Sei in: Home \ casa \ edilizia agevolata \ edilizia agevolata \ autorizzazioni alla vendita

Autorizzazioni alla vendita

La Regione con Deliberazione di Giunta Regionale n. 877 del 26 novembre 2019 ha revocato la DGR 8985/1994 adeguando la disciplina dell’autorizzazione alla vendita anticipata alla normativa vigente.

Gli alloggi di edilizia residenziale, finanziati comunque con contributo pubblico, non possono essere venduti o locati prima di cinque anni decorrenti dalla data di acquisto o assegnazione.

Tuttavia, la vendita o la locazione può essere autorizzata dalla Regione solamente quando sussistano gravi, sopravvenuti e documentati motivi. Per “gravi” motivi sono da considerarsi quelli costituenti un grave disagio per la famiglia, per “sopravvenuti” quelli non sussistenti al momento dell’acquisto o dell’assegnazione in proprietà e per “documentati” quelli comprovati con le dichiarazioni di certificazione richieste dalla Regione.

La vendita o locazione dell'alloggio nel primo quinquennio senza autorizzazione regionale comporta di diritto la decadenza dal beneficio con conseguente restituzione del contributo.

Nel caso di acquirente di alloggio ceduto a norma di legge, previa autorizzazione regionale, che risulti sprovvisto dei requisiti per l’accesso ai benefici di edilizia agevolata, è disposta la decadenza dal contributo con decorrenza dalla data di stipula del relativo contratto di compravendita.

Scaduto il vincolo quinquennale la vendita o locazione dell'alloggio non è subordinata al rilascio dell'autorizzazione regionale.

La vendita o la locazione anche successivamente alla scadenza del quinquennio del vincolo regionale deve sempre essere conforme alle prescrizioni contenute nella convenzione sottoscritta tra il Comune e il soggetto che ha realizzato l'intervento.

La decorrenza del termine di inalienabilità quinquennale è individuata nella DGR 877/2019 tendendo conto delle seguenti tipologie di alloggio:
  • Alloggi originariamente destinati alla proprietà;
  • Alloggi originariamente destinati alla locazione e acquistati al termine del periodo di vincolo locatizio ovvero a seguito di modifica del titolo di godimento (DGR 301/2017);
  • Alloggi originariamente destinati alla locazione che sono stati oggetto di atti di trasferimento a termine differito di cui all’art. 9 della l. 179/92 realizzati da imprese di costruzione o da cooperative edilizie e loro consorziate;
  • Alloggi originariamente assegnati in uso e godimento da cooperativa a proprietà indivisa trasformati poi in proprietà individuale (divisa) ai sensi dell’art. 18 della L. 179/1992.

GRAVI, SOPRAVVENUTI E DOCUMENTATI MOTIVI


L'autorizzazione alla vendita ed alla locazione prima che siano trascorsi cinque anni dalla data di acquisto o assegnazione in proprietà dell'alloggio può essere richiesta solo qualora sussista una dei seguenti motivi:

a) Trasferimento della residenza per motivi di lavoro, in un comune distante non meno di 90 km (calcolati sulla base al calcolo Kilometrico di Google Maps per il percorso più breve) da quello in cui è sito l’alloggio;

b) Stato di salute tale da non consentire la fruizione dell’alloggio (da parte di almeno uno dei componenti del “nucleo familiare”);

c) Riduzione del reddito del “nucleo familiare” (con incidenza della rata di mutuo in misura superiore al 30% del reddito del “nucleo familiare”);

d) Variazione del numero dei componenti del “nucleo familiare” che renda inadeguato l’alloggio (Inadeguatezza dell’alloggio);

e) Perdita del posto di lavoro da parte del “soggetto proprietario” dell'alloggio;

f) Separazione dei coniugi - o cessazione della convivenza - comproprietari, con indisponibilità di entrambi a mantenerne la titolarità dell’alloggio;

g) Successione ereditaria (quando gli eredi sono più di uno);

h) Ricongiungimento del nucleo familiare;

i) Necessità di dare o ricevere assistenza sanitaria ad un familiare con handicap con connotazioni di gravità.

CONTATTI

Area: Edilizia residenziale Agevolata
Indirizzo: Via Capitan Bavastro, 108 - 00154 Roma – Tel. 06.51686075 - Fax 06.51686093
P.E.C.:ediliziaresidenziale@regione.lazio.legalmail.it