Siti

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) è uno strumento di semplificazione amministrativa che utilizza a sua volta altri strumenti di semplificazione (conferenza di servizi, SCIA, silenzio assenso, accordo tra amministrazione e privati ecc.) al fine di snellire i rapporti tra Pubblica Amministrazione (P.A.) ed utenza pubblica e privata.
Il riordino e la semplificazione della disciplina dello Sportello Unico, individuato quale canale esclusivo tra imprenditore e Amministrazione per eliminare lungaggini, istruttorie e ripetizioni documentali, è stato demandato al Regolamento approvato con D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 in recepimento della Direttiva Servizi 123/2006/CE.
L’art. 2, comma 1, del suddetto Regolamento identifica nello Sportello Unico il soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l’esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, nonché quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al Decreto Legislativo del 26 marzo 2010, n.59. In particolare l’art. 2, comma 2, specifica che le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni nonché gli elaborati tecnici e gli allegati di cui al comma 1, sono presentati esclusivamente in modalità telematica.
Il Regolamento ha stabilito che i Comuni, entro il 29 marzo 2011, avrebbero attestato al Ministero dello Sviluppo Economico che cura la pubblicazione dell’elenco dei SUAP su Portale (art. 4 comma 10) la sussistenza in capo ai SUAP del proprio territorio dei requisiti di cui all’art. 38, comma 3, lett. a (SUAP quale unico punto di accesso) e lett. a-bis (collegamento con il Registro delle Imprese) del Decreto Legge 112, e dell’art.2, comma 2 del Regolamento stesso (trasmissione telematica delle “pratiche”).
Tali requisiti tecnici minimi si sostanziano nel possesso:
- di una casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) istituzionale;
- della firma digitale rilasciata al Responsabile dello Sportello, per la sottoscrizione degli atti in formato elettronico;
- di un’applicazione software per la lettura di documenti firmati digitalmente;
- di un sistema di protocollazione informatica della documentazione in entrata e in uscita;
- del sito web del SUAP o area ad esso riservata nell’ambito del sito istituzionale, in cui siano pubblicate informazioni sui procedimenti amministrativi oltre alle modulistiche di riferimento e che preveda la possibilità per gli utenti di verificare lo stato di avanzamento delle pratiche. Quest’area web può anche essere collocata all’interno di portali realizzati da una forma associativa di appartenenza, dalla Provincia o dalla Regione di riferimento.
La Regione Lazio - Direzione Attività Produttive, attraverso il personale della società in house Lazio Service, ha iniziato nel mese di novembre del 2009 un’attività di monitoraggio su tutto il territorio regionale degli Sportelli Unici per le Attività Produttive, al fine di rilevarne l’istituzione e l’effettiva funzionalità nonché evidenziare le eventuali problematiche e criticità sia in fase di realizzazione che in fase di funzionamento. Il monitoraggio, ancora in corso, ha portato alla verifica di 189 Enti.