Sei in: Home \ autonomie locali \ sala stampa \ dettaglio notizia

CON NUOVA LEGGE SU ENTI LOCALI STOP AGLI SPRECHI

Comunità montane

Nel Lazio ci sono 254 comuni sotto i 5.000 abitanti, 190 fanno parte di Comunità montane e 103 fanno parte di Unioni di Comuni; molti di questi aderiscono contemporaneamente sia ad una Comunità montana sia ad una Unione di Comuni

28/10/2013 - "Quando abbiamo iniziato a lavorare alla proposta di legge per il riordino dell'associazionismo dei comuni, l'abbiamo fatto con la consapevolezza che ci saremmo trovati di fronte a un'impresa ardua. Abbiamo sentito il forte senso di responsabilità che ci lega ai tanti sindaci e amministratori della nostra Regione che non potevano essere lasciati soli nell'assolvere questo difficile compito". Lo dichiara in una nota l'assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali e Sicurezza della Regione Lazio, Concettina Ciminiello, intervenendo al convegno organizzato a Rocca Priora dalla Comunità montana dei Castelli Romani.

"Lo abbiamo fatto con maggiore attenzione rispetto al legislatore nazionale perché siamo convinti che il rapporto con le amministrazioni locali, sia elemento indispensabile per trovare soluzioni più efficienti e vicine ai cittadini. Basti pensare che nel Lazio ci sono 254 comuni sotto i 5.000 abitanti, 190 fanno parte di Comunità montane e 103 fanno parte di Unioni di Comuni; molti di questi aderiscono contemporaneamente sia ad una Comunità montana sia ad una Unione di Comuni, creando degli inutili doppioni. Con l'approvazione di questa legge, gli sprechi di risorse saranno eliminati e la macchina burocratica sarà più snella e funzionale".