Sei in: Home \ sviluppo economico \ sala stampa \ dettaglio notizia

PRESENTATA IN REGIONE INTESA UNINDUSTRIA-SINDACATI PER LO SVILUPPO DELL’AREA DI CIVITAVECCHIA

Un momento della presentazione
22/12/2017 - Presentato oggi, presso la sede della Regione Lazio, il Protocollo d'intesa tra Unindustria e i sindacati Cgil, Cisl e Uil – denominato “Patto per lo sviluppo e l’occupazione nell’area di Civitavecchia e Nord-Ovest del Lazio” – alla presenza degli assessori regionali allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, al Lavoro, Pari Opportunità e Personale, Lucia Valente.

Erano presenti Bernardo Quaranta, vicepresidente di Unindustria con delega al Lavoro e alle Relazioni industriali; Stefano Cenci, presidente di Unindustria Civitavecchia; Alberto Manzini, Cgil Civitavecchia, Roma Nord, Viterbo; Diego Bottacchiari, Gianpaolo Pavoni e Paolo Sagarriga Visconti, Cisl Roma Capitale e Rieti; Giancarlo Turchetti, Uil Civitavecchia.

Secondo i rappresentanti di Unindustria e dei sindacati confederali si tratta di un documento strategico che mira a rimarcare l'importanza di un impegno congiunto per rilanciare il sistema produttivo e l'occupazione locali partendo dai possibili driver di sviluppo del porto di Civitavecchia, tra cui: traffici commerciali, cantieristica navale, industria del turismo, fonti energetiche rinnovabili e sistema di trasporto mare/terra ecocompatibile. Il Patto riconosce Civitavecchia, il suo porto e l’area che la circonda come elemento fondamentale di sviluppo del litorale del nord del Lazio e più in generale come elemento di forte competitività della regione in Italia e in Europa.

Le parti firmatarie hanno anche sottolineato l'importanza dell'operatività del tavolo di confronto e coordinamento previsto nell'accordo stesso, i cui lavori saranno preordinati alla realizzazione di un vero e proprio "Patto per lo sviluppo" per il litorale Nord-Ovest del Lazio, insieme alla Regione Lazio e auspicando anche il coinvolgimento di un altro importante ente pubblico sul territorio quale è l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale.

Il protocollo d'intesa nasce dalla sinergia positiva tra i sindacati e l'Unione degli industriali – ha detto l’assessora Valenteè bene che si siano messi insieme a lavorare, per cercare le linee di sviluppo di un territorio che ha delle fortissime potenzialità. Loro le hanno individuate e chiedono alle istituzioni di seguirle su questa linea: La Regione Lazio è dalla loro parte.” “Io sono assessore al Lavoro – ha aggiunto – e purtroppo ho gestito tanti tavoli di crisi dove ci sono le contrapposizioni tra sindacati e imprenditori. Invece, in questo caso non c'è nessuna contrapposizione, ma c'è accordo. E soprattutto la volontà di sviluppare un territorio bene individuato nel protocollo.”

Stare tutti dalla stessa parte del tavolo significa creare tutte le sinergie necessarie tra i soggetti affinché si lavori insieme in maniera congiunta per portare avanti un progetto di sviluppo che deve essere a medio lungo periodo – ha detto l’assessore Fabiani perché non può essere una cosa a corto respiro. Parliamo di un porto e di un’area ad una forte dimensione internazionale che possono diventare un punto di riferimento per l'intero Mediterraneo.”

Il porto di Civitavecchia rappresenta un’infrastruttura strategica a livello nazionale per la movimentazione di merci e passeggeri, con un traffico annuo di circa 2.300.000 passeggeri, rappresentando attualmente il primo polo per traffico crocieristico in Italia e in Europa, insieme al porto di Barcellona.