Sei in: Home \ conferenza di servizi \ come convocare la regione lazio e gli enti ad essa

Come convocare la Regione Lazio e gli Enti ad essa riconducibili nelle Conferenze dei Servizi

Le modalità di convocazione delle strutture regionali e degli Enti riconducibili alla Regione Lazio (direzioni e agenzie regionali, Enti Parco regionali, ARPA, Aziende Sanitarie Locali e ASTRAL S.p.A.) si differenziano in base al tipo di conferenza di servizi decisoria (semplificata o simultanea) indetta dall’amministrazione procedente (Stato o Enti Locali).

La conferenza semplificata rappresenta la modalità ordinaria di svolgimento della conferenza. L’amministrazione procedente deve sempre valutare, in prima istanza, la possibilità di indire una conferenza semplificata e gestire quindi l’intero procedimento per via telematica (tramite PEC e senza riunioni). In questo caso, l’amministrazione statale o locale convoca mediante posta elettronica certificata tutte le singole strutture regionali che devono esprimersi nel procedimento e invia, per conoscenza, la convocazione all’Ufficio Rappresentante unico e Ricostruzione, Conferenze di servizi della Regione Lazio, così da consentire allo stesso di monitorare l’esito della conferenza e l’eventuale ricorso alla modalità simultanea.


L’indizione della conferenza in modalità simultanea è invece prevista solo in casi particolari:
  • decisioni o progetti complessi per cui è stata valutata la necessità di riunire in presenza gli enti coinvolti;
  • su richiesta motivata di una delle amministrazioni coinvolte in conferenza semplificata o del privato interessato;
  • a seguito di una conferenza di servizi preliminare;
  • al termine di una conferenza semplificata, quando è necessario apportare modifiche sostanziali al progetto;
    • valutazione di impatto ambientale di competenza della Regione Lazio.
In tal caso, le amministrazioni statali o gli Enti locali del Lazio che intendono convocare alle conferenze di servizi simultanee le strutture regionali e gli Enti riconducibili alla Regione Lazio , devono trasmettere per via telematica, all’Ufficio Rappresentante unico e Ricostruzione, Conferenze di servizi della Regione Lazio, unitamente all’atto di indizione, l’apposito elenco delle strutture regionali da coinvolgere, compilato in ogni sua parte secondo le indicazioni contenute nell’informativa allo Stato e agli Enti Locali della Regione Lazio.

Infine, in caso di conferenza di servizi istruttoria o preliminare, l’amministrazione procedente è tenuta ad inviare, per conoscenza, il relativo atto di indizione all’Ufficio Rappresentante unico e Ricostruzione, Conferenze di servizi della Regione Lazio.