Sei in: Home \ informatica \ sala stampa \ dettaglio notizia

Approvato il Programma strategico triennale 2011-2013

Regione Lazio

Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale

08/11/2011 - Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in continuità con i risultati già conseguiti nell’attuazione delle politiche di sviluppo della società dell’Informazione. Il PST da attuazione, inoltre, a quanto definito nel Piano di e-Government 2012, nel Decreto Legislativo n. 150 del 27/10/2009 e nel conseguente Protocollo d’Intesa, siglato in data 17/05/2010, tra il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e la Presidente della Regione Lazio. La Regione Lazio, negli ultimi anni, ha infatti condiviso e dato attuazione alle politiche comunitarie e nazionali volte a favorire la nascita di un’economia competitiva basata sulla conoscenza, attraverso il sostegno alle azioni di sviluppo della Società dell’Informazione. I programmi e gli interventi realizzati fino ad ora sono rivolti a supportare un processo di crescita e di innovazione che, oltre a portare un incremento consistente delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, hanno comportato un sempre maggiore coinvolgimento di cittadini, imprese ed Enti Locali nei processi che regolano la Pubblica Amministrazione. La strategia regionale opera su tre principali linee di azione definite dal Piano “I-Lazio 2010–Dall’e-Government alla Società della Conoscenza” (approvato con D.G.R. 587 del 1/08/2008):

Inclusione Digitale (e-Inclusion)
Includere tutti i cittadini, gli operatori economici e sociali e gli Enti Locali significa favorire la partecipazione attiva alla vita pubblica e alle occasioni di crescita culturale/sociale, consentendo il passaggio da una Società dell’Informazione ad una Società della Comunicazione. Includere significa, infatti, non solo garantire l’accesso a servizi e informazioni attraverso migliori infrastrutture di rete e maggiore accessibilità dei servizi on-line ma soprattutto favorire la partecipazione attiva alla creazione di conoscenza e allo sviluppo economico del territorio.
Obiettivi concreti per il raggiungimento dell’inclusione digitale sono i seguenti:
- banda larga su tutto il territorio;
- alfabetizzazione digitale di base;
- reti di punti di accesso;
- accessibilità;
- multicanalità;
- sicurezza delle infrastrutture e dei sistemi;
- ecosistemi digitali;
- democrazia elettronica (e-Democracy);
- pluralismo informatico.

Servizi elettronici (e-Services)
L’attenzione della politica regionale è focalizzata sui servizi di interesse pubblico che danno ad ogni cittadino, impresa ed amministrazione la possibilità di fruire delle opportunità offerte dalla Società della Conoscenza, superando i fenomeni di divario digitale in tutte le sue forme (territoriale, dimensionale, culturale e generazionale).
Questi gli obiettivi principali:
- Governo elettronico (e-Government);
- Sanità elettronica;
- apprendimento on-line;
- e-Business ed e-Commerce;
- e-Procurement;
- digitalizzazione documenti e archivi storici.

Semplificazione elettronica (e-Semplification)
Attraverso la semplificazione elettronica, la Regione Lazio intende favorire l’inclusione digitale semplificando l’azione amministrativa attraverso la riduzione di passaggi procedurali, controlli, adempimenti inutili e tempi di attesa degli utenti. Le azioni realizzate negli ultimi anni hanno inteso rispondere proprio alle necessità degli utenti finali. Principali obiettivi di questa linea di azione sono i seguenti: - reingegnerizzazione dei processi della Pubblica Amministrazione; - procedimenti amministrativi digitali; - interoperabilità evoluta.