Archivi reperti archeologici on line

La Regione Lazio promuove l’accessibilità degli archivi digitali degli enti pubblici in materia di beni archeologici, per rendere note l’entità e le caratteristiche del patrimonio archeologico del Lazio.

Nel Lazio operano diverse Istituzioni preposte allo studio, alla tutela e alla valorizzazione dell’ingente patrimonio archeologico: soprintendenze statali, la sovraintendenza capitolina, gli enti locali, università e istituti di ricerca. Ciascuno di questi enti ha creato le proprie banche dati, gestite da software distinti. Ciò significa, ad esempio, che i dati relativi ai reperti provenienti da uno stesso sito ma archiviati in banche dati distinte non possono al momento essere consultati attraverso un'unica interrogazione.

ARA on line consente l’interoperabilità dei dati e la condivisione delle informazioni residenti su sistemi informatici distinti, indipendentemente dalla piattaforma tecnologica con cui tali sistemi sono stati realizzati. Impiega la tecnologia del Web Service mediante ricorso a protocollo REST, che permette l’acquisizione di informazioni non solo in Internet, ma anche su dispositivi mobili come Smartphone e Ipad. Si tratta di un progetto-pilota che prevede il coinvolgimento partecipato degli enti che gestiscono banche dati, in modo da creare un luogo di reale condivisione delle informazioni a livello regionale.

Le voci selezionate per effettuare le ricerche sono: il numero che identifica l’oggetto a livello nazionale tra tutti gli altri beni culturali (NCTN), la definizione dell’oggetto, la sua descrizione, la categoria di reperti a cui appartiene, il materiale con cui è fabbricato, le misure, l’epoca a cui può essere datato, il luogo in cui è stato ritrovato, il luogo in cui è conservato, il numero di inventario e la bibliografia. Alle schede sono allegate le immagini, accessibili a bassa risoluzione.

Qualsiasi richiesta di consultazione di ulteriori dati o di riproduzione di immagini a scopi scientifici andrà rivolta alle direzioni dei musei e agli uffici competenti.

Progetto realizzato da LAit s.p.a. Lazio Innovazione Tecnologica in collaborazione con Andromeda - Archeologia e Informatica s.r.l.

Vai all'applicazione