, efficienza energetica, economia circolare e sostenibilità, con alcune misure specifiche per le aree colpite dal sisma.

Sono stati presentati oggi a Rieti, alla Sala dei Cordari, dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso dell’evento “La Regione delle opportunità”.

In tutto le misure presentate sono sette, tra avvisi pubblici destinati alle imprese del territorio e ai Comuni e agli enti locali. Obiettivo: proiettare il territorio regionale in un futuro fatto di sviluppo sostenibile, consumi ridotti, gestione ottimizzata delle risorse e minor impatto ambientale coniugando tutto questo con lo sviluppo e la buona amministrazione, senza dimenticare specifici interventi di supporto e sostegno alle attività economiche dei 15 Comuni del Cratere sismico.

Sono inoltre stati premiati gli ulteriori 83 progetti che si vanno ad aggiungere ai primi 136 vincitori del bando regionale lanciato lo scorso giugno che concede finanziamenti a fondo perduto per gli investimenti delle microimprese dei Comuni del cratere sismico laziale. Gli 83 progetti, che riceveranno complessivamente risorse per 1,3 milioni, sono così ripartiti: 40 di Rieti, 7 di Posta, 6 di Amatrice, 4 di Antrodoco, 7 di Cittaducale, 6 di Leonessa, 3 di Poggio Bustone, 3 di Cantalice, 4 di Borbona, 1 di Rivodutri, 1 di Borgo Velino e 1 di Castel Sant’Angelo.

Al termine della presentazione si sono tenuti gli incontri tematici (su “Green economy e Turismo”, “Piccolo credito” e “Fondo Futuro”) durante i quali i tecnici di Lazio Innova hanno illustrato nel dettaglio agli interessati le misure regionali e hanno risposto alle domande dei presenti.

Questo il dettaglio degli avvisi presentati oggi:
  • 20 MILIONI PER LE AREE PRODUTTIVE ECOLOGICAMENTE ATTREZZATE (APEA)
Il bando, che sarà pubblicato a metà dicembre 2017, stanzia i primi 20 milioni per sostenere la costituzione e l’infrastrutturazione di Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate. Il bando sosterrà investimenti che creino un minore impatto ambientale e maggiore competitività delle imprese attraverso processi di simbiosi industriale e di efficientamento delle attività produttive. Le domande potranno essere formulate a partire dal 15 dicembre 2017 e presentate a partire dal 15 marzo 2018 (il tutto sul portale GeCoWEB).

Questo avviso segue quello da 400.000 euro a sostegno della costituzione delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate attraverso il finanziamento di studi di fattibilità e analisi. È stato inoltre lanciato il Portale Green Lazio, finalizzato a orientare e censire le Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate anche in vista della partecipazione ai bandi regionali. Link: http://www.regione.lazio.it/rl/apea/
  • 15 MILIONI PER IL BANDO TURISMO E BENI CULTURALI
Questo avviso pubblico, da 15 milioni di euro, concede contributi a fondo perduto per progetti presentati da singole Pmi o da imprese in forma aggregata finalizzati a: migliorare le tecnologie relative alla conservazione e al restauro dei Beni Culturali o alla loro valorizzazione, fruizione e gestione; permettere l’efficientamento energetico delle Pmi oppure servizi digitali per il turismo; migliorare l’offerta di ricettività alberghiera tramite interventi come realizzazione di spa, investimenti nell’enogastronomia e accessibilità per le persone diversamente abili.

Le domande possono essere formulate a partire dal 5 dicembre 2017 e presentate a partire dal 18 gennaio 2018 (progetti di imprese singole) e dal 23 gennaio 2018 (progetti di aggregazioni di imprese).
  • 10 MILIONI PER IL BANDO CIRCULAR ECONOMY E ENERGIA
Questo bando stanzia 10 milioni per sostenere progetti imprenditoriali che producano innovazioni sostenibili, intese come investimenti per un uso sostenibile delle risorse ambientali e per la produzione e distribuzione di energia da fonti alternative, attraverso lo sviluppo di tecnologie innovative per l’applicazione dell’economia circolare.

Le domande possono essere formulate a partire dal 15 dicembre 2017 e presentate a partire dal 25 gennaio 2018.
  • LA NUOVA EDIZIONE DI FONDO FUTURO: 31,5 MILIONI PER IL MICROCREDITO
La nuova edizione di Fondo Futuro destina 31,5 milioni (su più anni) alla concessione di prestiti di microcredito a tasso agevolato compresi tra 5.000 e 25.000 euro a soggetti non bancabili per progetti di autoimpiego, avvio di nuove imprese o realizzazione di nuovi progetti promossi da imprese esistenti. Sono tra l’altro individuate diverse categorie prioritarie, tra cui gli under 35, gli over 50, le donne e i lavoratori svantaggiati. La dotazione finanziaria è suddivisa in 4 finestre annuali dal 2017 al 2020.

