Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

SVILUPPO: TANTE OPPORTUNITA’ PER IMPRESE PRESENTATE A FROSINONE

imprese_Frosinone

Tante le opportunità a disposizione di imprese e Comuni del nostro territorio per investimenti capaci di creare sviluppo e nuova occupazione, nel segno della sostenibilità ambientale e dell’efficientamento energetico

04/12/2017 - Sostenere l’accesso al credito e gli investimenti di imprese ed enti locali del territorio nei settori del turismo, dell’efficienza energetica, dell’economia circolare e della sostenibilità. Oggi, alla Camera di Commercio di Frosinone, nel corso dell’evento “La Regione delle opportunità. Per le imprese, per i territori, i Comuni e per le persone” sono stati presentati bandi e interventi della Regione per decine di milioni di euro.

Sviluppo sostenibile, consumi ridotti, gestione ottimizzata delle risorse e minor impatto ambientale. Questi sono gli obiettivi da realizzare nel nostro territorio, insieme a sviluppo e buona amministrazione. Le misure presentate sono sei, tra avvisi pubblici destinati alle imprese del territorio laziale e ai Comuni e agli enti locali.

“Green economy e Turismo” e “Fondo Futuro” sono i due tavoli tematici, tenuti al termine della presentazione, durante i quali sono state illustrate nel dettaglio le misure regionali. Questi i dettagli:

    • 20 milioni per sostenere la costituzione e l’infrastrutturazione di aree produttive ecologicamente attrezzate. Il bando, che sarà pubblicato a metà dicembre 2017, stanzia i primi 20 milioni per investimenti che creino un minore impatto ambientale e maggiore competitività delle imprese, attraverso processi di simbiosi industriale e di efficientamento delle attività produttive. Le domande potranno essere formulate a partire dal 15 dicembre 2017 e presentate a partire dal 15 marzo 2018, attraverso il portale GeCoWEB.

    • 400 mila euro per il finanziamento di studi di fattibilità e analisi, nelle aree produttive ecologicamente attrezzate. È stato, inoltre, lanciato il Portale Green Lazio, finalizzato a orientare e censire le Aree produttive ecologicamente attrezzate, anche in vista della partecipazione ai bandi regionali. Questo è il link: http://www.regione.lazio.it/rl/apea/


    • 15 milioni per il bando turismo e beni culturali, attraverso contributi a fondo perduto per progetti presentati da singole Piccole e medie imprese (Pmi) o da imprese in forma aggregata per: migliorare le tecnologie relative alla conservazione e al restauro dei beni culturali o alla loro valorizzazione, fruizione e gestione; permettere l’efficientamento energetico delle Pmi oppure servizi digitali per il turismo; migliorare l’offerta di ricettività alberghiera tramite interventi come realizzazione di spa, investimenti nell’enogastronomia e accessibilità per le persone diversamente abili.
Le domande possono essere formulate a partire dal 5 dicembre 2017 e presentate a partire dal 18 gennaio 2018 (progetti di imprese singole) e dal 23 gennaio 2018 (progetti di aggregazioni di imprese).

    • 10 milioni per il bando Circular Economy ed energia, per progetti imprenditoriali che producano innovazioni sostenibili, intese come investimenti per un uso sostenibile delle risorse ambientali e per la produzione e distribuzione di energia da fonti alternative, attraverso lo sviluppo di tecnologie innovative per l’applicazione dell’economia circolare. Le domande possono essere formulate a partire dal 15 dicembre 2017 e presentate a partire dal 25 gennaio 2018.

    • 31,5 milioni per “Fondo Futuro”, per la concessione di prestiti di microcredito compresi tra 5 mila e 25 mila euro a soggetti non bancabili per progetti di autoimpiego, avvio di nuove imprese o realizzazione di nuovi progetti promossi da imprese esistenti. Alcune categorie prioritarie sono: under 35, gli over 50, le donne e i lavoratori svantaggiati. Il bando è già aperto e per presentare domanda i beneficiari dovranno contattare uno dei soggetti erogatori dall’elenco disponibile sul sito:  http://www.lazioinnova.it/inclusione/microcredito/.

    • 62,5 milioni per “Fare Lazio” per l’accesso al credito di Pmi e liberi professionisti. Questo pacchetto comprende una vasta gamma di strumenti di accesso al credito, che include il Fondo rotativo per il credito alle Imprese, il Fondo di riassicurazione, la Garanzia Equity e il voucher di garanzia. In particolare, il Fondo Rotativo concede finanziamenti a tasso zero compresi tra un minimo di 10 mila e un massimo di 50 mila euro ed è composto da diverse sottosezioni, tra cui, a titolo di esempio: 2 milioni di euro per prestiti ai soggetti titolari di licenze taxi rilasciate dai Comuni della Regione Lazio per acquistare vetture elettriche o ibride; 4 milioni di euro per le imprese del settore turistico per investimenti nelle strutture ricettive alberghiere localizzate nel Lazio; 9,6 milioni di euro per le imprese che vogliano investire per realizzare interventi di riduzione dei costi energetici attraverso l’efficientamento.

    • efficientamento energetico dei comuni rurali. Entro il 2017 sarà pubblicato un nuovo bando nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 per l’efficientamento energetico degli immobili pubblici nei piccoli Comuni del Lazio, per un finanziamento complessivo di 3,5 milioni di euro.