Sei in: Home \ sviluppo economico \ sala stampa \ dettaglio notizia

ILLUSTRATO A MILANO ALLA COMUNITÀ ECONOMICA, FINANZIARIA E IMPRENDITORIALE IL PROGRAMMA LAZIO VENTURE

un momento dell'evento

Il Lazio è la prima regione italiana a co-investire fondi europei nel venture capital per le imprese innovative. E ha messo a punto un nuovo modello che, attraverso l’uso innovativo dei fondi europei, attrae investitori in capitale di rischio nelle imprese del Lazio

05/02/2019 - Del venture capital della Regione Lazio, dei suoi orizzonti presenti e futuri, si è parlato oggi a Milano, nella locale sede della Cassa Depositi e Prestiti durante un incontro – “Capitale di rischio per l’impresa innovativa: il progetto Lazio Venture” – che è stato l’occasione per far conoscere alla comunità finanziaria e imprenditoriale i nuovi strumenti per il capitale di rischio della Regione Lazio e gettare così le basi per un sistema condiviso a livello nazionale.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l’assessore allo sviluppo economico, Gian Paolo Manzella, hanno coinvolto nel dibattito l’amministratore delegato e direttore generale di Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo, il presidente di Aifi (Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt) e di Fondo Italiano d’Investimento, Innocenzo Cipolletta, il direttore generale di Lazio Innova, Andrea Ciampalini, il direttore generale di Aifi, Anna Gervasoni, il managing partner di United Venture, Massimiliano Magrini, l’amministratore delegato di Fondo Italiano d’Investimento, Carlo Mammola, e l’avv. Alessandro Corno, managing partner dello studio legale di MJ Hudson Alma.

Il “Modello Lazio” ha l’obiettivo di sostenere l’impresa innovativa attraverso un utilizzo intelligente ed efficace dei fondi strutturali europei nel venture capital. L’Europa ha da tempo indicato la strada da percorrere, sostenendo i fondi di investimento specializzati attraverso i Fondi Strutturali e di Investimento Europei (Sie). In questo quadro, la Regione Lazio ha lanciato nel 2017 il progetto “FARE Venture” che prevede 2 strumenti innovativi, oggi attivi. Uno è INNOVA Venture, fondo che agisce, insieme a co-investitori privati, direttamente nel capitale di rischio di startup e imprese innovative, utilizzando anche, per la prima volta in Italia, capitali aggiuntivi con campagne di equity crowdfunding. L’altro è LAZIO Venture, un “fondo di fondi” che è stato al centro del dibattito milanese per il suo particolare meccanismo innovativo di utilizzo intelligente delle risorse pubbliche. Il Fondo opera investendo capitali pubblici in Fia (Fondi Chiusi di Investimento Alternativi) che, a loro volta, associando una quota del 40% di capitali privati, investiranno nelle imprese target del Lazio.

A oggi sono 5 gli investimenti previsti di LAZIO Venture in altrettanti fondi, per complessivi 56 milioni di euro, di cui 4, per complessivi 44 milioni, in fase avanzata di closing. In particolare i gestori di tali fondi sono Vertis, United Ventures, Primomiglio e Fondo Italiano d’Investimento ed è in negoziazione 360capitalpartners.

"Come Regione Lazio siamo voluti venire a Milano per presentare LazioVenture, il nuovo strumento finanziario della Regione per il Venture Capital – ha dichiarato l’assessore ManzellaPrima di tutto perché abbiamo voluto parlare alla piazza finanziaria più importante d'Italia e poi per segnalare che crediamo in un federalismo cooperativo, di Regioni che pensano a collaborare piuttosto che a ‘differenziarsi’. Sono certo che aiutare il capitale di rischio nella nostra regione significhi creare le condizioni perché le idee delle nostre università e delle nostre imprese divengano realtà. E conoscendo sia il mondo della ricerca sia quello dell'impresa posso dire che ce ne sono molte, come testimonia una scena startup in grande crescita. Solo pubblico e privato insieme possono aiutare uno sviluppo di qualità e questo programma va proprio in questa direzione. E che questi 80 milioni siano risorse europee deve far capire le opportunità che apre l'Europa. Opportunità che vanno colte. Nel Lazio e in tutte le Regioni”, ha concluso Manzella.