Sei in: Home \ formazione \ profili professionali \ dettaglio

[S1.5] Mediatore interculturale

Aggiornata al: 14-11-2019
SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE
Servizi socio-sanitari
DESCRIZIONE SINTETICA

Il Mediatore interculturale svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti:

- nella rimozione delle barriere culturali e linguistiche;

- nella promozione sul territorio della cultura di accoglienza e dell’integrazione socio-economica;

- nella conoscenza e nella pratica dei diritti e dei doveri vigenti in Italia, in particolare nell’accesso e nella fruizione dei servizi pubblici e privati.

Il Mediatore interculturale collabora con organismi ed istituzioni, pubblici e privati, nel processo di adeguamento delle prestazioni offerte all’utenza immigrata ed opera, in equipe multidisciplinare, in tutte le situazioni di difficoltà comunicative e/o di comprensione tra persone di culture diverse, al fine di dissipare i malintesi o i potenziali conflitti dovuti ad un diverso sistema di codici e valori culturali e di rilevare e prevenire le situazioni di discriminazione previste dalla normativa vigente. Il Mediatore interculturale è solitamente un immigrato o comunque una persona che, per esperienze di migrazione o di prolungata residenza all’estero, conosce i codici linguistici e culturali della popolazione migrante di riferimento.

SISTEMI DI REFERENZIAZIONE
Sistema di riferimentoDenominazione
EQF [5]
ADA QNQR [22.216.690] Servizio di mediazione inter-culturale
Sistema classificatorio ISTAT [3.4.5.2.0] Tecnici del reinserimento e dell’integrazione sociale
CONOSCENZE (CONOSCERE)
  • Caratteristiche della presenza di immigrati nel territorio di riferimento
  • Elementi di base di sociologia, antropologia culturale e psicologia
  • Elementi di diritto e pratica antidiscriminatoria
  • Elementi di geografia umana e delle popolazioni
  • Elementi di storia contemporanea europea e italiana
  • Elementi di storia delle religioni
  • Fenomeni e dinamiche storiche dei processi migratori
  • Tecniche di base della comunicazione e gestione dei colloqui
  • Tecniche di comunicazione interpersonale ed interculturale
  • Elementi di linguistica
  • Elementi di metodologia e strumenti del lavoro sociale
  • Principi di base del monitoraggio e della valutazione di interventi sociali
  • Principi e metodi del lavoro in rete
  • Principi fondamentali di pedagogia interculturale e psicologia dell'immigrazione
  • Tecniche di progettazione di un intervento
  • Conoscenza approfondita della lingua italiana parlata e scritta
  • Tecniche di comunicazione verbale e non verbale
  • Tecniche di interpretariato e traduzione
  • Tecniche di mediazione linguistica e culturale
  • Elementi della Costituzione italiana
  • Elementi di diritto del lavoro e della sicurezza sociale
  • Elementi di funzionamento della rete dei servizi della società di accoglienza e dei paesi di provenienza dell'utente immigrato
  • Funzionamento dei servizi pubblici e correlati
  • Legislazione sull'immigrazione
  • Organizzazione e funzionamento dei servizi di pubblica utilità in Italia: modelli e strutture
  • Principali fonti informative disponibili su web
  • Principi legislativi del diritto internazionale comunitario e nazionale sulla tutela dei diritti umani
  • Sistemi di rete delle risorse pubbliche e della società civile del territorio di intervento
  • Metodologie e tecniche di gestione e di prevenzione dei conflitti
  • Psicologia del sé e psicologia relazionale
  • Tecniche di conduzione di gruppi e di animazione sociale
  • Tecniche e strumenti di base di gestione delle relazioni culturali
UNITÀ DI COMPETENZE - Analisi dei bisogni e delle risorse del beneficiario della mediazione
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Attivare e gestire la comunicazione con il beneficiario, al fine della rilevazione partecipata di percezioni, bisogni, attese e risorse 
  • Comprendere lo stato delle relazioni in essere fra la comunità di migranti, a cui il beneficiario appartiene e la comunità autoctona
  • Identificare e distinguere eventuali disagi dovuti alla dimensione vissuta di migrante, alla scarsa padronanza linguistica e ad altri fattori potenzialmente problematici
  • Interpretare esigenze e bisogni dell'immigrato, relativamente allo specifico percorso e progetto migratorio
  • Riconoscere caratteristiche culturali, personali (anche di genere) e professionali dell'immigrato, quali risorse da valorizzare nei diversi contesti di riferimento
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Definire, sulla base delle caratteristiche dei potenziali beneficiari e di contesti di azione, l’approccio all’analisi dei bisogni e delle risorse, individuando gli aspetti chiave verso cui rivolgere l’attenzione, le fonti informative e le modalità di osservazione e relazione

RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE

Comprendere i bisogni di mediazione interculturale del beneficiario dei servizi e la dotazione di risorse di cui esso dispone, in rapporto al suo progetto di vita ed alle caratteristiche del contesto di azione, agendo anche a supporto di equipe multidisciplinari

MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Progettazione di azioni di mediazione interculturale
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Definire semplici modelli di monitoraggio e valutazione, anche al fine di rilevare eventuali discriminazioni di genere
  • Facilitare il raccordo fra gli attori delle reti formali e non formali del territorio
  • Individuare i metodi e gli strumenti di azione coerenti con i bisogni ed il contesto
  • Sostenere il contesto organizzativo in processi di adeguamento dei servizi
  • Tradurre bisogni e risorse proprie dell'individuo, in programmi di orientamento e di intervento
  • Trasferire competenze e conoscenze sul tema del dialogo interculturale e della mediazione linguistico-culturale ed interculturale, a mediatori junior ed operatori dei servizi
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Definire, sulla base dell’analisi delle caratteristiche dei potenziali beneficiari e dei contesti di azione, l’approccio alla progettazione, al monitoraggio ed alla valutazione dei servizi di mediazione

RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE

Definire, sulla base degli esiti dell’analisi delle caratteristiche di beneficiario e contesto, la logica e le tipologie di azioni di mediazione interculturale, assumendo il riferimento del lavoro in rete

MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Intermediazione linguistico-culturale
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Ascoltare ed entrare in comunicazione con l'altro
  • Comprendere ed interpretare linguaggio e significati della comunicazione in lingua straniera
  • Decodificare e trasmettere alle parti coinvolte nel processo di comunicazione, codici di comunicazione verbale e non
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Realizzare, sulla base di un bisogno-tipo di un beneficiario, un servizio di mediazione rivolto alla attivazione/al miglioramento della relazione con un servizio/un contesto di vita comune

RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE

Realizzare interventi di mediazione linguistico-culturale, interpretariato sociale, interpretariato e traduzione non professionale, sulla base dei bisogni del beneficiario e delle caratteristiche del contesto di azione (ambito socio-sanitario, ambito giuridico-istituzionale, procedure per il riconoscimento della protezione nazionale ed internazionale)

MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Orientamento nel contesto locale delle persone immigrate
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Esplicitare e trasferire modelli e regole dei servizi di pubblica utilità, pubblici e privati
  • Rendere consapevole l'immigrato dei propri diritti e doveri, rispetto al contesto istituzionale e sociale di riferimento
  • Trasferire all'immigrato elementi conoscitivi della realtà storico-culturale e sociale, dell'Italia e dell'Europa
  • Trasmettere all'operatore dei servizi, elementi di conoscenza della cultura di cui l'immigrato è portatore
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Definire e realizzare, sulla base di un bisogno-tipo di un beneficiario, un’azione di informazione ed orientamento relativa ad un ambito di servizio/contesto di vita comune

RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE

Promuovere e facilitare la comprensione, da parte del beneficiario e degli operatori, di diritti, doveri ed opportunità propri del contesto istituzionale, di servizi e sociale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Realizzazione della mediazione interculturale
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Facilitare lo scambio tra le diverse parti, al fine di prevenire l'insorgere di incomprensioni e conflitti
  • Fornire elementi di comprensione delle modalità comunicative e di relazione delle diverse culture
  • Individuare gli ostacoli che impediscono un'efficace relazione comunicativa
  • Interpretare i codici culturali dei soggetti coinvolti nella relazione comunicativa
  • Promuovere e valorizzare occasioni di incontro e confronto tra culture diverse
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Definire, sulla base delle caratteristiche dei potenziali beneficiari e dei contesti di azione, l’approccio alla mediazione interculturale ed alla prevenzione del conflitto

RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE

Realizzare interventi di mediazione sociale, interculturale e di prevenzione di situazioni di conflitto o potenziale conflitto, individuale e sociale

MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale