Sei in: Home \ cultura \ sala stampa \ dettaglio notizia

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DI NATI PER LEGGERE IN COLLABORAZIONE CON AIB

NATIPERLEGGERE

Dodici incontri nelle biblioteche del Lazio dedicati alla promozione della lettura 

09/01/2018 - E' al via per il secondo anno consecutivo il progetto Nati per Leggere promosso e finanziato dall’Assessorato Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, in collaborazione con la sezione Lazio dell’Associazione Italiana Biblioteche. Nati per Leggere coinvolge le biblioteche di Rieti, Lanuvio, Acquapendente, Cisterna di Latina, San Giorgio a Liri e Formia.

«Insieme al bando Io Leggo e al festival Ad Alta Voce al castello di Santa Severa, sosteniamo un’altra iniziativa di promozione della lettura. Nati per leggere, perché a leggere ad alta voce siano gli adulti, le mamme con i bambini non ancora nati, e poi appena nati e poi piccolissimi e poi piccoli. La vita di chi non legge è caratterizzata da un grande, melanconico silenzio interiore, e gli adulti che avviano i bambini alla lettura li rispettano e li allenano a diventare persone di qualità. – afferma Lidia Ravera, assessore alla Cultura della Regione Lazio – È importante che questi incontri avvengano nelle biblioteche, vera democrazia nella cultura, case accoglienti e punti di riferimento per tutti i cittadini».

Dopo il successo della prima edizione (novembre-dicembre 2016) - alla quale hanno preso parte oltre 600 persone tra bambini, genitori, educatori, bibliotecari - anche quest'anno sono previsti una serie di 12 incontri, aperti agli adulti o riservati ai bambini, presso sei biblioteche del territorio laziale. Nel progetto sono coinvolte tutte le figure che gravitano intorno alla promozione della lettura dei piccoli (autori, sceneggiatori, illustratori, esperti di letteratura per l’infanzia) nella fascia di età 0-6 anni.

Il programma Nati per Leggere è nato nel 1999 grazie alla collaborazione tra bibliotecari e pediatri, insieme all’Associazione Italiana Biblioteche, l’Associazione Culturale Pediatri e il Centro per la Salute del Bambino ONLUS.

Il progetto fa parte degli interventi della Regione Lazio volti a favorire la diffusione di una cultura dell’uso della biblioteca, servizio pubblico fondamentale per l'aumento del benessere sociale, e della lettura quale strumento indispensabile per la formazione di cittadini consapevoli di ciò che li circonda, dando così attuazione concreta alle finalità espresse dalla Legge regionale n. 16/2008 sugli interventi in favore della promozione del libro e della lettura.