Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

APPROVATO CALENDARIO SCOLASTICO, SI PARTE 15/9, CHIUSURA 8/6


Confermato anche quest’anno il calendario pluriennale. Si tratta di uno strumento utile e innovativo per la programmazione degli istituti e delle famiglie. Per il prossimo anno scolastico la Regione lancerà un nuovo bando ‘on demand’ per la realizzazione di progetti didattici aggiuntivi al Piano dell’Offerta Formativa

08/06/2015 - Approvato il calendario per l’anno scolastico 2015/2016. Sarà valido per tutte le istituzioni scolastiche regionali di ogni ordine e grado. Le lezioni inizieranno il 15 settembre 2015 e termineranno l’8 giugno 2016. Per le scuole dell’infanzia il termine è il 30 giugno 2016.  

Confermato il calendario pluriennale. Si tratta di uno strumento utile e innovativo per la programmazione degli istituti e delle famiglie. Le singole istituzioni scolastiche, nella propria autonomia, avranno la possibilità di effettuare degli adattamenti al calendario regionale, purché siano garantite l’apertura entro il 15 settembre e la chiusura l’8 giugno, con un numero minimo di 206 giorni di lezione.

La sospensione delle lezioni è stabilita nei seguenti giorni: per le festività nazionali del 1° novembre, 8 dicembre, 25 dicembre, 26 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio, Lunedì dell’Angelo: 28 marzo, 25 Aprile, 1° maggio, 2 giugno, Festa del Santo Patrono, il 2 novembre. Scuole chiuse, inoltre, dal 23 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 per le vacanze di Natale e dal 24 al 29 marzo 2016 per quelle pasquali. 

"Approvato il calendario scolastico del Lazio: lezioni dal 15/09/2015 all’8/06/2016, con l'impegno di aumentare le iniziative per la formazione- lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: la scuola è energia per l'Italia".

“Per il prossimo anno scolastico la Regione Lazio sarà in grado, considerati gli ottimi risultati ottenuti con oltre 200 progetti approvati e 500 scuole coinvolte, di lanciare un nuovo bando ‘on demand’ per la realizzazione di progetti didattici aggiuntivi al Piano dell’Offerta Formativa nelle scuole del Lazio- è il commento del vicepresidente e assessore alla formazione, Massimiliano Smeriglio, che ha aggiunto: un investimento in conoscenza che siamo pronti a portare avanti”.