Sei in: Home \ lavoro \ contratto di ricollocazione \ programma operativo regionale (por) fse 2014-2020 \ contratto di ricollocazione donne (bando chiuso)

Contratto di ricollocazione donne (Bando Chiuso)

E’ un’importante opportunità per un rapido reinserimento delle donne nel mondo del lavoro, attraverso servizi di orientamento e accompagnamento al lavoro personalizzati offerti dai centri pubblici per l’impiego e dagli operatori privati accreditati. L’obiettivo del percorso è l’assunzione con un contratto regolare a tempo indeterminato o determinato di almeno 6 mesi oppure l’avvio di un lavoro autonomo.

Destinatarie
Possono partecipare le donne disoccupate o inoccupate, con almeno un figlio di 7 anni non compiuti, residenti nella regione Lazio e anche donne con cittadinanza non comunitaria con regolare permesso di soggiorno, aventi i requisiti previsti dal bando.

Beneficiari
I soggetti accreditati ai sensi della DGR 198/2014, art.4, co.2 e s.m.i. per i seguenti servizi facoltativi specialistici: assistenza intensiva mirata al lavoro attraverso la collocazione e ricollocazione professionale; analisi dei fabbisogni formativi espressi dal mercato del lavoro per la progettazione di percorsi di apprendimento specialistico svolti anche in situazione lavorativa; sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità.

Come si svolge
Le donne che intendono aderire al programma si rivolgono al Centro per l’Impiego, che, verificato il possesso dei requisiti richiesti, le prende in carico e le informa sulle opportunità offerte dal Contratto di ricollocazione; con il supporto del CPI, scelgono quindi un soggetto privato accreditato che le accompagna nel percorso della ricollocazione stipulando, con il responsabile del Soggetto Accreditato e il responsabile del CPI, il Contratto di Ricollocazione (CdR). Durante questo percorso le donne usufruiranno di un servizio di orientamento specialistico che consentirà loro di capire meglio le proprie attitudini, capacità e competenze individuando il percorso più idoneo per l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro.

Il soggetto accreditato, nel caso di scelta da parte della donna del percorso di accompagnamento al lavoro subordinato individua le possibilità offerte dal mercato del lavoro e la accompagna alla ricollocazione tenendo conto delle sue competenze. All’interno di questo percorso possono essere previsti il tirocinio e/o la formazione. Al termine del percorso si considera risultato occupazionale la stipula del contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato.

Nel caso, invece, di scelta da parte della destinataria del percorso di accompagnamento al lavoro autonomo, è prevista una formazione imprenditoriale per l’avvio di un’attività autonoma e l’assistenza alla creazione d’impresa. Al termine del percorso si considera risultato occupazionale la costituzione dell’impresa o l’apertura di una partita iva in caso di attività autonoma e il successivo avvio dell’attività.

Il contratto di ricollocazione ha una durata di 6 mesi dalla data in cui viene stipulato. L’eventuale periodo di tirocinio e/o formazione non concorre al computo della durata.

Per facilitare la partecipazione alle varie attività di orientamento e accompagnamento, è previsto il pagamento di un bonus di conciliazione per l’acquisto di servizi per l’infanzia come asilo nido, babysitting, tagesmutter, ludoteca ecc. per un importo fino ad 200 euro mensili.