Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

SANITÀ: AL VIA LA CAMPAGNA AMOC "IO NON RISCHIO..." SU COLON-RETTO


Al via da lunedì 12 novembre nel Lazio la campagna di sensibilizzazione di AMOC, l’Associazione Malati Oncologici Colon-Retto per la prevenzione del tumore del colon-retto che rappresenta una delle principali cause di mortalità nei paesi occidentali. Nel Lazio le campagne di Screening nel 2017 hanno identificato 530 casi di carcinoma del colon retto e 4.230 casi di adenoma

09/11/2018 - Al via da lunedì 12 novembre nel Lazio la campagna di sensibilizzazione di AMOC, l’Associazione Malati Oncologici Colon-Retto per la prevenzione del tumore del colon-retto, che rappresenta una delle principali cause di mortalità nei paesi occidentali.

“IO NON RISCHIO” è rivolta alla popolazione residente/domiciliata nella Regione Lazio con età compresa tra i 50 e i 74 anni per sensibilizzare sull’adesione agli screening ed effettuare il Test del Sangue Occulto fecale che se effettuato ogni due anni, riduce la probabilità di ammalarsi di questa patologia.

Nel Lazio le campagne di Screening nel 2017 hanno identificato 530 casi di carcinoma del colon retto e 4.230 casi di adenoma con il conseguente avvio di un percorso chirurgico ed assistenziale. L'AMOC, con un accordo siglato con la Regione Lazio, si propone di sensibilizzare l’adesione agli screening regionali che le ASL tramite una lettera d’invito inviano al domicilio delle persone con il target di età a rischio.

Il numero verde AMOC 80058699 è a disposizione degli utenti per fornire tutte le informazioni utili e i riferimenti delle varie ASL di appartenenza a cui rivolgersi per il ritiro del test.

“La prevenzione è un fattore determinante, gli screening sono completamente gratuiti e senza liste di attesa” – parole di Alessio D’Amato, assessore alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria.

“Non possiamo più tollerare che molti pazienti siano ignari dell'importanza della Prevenzione, questo ci spinge a sollecitare l’adesione agli screening regionali, gratuiti e senza liste di attesa, agendo come rete di informazioni corrette ed aggiornate sulle modalità di accesso ai servizi ed alle prestazioni” – così il Presidente dell’AMOC Isabella Francisetti.