Sei in: Home \ farmaci \ sala stampa \ dettaglio notizia

www.vigierbe.it il sistema per segnalare online le sospette reazioni avverse a integratori, omeopatici, preparazioni galeniche a base di erbe e altri prodotti naturali.

È attivo il sistema "VigiErbe" per segnalare, online, le sospette reazioni avverse che si verificano dopo l'assunzione di integratori alimentari, prodotti erboristici, preparazioni magistrali (per esempio a base di cannabis per uso medico), medicinali omeopatici privi di Aic e altri prodotti di origine naturale.
Il sito, sviluppato dall'Università di Verona, è raggiungibile e utilizzabile sia da sistemi fissi che mobili e non prevede la registrazione per l'utilizzo. L'accessibilità del sito dai sistemi mobili consentirà un più facile accesso alla segnalazione da parte dei cittadini, che potranno anche sfruttare le caratteristiche ora disponibili su tutti i sistemi mobili (es. dettatura vocale o utilizzo di fotografie come allegato).

21/01/2019 - 

È attivo il sistema "VigiErbe" per segnalare, online, le sospette reazioni avverse che si verificano dopo l'assunzione di integratori alimentari, prodotti erboristici, preparazioni magistrali (per esempio a base di cannabis per uso medico), medicinali omeopatici privi di Aic e altri prodotti di origine naturale.

Per inviare una segnalazione collegarsi al sito www.vigierbe.it


La segnalazione spontanea delle sospette reazioni avverse associate a integratori e agli altri prodotti sopra elencati è uno strumento fondamentale nella sorveglianza del profilo di rischio, spesso in assenza di solide evidenze di benefici associati a questi prodotti. Il problema principale in questo contesto è la sottosegnalazione, che è anche legata alle difficoltà tecniche e "burocratiche" che possono ostacolare l'invio della segnalazione. Nella sorveglianza dei farmaci la normativa europea ha spinto fortemente nel coinvolgimento diretto dei cittadini, ma ha anche suggerito agli Stati membri di investire risorse nel trovare metodi alternativi alla segnalazione rispetto al modulo cartaceo. Molti Paesi hanno attivi sistemi per la segnalazione online, che affiancano i sistemi tradizionali di segnalazione (posta, fax, email, telefono). Dove viene attivata, la segnalazione online mostra un impatto molto positivo sul numero di segnalazioni ricevute. Gli strumenti di accesso alle informazioni sul web sono in continua evoluzione, l'utilizzo di sistemi mobili è ormai prevalente rispetto al classico PC. In questo ambito importanti progetti europei (ad esempio WebR-ADR) hanno valutato l'efficacia di specifiche app per smartphone sia per la segnalazione che per l'informazione sulle reazioni avverse. Per quanto riguarda i prodotti naturali, omeopatici o integratori la raccolta delle segnalazioni in alcuni Paesi (ad esempio nel Regno Unito e in Olanda) utilizza gli stessi strumenti online dei medicinali convenzionali. In Italia il sistema di fitosorveglianza è coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità in collaborazone con l'AIFA e con il Ministero della Salute. Il sistema di fitosorveglianza ha raccolto in questi anni oltre 1.700 segnalazioni spontanee, in larga parte provenienti da operatori sanitari, tutte compilate sul modulo cartaceo, inviato per fax o email. Dal 12 dicembre del 2018 è attivo invece il sito Vigierbe (www.vigierbe.it) dove è possibile inviare la segnalazione online. Il sito, sviluppato dall'Università di Verona, è raggiungibile e utilizzabile sia da sistemi fissi che mobili e non prevede la registrazione per l'utilizzo. L'accessibilità del sito dai sistemi mobili consentirà un più facile accesso alla segnalazione da parte dei cittadini, che potranno anche sfruttare le caratteristiche ora disponibili su tutti i sistemi mobili (es. dettatura vocale o utilizzo di fotografie come allegato).

Francesca Menniti-Ippolito
Centro nazionale per la valutazione e la ricerca preclinica e clinica sui farmaci
Istituto Superiore di Sanità, Roma


Ugo Moretti
Dipartimento di Diagnostica e Sanità Pubblica
Università degli Studi di Verona