Il bando prevede una riserva di 8 milioni complessivi per progetti sviluppati sui territori colpiti dal sisma del 2016.

Per quanto riguarda il 2017, il bando è aperto e per presentare domanda gli interessati dovranno contattare uno dei soggetti erogatori dall’elenco disponibile sul sito http://www.lazioinnova.it/inclusione/microcredito/. Per le annualità successive sarà possibile presentare domande a partire dal primo lunedì del mese di aprile.
  • 3 MILIONI PER PRESTITI DI LIQUIDITÀ ALLE IMPRESE DEI TERRITORI COLPITI DAL SISMA
Questo bando concede prestiti a tasso zero compresi tra 5.000 e 10.000 euro a microimprese e titolari di partita Iva, già in attività in uno dei 15 Comuni del Cratere sismico alla data del 24 agosto 2016 che si trovino in situazioni di difficoltà di accesso al credito e che abbiano esigenze di liquidità. È prevista una riserva per le imprese localizzate nel Comune di Rieti.

Il bando è già attivo e le imprese possono accedere ai finanziamenti rivolgendosi direttamente ai soggetti erogatori accreditati (l’elenco è disponibile sul sito http://www.lazioinnova.it/inclusione/microcredito/).
  • FARE LAZIO: 62,5 MILIONI PER L’ACCESSO AL CREDITO DI PMI E LIBERI PROFESSIONISTI
Per sostenere l’accesso al credito e alle garanzie delle imprese e dei liberi professionisti del Lazio, la Regione ha messo in campo un pacchetto di misure chiamato Fare Lazio (per info www.farelazio.it) con una dotazione complessiva di 62,5 milioni ripartiti in diversi strumenti:
  • Oltre 38 milioni per il Fondo Rotativo per il Credito alle Imprese, che concede finanziamenti a tasso zero compresi tra un minimo di 10.000 e un massimo di 50.000 euro ed è composto da diverse sottosezioni, tra cui: 4,8 milioni per la competitività del settore manifatturiero; 9,6 milioni di euro per le imprese che vogliano investire per realizzare interventi di riduzione dei costi energetici attraverso l’efficientamento; 4 milioni per le imprese artigiane; 3 milioni per le società cooperative; 2 milioni di euro riservati a prestiti ai soggetti titolari di licenze taxi rilasciate dai Comuni della Regione Lazio per acquistare vetture elettriche o ibride; 4 milioni di euro per le imprese del settore turistico per investimenti nelle strutture ricettive alberghiere localizzate nel Lazio; 9,6 milioni per tutti gli altri settori, con riserva del 40% per il commercio al dettaglio.
  • 11,5 milioni per il Fondo di Riassicurazione che punta a ridurre il costo sostenuto dalle imprese per l’ottenimento della garanzia offrendo una riassicurazione ai Confidi;
  • 3 milioni per i Voucher di Garanzia, ovvero un contributo a fondo perduto alle imprese per coprire parte o tutti i costi sostenuti per l’ottenimento di una garanzia rilasciata da un confidi a fronte di un finanziamento erogato dal sistema bancario;
  • 9,6 milioni per la Garanzia Equity, ovvero una garanzia gratuita su aumenti di capitale sociale effettuati da vecchi e nuovi soci dell’impresa destinataria.
  • BANDO PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEI COMUNI RURALI
Entro il 2017 sarà pubblicato un nuovo bando nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 per l’efficientamento energetico degli immobili pubblici nei piccoli Comuni del Lazio, per un finanziamento complessivo di 3,5 milioni di euro.

Abbiamo lavorato da subito su vari strumenti e incentivi alle imprese dell’area del cratere – ha spiegato Zingaretti nel suo intervento, parlando delle misure specificamente destinate alle attività economiche della zona colpita dal sisma –  Anzitutto con un primo bando per un sostegno a fondo perduto, e la risposta è stata eccezionale, con centinaia di richieste, segno tangibile della voglia di combattere e di ripartire. A questo primo bando hanno poi fatto seguito le altre due misure per il microcredito e a sostegno alla liquidità delle imprese. Dobbiamo combattere contro la crisi con gli strumenti che abbiamo e dobbiamo concertare e poi agire rapidamente. E questi bandi – ha concluso – sono il frutto del confronto impostato con il territorio, con i sindaci e le associazioni di categoria.”