Sei in: Home \ feg \ il feg e la crisi

Il FEG e la crisi

La Commissione europea, valutando le dimensioni della crisi economica e finanziaria del 2008, ha revisionato il regolamento (CE) n. 1927/2006, adottando nel suo Piano europeo di ripresa economica, il regolamento (CE) n. 546/2009, con l’obiettivo di ampliare il campo di applicazione del FEG, trasformandolo in uno strumento di intervento rapido e più efficace, in linea con i principi fondamentali di solidarietà e di giustizia sociale

Le attività finanziabili

Il FEG può cofinanziare progetti comprendenti misure quali:
  • l'assistenza nella ricerca di un impiego;
  • l'orientamento professionale;
  • la formazione e riqualificazione su misura;
  • l’assistenza alla ricollocazione professionale;
  • la promozione dell’imprenditorialità e l’assistenza al lavoro autonomo;
    misure speciali di durata limitata, come l’indennità per la ricerca di un lavoro, le indennità di mobilità o le indennità di integrazione salariale di sostegno per chi partecipa ad attività di formazione e di apprendimento permanente.
La Regione Lazio ha presentato alla Commissione Europea, su proposta del Ministero del Lavoro, quattro distinte richieste di contributo, per lo sviluppo di azioni di reimpiego a favore di lavoratori in esubero da aziende con stabilimenti nel Lazio che rispondevano ai criteri di intervento previsti sul FEG:
  • FEG Agile, presentato in partenariato con altre Regioni italiane, interessa una sola azienda, ossia Agile srl ex Eutelia, che ha diversi stabilimenti sul territorio italiano. (domanda di aiuto  FEG/2011/016/IT  Agile)
  • FEG Videocon, presentato nell'ambito di un quadro più vasto di interventi destinati a ricostruire il tessuto industriale dell'area di Frosinone- Anagni, in favore dei lavoratori, circa 1.200, che hanno perso il lavoro a causa della crisi del gruppo VDC Technologies SpA e Cervino Technologies Srl. (domanda di aiuto EGF/2012/007 IT VDC)
  • FEG Alitalia, presentato dal  Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (MLPS) il 24 marzo 2015 alla Commissione Europea (CE) su proposta della Regione Lazio a favore del “Gruppo Alitalia”, per la  ricollocazione del personale impiegato nel Lazio e collocato in mobilità dalle società del Gruppo Alitalia  con sede di lavoro nella  Regione Lazio.
    Con decisione  C(2015) 5514 del  3 novembre 2015 la Commissione Europea ha concesso, ai sensi dell’art. 8 del Regolamento (UE) N. 1309/2013  il contributo finanziario richiesto dallo Stato Membro Italia per la domanda di aiuto “EGF/2015/004 IT/Alitalia”.
    Tutti le azioni della domanda di contributo a valere sul FEG sono articolate in differenti possibili modalità e finalizzate al reinserimento nel mercato del lavoro degli ex lavoratori del gruppo ALITALIA.
 
  • FEG ALMAVIVA, presentato dall’ANPAL il 9 maggio 2017 alla Commissione Europea (CE) su proposta della Regione Lazio, destinato alla ricollocazione degli oltre 1.600 ex lavoratori della società ALMAVIVA CONTACT SPA sede di Roma (domanda di aiuto “EGF/2017/004IT/Almaviva”), e attuato tramite percorsi di politica attiva caratterizzati dalla personalizzazione dei servizi e delle misure.