PUBBLICAZIONE DELLA CIRCOLARE N. 332989 DEL 02/05/2019- CALENDARIO SCOLASTICO 2019-2020

02/05/2019 - Si comunica alle SS.LL. che nella Regione Lazio per il prossimo anno scolastico tutte le istituzioni scolastiche - dalla scuola primaria alla scuola secondaria di primo e secondo grado – inizieranno le lezioni lunedì 16 settembre 2019 e le concluderanno lunedì 8 giugno 2020, per garantire 206 giorni di lezione.

Tutte le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, nella propria autonomia e per le esigenze specifiche derivanti dal Piano dell’Offerta Formativa, possono anticipare la data di inizio delle lezioni rispetto a quella già indicata del 16 settembre 2019, mentre resta fissa la data dell’8 giugno 2020 per il termine delle lezioni.

Oltre alle domeniche nell’anno scolastico 2019/2020 sono considerati festivi:

1° novembre 2019;

8 dicembre;

25 dicembre Natale;

26 dicembre Santo Stefano;

1 gennaio 2020 Capodanno;

6 gennaio, Epifania;

12 aprile, Pasqua;

13 aprile, Lunedì dell’Angelo;

25 aprile, Festa della Liberazione;

1° maggio, Festa del Lavoro;

2 giugno, Festa della Repubblica;

Festa del patrono (se ricadente in un giorno di lezione).

Le vacanze di Natale andranno dal 23 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020, mentre quelle pasquali dal 9 aprile al 14 aprile 2020.

Le scuole dell’infanzia possono, in base al piano dell’offerta formativa, anticipare la data di apertura, mentre la chiusura è fissata a martedì 30 giugno 2020.

Termineranno, in data successiva a conclusione delle lezioni, le attività inerenti gli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di 1° e 2° grado e i percorsi formativi destinati all’istruzione degli adulti. Possono inoltre anticipare l’inizio delle attività didattiche e terminarle in data successiva, gli Istituti secondari di 2° grado per attività di stage e/o di alternanza scuola-lavoro e per gli interventi didattici successivi allo scrutinio finale per gli studenti con giudizio sospeso.

Le singole istituzioni scolastiche, nella propria autonomia, d’intesa con gli Enti Locali erogatori dei servizi scolastici ed adottando soluzioni organizzative che garantiscano contemporaneamente il miglior servizio ed il rispetto delle esigenze espresse dalle famiglie, in relazione alle esigenze specifiche derivanti dal Piano dell’Offerta Formativa, hanno facoltà di procedere ad adattamenti del calendario regionale, purché siano garantiti:

- apertura entro e non oltre il 16 settembre 2019 e la chiusura l’8 giugno 2020;

- numero minimo di 206 giorni di attività didattiche (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 6 giorni alla settimana); numero minimo di 171 giorni di attività didattiche (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 5 giorni alla settimana).

E’ richiesta la comunicazione delle variazioni al calendario operate dalle scuole che dovrà essere inoltrata, improrogabilmente entro e non oltre il 15 luglio 2019, alla Regione Lazio e , esclusivamente per via telematica alla casella di posta elettronica certificata (PEC): programmazione.istruzione@regione.lazio.legalmail.it unitamente alla delibera del Consiglio d’Istituto con la variazione del calendario, indicando, inoltre, date e modalità di recupero di eventuali sospensioni. Tutte le comunicazioni presentate successivamente a tale data non potranno essere prese in esame.

Si sottolinea l’opportunità che il calendario nella sua interezza venga pubblicato sul sito istituzionale della scuola per portarlo a conoscenza in tempi utili alle famiglie e agli studenti.

Si sottolinea, infine, che eventuali recuperi della didattica non potranno essere effettuati al di fuori del periodo tra la data dell’inizio delle lezioni individuata (entro e non oltre il 16 settembre) e l’8 giugno o nelle giornate di festività stabilite nel calendario regionale o di rilevanza nazionale.

NB. Si rappresenta inoltre che come per l’anno scolastico 2018/19 la presa d’atto da parte della scrivente circa le proposte di variazione al calendario sarà:

a)      per i casi di consenso sulle variazioni indicate: sarà predisposta un’unica nota con allegato l’elenco delle istituzioni scolastiche destinatarie.

Tale nota, sarà pubblicata sul sito istituzionale nell’apposita pagina dedicata al Calendario scolastico e nella sezione “Notizie”.

b) non vi potrà essere consenso da parte della scrivente nei casi in cui non venga data esplicita indicazione relativa a:

1) inizio e fine delle lezioni;

2) esatto computo dei giorni di effettiva erogazione del servizio scolastico;

3) individuazione dei giorni che l’istituzione scolastica ha destinato al recupero di quelli eventualmente mancanti rispetto al minimo più sopra previsto.

In questo caso tramite PEC all’istituzione scolastica sarà comunicata la specifica della mancata conformità, invitandola a rettificare la delibera con l’assegnazione di un nuovo termine per l’invio della proposta modificata.