Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

UNA NUOVA FASE PER I PARCHI REGIONALI E LE AREE PROTETTE DEL LAZIO

Parchi

La Regione sta portando avanti un’azione complessiva di valorizzazione del sistema dei parchi del Lazio:oggi la presentazione di nuovi progetti e iniziative di RomaNatura, una nuova fase nella gestione delle aree protette e dei Parchi regionali

11/10/2016 - Oggi la presentazione di nuovi progetti e iniziative di RomaNatura, una nuova fase nella gestione delle aree protette e dei Parchi regionali. La Regione sta portando avanti un’azione complessiva di valorizzazione del sistema dei parchi del Lazio:
  • riforma della governance con il collegato, ad agosto, abbiamo aggiornato e modificato la legge regionale sui parchi del 1997. Una profonda riforma con nuove norme e una nuova governance in materia di aree naturali protette. Il principio chiave è quello di privilegiare il rapporto dei parchi con i territori. Tra le altre cose sta finalmente per terminare la stagione dei commissariamenti degli enti parco. Sono state avviate proprio in questi giorni le procedure e le consultazioni con le associazioni per la costituzione dei nuovi consigli direttivi che saranno nominati entro la fine di novembre.

  • pianificazione delle aree protette nel frattempo, la Regione sta lavorando anche alla pianificazione delle aree protette. Sono in dirittura di arrivo il Piano del Parco dell’Appia Antica, della Riserva Laurentino Acqua Acetosa e della Riserva di Decima Malafede. In pubblicazione in queste settimane, invece, sono il piano del parco dei Monti Lucretili e di Bracciano, Martignano.

  • le nuove aree, cinque monumenti naturali e una nuova area protetta che a breve si aggiungeranno alle 79 aree naturali protette. In particolare la Regione ha riconosciuto cinque nuovi Monumenti naturali nel Lazio nei diversi territori: i laghetti in località Sambrera nel Comune di Monterotondo (Provincia di Roma), l’area sorgiva del Monticchio a Sermoneta (Latina), Balza di Seppie nel comune di Lubriano (Viterbo), la scogliera cretacica di Rocca di Cave (Roma), i Calcari del Cenomaniano nella cava Petrianni a Sezze (Latina).
Gli altri progetti educativi. La Regione continua a investire nelle aree verdi come palestre per l’educazione ambientale con progetti come Gens 2.0, destinato ai bambini, che al termine dell’anno scolastico diplomerà nuove piccole guide dei parchi.

Aumentati di circa 3 milioni gli investimenti sulle aree protette. Queste importanti azioni di sistema andranno di pari passo con un aumento dei fondi a disposizione: dal 2013 a oggi raddoppiate le risorse per la gestione dei parchi, da 2,6 milioni del 2013 a oltre 6mln del 2016. a cui aggiungiamo i fondi previsti nel nuovo Psr.

“Oggi è stata l'occasione per presentare dei progetti e per avvisare che inizia una nuova stagione anche per i parchi regionali, con più democrazia  partecipazione e risorse finanziarie- è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: questo è un altro pilastro dell'innovazione regionale: grazie al Collegato approvato prima dell'estate si chiude la stagione del commissariamento dei parchi del Lazio e apriamo alla partecipazione dei territori dei sindaci e delle associazioni del settore, per dare una governance più democratica. Aumentiamo inoltre le risorse finanziarie per la valorizzazione dei parchi”- ha detto ancora Zingaretti.