Sei in: Home \ cultura \ cinema e audiovisivo \ cinema e audiovisivo \ sostegno alla produzione

Sostegno alla produzione

Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo

La Regione Lazio, con Legge Regionale 2/2012 e ss. mm. ii., sostiene, mediante un fondo annuale di € 9.000.000,00, la produzione di opere cinematografiche e audiovisive italiane, europee e internazionali, attraverso la concessione di sovvenzioni.

Destinatarie delle sovvenzioni sono le imprese individuali o familiari, le società di persone o capitali che esercitano in modo esclusivo o prevalente l'attività di produzione di opere cinematografiche e/o audiovisive.

Le società di produzione possono presentare annualmente istanza di sovvenzione per opere che abbiano i seguenti requisiti:
  • devono essere riconosciute come '''prodotto culturale", sulla base del test di eleggibilità culturale inserito nel modello di istanza pubblicato annualmente;
  • devono essere realizzate in tutto o in parte sul territorio della Regione Lazio;
  • le riprese devono essere ultimate entro i termini previsti dal bando;
  • le opere devono essere presentate in numero complessivo non superiore a sei da parte della stessa società di produzione.
Le spese eleggibili, a rimborso percentuale, sono quelle sopra e sotto la linea di produzione, sostenute nel territorio della Regione Lazio.

Per le opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese/società nazionali in coproduzione con imprese/società di produzione estere, l’entità della sovvenzione è aumentata del 5% delle spese eleggibili ai fini del calcolo delle sovvenzioni.

L'importo complessivo delle sovvenzioni non può in ogni caso superare € 750.000,00 per ogni società.

L’impresa/società di produzione estera può dare incarico al produttore esecutivo dell'opera cinematografica o audiovisiva, ovvero al soggetto incaricato di effettuare la produzione esecutiva del film in tutto o per la sola parte italiana, di compilare e presentare l'istanza per la concessione delle sovvenzioni e la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

La valutazione delle istanze per la concessione delle sovvenzioni e, in particolare, la verifica dei requisiti/condizioni di ammissibilità è effettuata da una Commissione tecnica di valutazione nominata con decreto del Presidente della Regione Lazio.

La concessione e l'erogazione della sovvenzione a favore della società richiedente fanno seguito alla

conclusione dell’opera, alla consegna della rendicontazione certificata delle spese di produzione, nonché di una copia in formato DVD dell’opera stessa – da parte del soggetto beneficiario - contenente il logo identifìcativo della Regione Lazio e la dicitura "Opera realizzata con il sostegno della Regione Lazio - Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo ".

Vai alle notizie:

Produzioni cinematografiche e audiovisive ammesse a sovvenzione per il 2016

Bando per il sostegno alla produzione cinematografica e audiovisiva 2017

Fondo di rotazione

Con Legge regionale 2/2012, art. 28, comma 1 ter è stato istituito un Fondo di rotazione finalizzato alla concessione di prestiti a tasso agevolato per sostenere le industrie cinematografiche e audiovisive del territorio della Regione Lazio.

L’intervento sostiene mediante prestiti, in modo anticipato rispetto agli altri incentivi attivati ai sensi della Legge Regionale 2/2012, la realizzazione di opere cinematografiche e audiovisive.

Il Fondo è rivolto alle imprese di produzione in fase di avviamento, che hanno maggiore difficoltà di accesso al credito bancario ma che dimostrino di avere progetti ritenuti validi dal mercato, in quanto capaci di attrarre finanziamenti da Investitori Indipendenti.

La dotazione del Fondo posta a base dell’Avviso pubblico 2017 (BUR n. 103 del 27 dicembre 2016  è di 1.250.000 euro e sarà attribuita alle domande ammissibili, seguendo il loro ordine di presentazione. Il prestito consiste in un mutuo chirografario concesso ed erogato direttamente dalla Regione Lazio, per il tramite di Lazio Innova, a valere sulle risorse del Fondo.

Beneficiarie dei prestiti sono le PMI, già iscritte al Registro delle Imprese che siano Produttori Indipendenti e operino nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi” (codice ATECO 2007 59.11), le quali devono avere, al più tardi al momento della prima erogazione, una sede operativa nel territorio del Lazio, censita nel Registro delle Imprese Italiano, dove risulti lavorare la maggioranza dei dipendenti stabili impegnati nel progetto.

Vai alle notizie:

Apertura sportello Fondo di rotazione 

Notizia avviso pubblico fondo di rotazione

NORMATIVA

CONTATTI

Area Arti figurative, Cinema Audiovisivo e Multimedialità