Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

FORMAZIONE: UN BEL PROGETTO ALL’ALBERGHIERO DI AMATRICE

mensa_amatrice

Un progetto molto bello e particolare all’istituto alberghiero di Amatrice, dove gli allievi preparano i pasti per gli studenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria: il tutto basato su prodotti del territorio. Un altro piccolo esempio di come la Regione sostiene le eccellenze, lo sviluppo, il lavoro e il turismo

21/01/2016 - Un bel progetto all’istituto alberghiero di Amatrice, dove i ragazzi preparano i pasti per gli allievi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, il tutto basato su prodotti del territorio. Un altro esempio della visione della Regione: puntare sulla qualità e offrire ai visitatori italiani e stranieri il meglio del Lazio anche per quanto riguarda la buona cucina, che rappresenta un fattore d’attrazione importante da cui possiamo partire.

Al via con la mensa scolastica sperimentale. La Regione investe 100mila euro su questo progetto il cui obiettivo è duplice ed è da una parte quello di integrare ed arricchire l’offerta formativa degli allievi che ogni giorno affrontano l’impegno importante e difficile del servizio di mensa scolastica per i più piccoli, e dall’altra di promuovere i prodotti locali e il km zero utilizzando materie prime di qualità del territorio di Rieti.

"Quella di oggi è una giornata importante per noi e per tutta la nostra comunità – è il commento del presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: quella del Comune di Amatrice è un’idea geniale che avviene in un momento storico in cui in alcuni Comuni ci sono dei sindaci che hanno introdotto costi senza i quali i bambini non mangiano. Se lo paragoniamo a ciò che succede qui, allora capiamo il livello dell'innovazione di cui stiamo parlando" – ha detto ancora Zingaretti.

“L'idea che abbiamo raccolto era un'idea brillante, perché  coerente con una serie di temi che a noi stanno a cuore: dal ciclo dei rifiuti alla valorizzazione delle comunità locali, dalla scuola al sociale – lo ha detto il vicepresidente  e assessore alla Formazione, Ricerca, Scuola e università, Massimiliano Smeriglio, che ha aggiunto: spesso ci capita di assistere a processi formativi che sono autoreferenziali ma qui non è così, e continuiamo a investire sia in maniera ordinaria che straordinaria”.