Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

PAGAMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: SBLOCCATI 1,7 MILIARDI DI EURO PER LE IMPRESE

Grazie al contratto con il ministero dell’Economia, il Lazio riceverà a breve più di un miliardo e mezzo di euro per pagare i debiti sanitari alle imprese. Un aiuto concreto in un momento difficile: un impegno che la Regione sta portando avanti 

02/05/2014 - Grazie al contratto con il ministero dell’Economia e delle Finanze, il Lazio riceverà a breve la terza parte di 1 miliardo e 686 milioni per i pagamenti dei debiti sanitari nell'ambito del DL 35/2013, ossia l’accordo con il Governo per il pagamento dei debiti della Pubblica Amministrazione con le imprese.

“Ancora una volta – ha spiegato il presidente Nicola Zingaretti - la Regione è in prima linea nel cogliere le opportunità che derivano dal Dl 35/2013. Con quasi 1,7 miliardi di euro il Lazio si avvia velocemente verso la normalità nei pagamenti dei debiti”.

“La nuova anticipazione di liquidità ci permette di proseguire il nostro impegno di accorciare sempre di più i tempi di attesa per i pagamenti dei fornitori e delle strutture accreditate del settore sanitario che in un anno siamo riusciti a dimezzare”.

Dai 253 giorni di attesa nel giugno del 2013 siamo arrivati agli attuali 150 - ha aggiunto Zingaretti. Continuando con questo trend arriveremo a 90 giorni il prossimo giugno e a 60 entro il 2015, nel pieno rispetto della normativa nazionale. Una vera rivoluzione”.  

“Con questa nuova tranche – aggiunge l’assessore al Bilancio, Alessandra Sartore - arriviamo complessivamente a 5,4 miliardi di euro di anticipazione di liquidità che ci permettono di saldare i crediti certi, liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2012. La Regione ha già ricevuto 3,7 miliardi circa di liquidità che hanno permesso di coprire per 1,5 miliardi i debiti verso le aziende sanitarie e per 2,28 miliardi i debiti verso gli Enti locali”.