Sostegno alla locazione

La Regione Lazio con DGR 28 marzo 2003, n. 274, ha individuato l’elenco dei Comuni ad alta tensione abitativa e lo ha trasmesso al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per la approvazione da parte del CIPE che con Delibera 13 novembre 2003, n. 87 ha aggiornato l’elenco dei Comuni ad alta tensione abitativa come in allegato. I comuni in questione assumono rilevanza non solo per le agevolazioni fiscali in casi di fitti a canone concordato (Decreto Legge n. 47 del 28 marzo 2014), ma anche per le procedure di sfratto e per l'erogazione dei fondi statali come quello per la morosità incolpevole o le agevolazioni per la costruzione e ristruttura- zione di case da affittare a canoni speciali.

Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli:
In attuazione di quanto previsto dall’art. 6, comma 5, del Decreto Legge n. 102 del 31.08.2014, convertito con modifiche dalla Legge 28 ottobre 2013, n. 124, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha istituito un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli. Al Fondo possono accedere gli inquilini residenti nei Comuni ad alta tensione abitativa che abbiano già attivato Bandi per l’erogazione di contributi in favore di inquilini morosi incolpevoli.

La Regione Lazio, in applicazione delle disposizioni di cui sopra, con D.G.R. n. 749 del 4 novembre 2014, pubblicata sul B.U.R.L. n. 92 del 18 novembre 2014, ha approvato le “Linee guida” e ripartaito in favore dei Comuni l’annualità 2014 del Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli.

Collegato alla tematica dell’affitto privato vi è il Fondo nazionale di sostegno alla locazione istituito con l’articolo 11 della Legge 9 dicembre 1998, n. 431 come strumento di sostegno al reddito del nucleo familiare favorendo e agevolando il pagamento del canone di locazione da parte dei locatari di alloggi. Il Fondo regionale è alimentato dall’anno 1999 dalla quota parte derivante dalla ripartizione tra le Regioni del fondo nazionale e dal 2004 da aggiuntivi contributi regionali determinati annualmente con la legge di bilancio. Il suo andamento mostra una costante delle domande di persone che hanno richiesto un aiuto economico per il pagamento del canone e riscontra invece come i fondi statali siano via via diminuiti fino ad essere sospesi per le annualità 2012-2013, ed essere ripresi nel 2014 in contrapposizione con l’aumento continuo del numero di Comuni destinatari.

CONTATTI

Area: Piani, Programmi e Interventi di Edilizia Residenziale Sociale
Indirizzo: Via Capitan Bavastro, 108 - 00154 Roma – Tel. 06.51686075 - Fax 06.51686093
P.E.C.:ediliziaresidenziale@regione.lazio.legalmail.it