Sei in: Home \ scuola, diritto allo studio, universita’ \ in evidenza dettaglio

WE ALL COUNT

La Regione Lazio – Direzione Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, Diritto allo Studio partecipa al progetto “WE ALL COUNT” finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Erasmus+.

Il progetto - di grande interesse scientifico e strategico ai fini della cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche - prevede un lavoro di rete di ben 13 partner tra scuole, università, soggetti istituzionali e organizzazioni non governative di Spagna, Italia e Ungheria con la creazione di uno spazio per lo scambio di esperienze di formazione, buone prassi e materiali pedagogici.

Il coordinatore italiano del progetto è l’Associazione Mus-e Roma Onlus e gli altri partner italiani sono l’Università degli Studi Roma 3 e l’Istituto Comprensivo Via Cutigliano di Roma.

Mus-e Roma Onlus è un'associazione senza scopo di lucro che opera a Roma dal dicembre 2004 ispirandosi alla filosofia e alle metodologie originali di Lord Yehudi Meuhin.
L’attività principale dell’associazione consiste nella realizzazione di laboratori gratuiti ad opera di artisti professionisti nelle scuole pubbliche primarie del Comune di Roma site in quartieri periferici con l'obiettivo di utilizzare la diffusione dell’espressione artistica per promuovere l'integrazione ed il rispetto delle culture e delle differenze tra i bambini che vivono in zone ad elevato rischio di emarginazione.
A questo scopo l’Associazione seleziona ogni anno artisti e formatori d'eccezione, organizza incontri di formazione, promuove convegni e partecipa attivamente al dibattito sull'integrazione scolastica e sul ruolo dello strumento artistico nei programmi educativi.

Il progetto “WE ALL COUNT” avviato lo scorso novembre 2017 si protrarrà fino al 30 aprile 2020 ed ha come obiettivo la realizzazione di almeno 540 ore di intervento attraverso l'arte (workshops, laboratori, corsi di formazione) nelle scuole coinvolte e come prodotto finale la creazione artistica di un documentario collettivo sulle origini dei bambini e delle loro famiglie.

Questo progetto si inserisce nelle linee guida della Raccomandazione 2002/12 del Consiglio dei Ministri del Consiglio d'Europa agli Stati membri dell'Unione Europea (educazione come fattore di coesione sociale, di comprensione reciproca, di dialogo interculturale e interreligioso e di solidarietà) e si allinea con le conclusioni del Sesto Vertice sull’Uguaglianza (novembre 2012) del Consiglio dell'Unione Europea e della Commissione Europea, in aggiunta alle politiche di parità della strategia europea per EU 2020 (garantire un’educazione inclusiva degli studenti con provenienze differenti che beneficino tutti gli alunni).

Il Progetto ha le seguenti finalità:

- la creazione di una rete di cooperazione continua per la formazione degli insegnanti con particolare riferimento all’uso di strumenti che promuovono la creatività e l’intraprendenza attraverso l'arte;
- lo scambio di esperienze tra più di 120 professionisti educativi provenienti dai tre paesi coinvolti nel progetto
- il coinvolgimento di più di 400 bambini e delle loro famiglie che avranno modo di sperimentare ed applicare la formazione ricevuta e beneficeranno del miglioramento delle proprie competenze
- la creazione di un team internazionale stabile e duraturo con i membri delle organizzazioni partecipanti per favorire lo scambio di buone pratiche.
- La formazione di più di 10 artisti che lavorano in ambito educativo, di volontari e tirocinanti di facoltà legate al mondo della scuola (psicologia, pedagogia, educazione sociale, sociologia) grazie ad accordi di collaborazione firmati tra le istituzioni partecipanti e le università pubbliche e private.

Il sito del progetto WE ALL COUNT è consultabile al link http://www.erasmusplus-weallcount.eu.