Sei in: Home \ cultura \ sala stampa \ dettaglio notizia

CINEMA E AUDIOVISIVO: APPROVATO IL PROGRAMMA OPERATIVO ANNUALE 2021, IL PRIMO SUCCESSIVO ALL'EMERGENZA COVID

cine_audio

Il nuovo Programma, approvato con DGR n. 598 dell’8 settembre 2020, mira a rilanciare il settore culturale dopo il blocco delle attività, e a preparare con lungimiranza la fase successiva al rientro dell’emergenza sanitaria.

15/09/2020 - La Giunta Regionale ha approvato il Programma Operativo annuale degli Interventi 2021 nel settore del cinema e dell’audiovisivo, il primo redatto successivamente all’esplosione dell’emergenza Covid 2019, che ha travolto tutti i settori produttivi, ed in particolare il settore culturale, messo in forte crisi dal blocco dei consumi e della produzione.

Proprio da qui si è ripartiti, per dare una risposta alla crisi di tanti operatori del settore e per preparare con lungimiranza la fase post-emergenza.

Il Programma è stato redatto a conclusione dei lavori della nuova legge Cinema (L.R. 5 del 2 luglio 2020), che ha aggiornato la precedente l.r. 2/2012 e riordinato le ulteriori norme regionali vigenti in materia di cinema e audiovisivo.

Il Programma operativo annuale, in vigore dal 1° gennaio 2021 nell’ambito della programmazione triennale 2022-2024, individua gli interventi, ritenuti prioritari, da realizzare, nell’anno di riferimento, da parte della direzione regionale competente per materia.

Per ogni intervento, attraverso appositi Avvisi, vengono definiti gli indirizzi in tema di beneficiari, priorità e tempi di realizzazione, modalità e criteri di concessione degli aiuti, riparto, erogazione e rendicontazione delle misure di sostegno, concesse in forma autonoma o selettiva nonché le risorse strumentali e finanziarie necessarie.

Nel programma operativo sono inizialmente individuate le azioni che verranno attivate dalla Direzione regionale Cultura, Politiche giovanili e Lazio creativo che riguarderanno più settori del comparto cinematografico quali: la promozione, la produzione, le coproduzioni internazionali, la promozione dell'esercizio cinematografico nonché il restauro e la digitalizzazione delle opere; inoltre, già dal 2020, un avviso pubblico destinato alla promozione di progetti di sceneggiatura viene presentato in fase sperimentale per poi trovare, nel 2021, la sua definitiva struttura attuativa.

Il programma  indica inoltre gli ulteriori interventi a sostegno del settore del cinema e dell’audiovisivo, promossi dai competenti assessorati (punti B. e C.) e attuati dalle relative direzioni regionali.

In particolare il Programma prevede le seguenti Azioni:

1. Promozione della  cultura cinematografica e audiovisiva: la Regione interviene nella realizzazione e nel sostegno di progetti rivolti alla realizzazione di attività culturali mediante la produzione, la conservazione, la promozione e la diffusione del cinema e del patrimonio audiovisivo, con contributi a fondo perduto. L’Avviso uscirà entro il 31 ottobre, e lo stanziamento complessivo è di € 850.000.
 
2. Produzione cinematografica e audiovisiva: sovvenzioni  a  fondo perduto, concesse per la produzione di opere cinematografiche e audiovisive italiane, europee e straniere. Le opere devono essere: riconosciute come “prodotto culturale”, realizzate in tutto o in parte nel Lazio, ad alto contenuto civile ed educativo. Lo stanziamento complessivo è di € 9.000.0000.
 
3. Coproduzioni internazionali – Lazio Cinema International: nell’ambito del POR-FESR 2014-2020, la Regione sostiene le coproduzioni internazionali, tramite appositi Avvisi Pubblici gestiti da Lazio Innova spa, fino ad esaurimento delle risorse stanziate.
 
4. Promozione dell’esercizio cinematografico: al fine di rilanciare le attività delle sale cinematografiche, essenziali per lo sviluppo sociale della comunità, la Regione intende promuovere la compresenza di attività multidisciplinari e la funzione culturale e sociale delle sale cinematografiche, nonché destinare specifiche risorse al sostegno degli esercenti cinematografici che gestiscono sale nel Lazio. Lo stanziamento è di € 300.000.
 
5. Digitalizzazione e restauro del prodotto filmico e audiovisivo: si intende sostenere, anche nel 2021, progetti volti alla conservazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo di interesse regionale, attraverso la digitalizzazione delle pellicole e il loro restauro, con modalità idonee a consentire la fruizione anche da parte di persone con disabilità. Lo stanziamento, attraverso contributi a fondo perduto, ammonta a € 150.000.
 
6. Fondazione Cinema per Roma: con la legge regionale 19 giugno 2008, n. 8 concernente la “Partecipazione della Regione Lazio alla Fondazione Cinema per Roma”, la Regione Lazio, in qualità di socio fondatore, partecipa alle attività della Fondazione, tra le quali anche la realizzazione della Festa del Cinema di Roma.
 
7. Fondazione Film Commission: La Regione Lazio, all’art. 7 della legge regionale 2 luglio 2020 n. 5 , ha previsto la partecipazione alla Fondazione Film Commission di Roma e del Lazio, Fondazione che agisce per lo sviluppo e la promozione del settore cinematografico e audiovisivo nel territorio di Roma e del Lazio.

Altre azioni previste dal Programma:

B)  Interventi in materia di istruzione e formazione: La Regione Lazio, mediante l’Assessorato Formazione, Diritto allo studio, Università e Ricerca, Attuazione del Programma, darà continuità nel 2020 alle attività dell’Officina delle Arti P.P. Pasolini e della Scuola Volonté. Inoltre, grazie alle risorse comunitarie del Fondo Sociale Europeo, programmazione 2021-2027 – Asse III Istruzione e Formazione, intende sostenere anche una linea dedicata all’audiovisivo nel programma di formazione “TORNO SUBITO”. In più sono previste attività quali: Cinema nelle scuole, e il progetto sperimentale “Tor Bella School”.

C)  Partecipazione ad eventi inerenti il settore Audiovisivo – Assessorato Sviluppo Economico e Artigianato: la Regione Lazio partecipa a diversi eventi legati al settore audiovisivo. In particolare: MIA (Mercato Internazionale dell'audiovisivo), Medfilm Festival, Romics, Città Incantata.