Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

SANITA’, ENTRO L’ESTATE L’HOSPICE ONCOLOGICO CIVITAVECCHIA


I lavori saranno terminati a breve i cittadini avranno a disposizione una struttura nuova e dotata delle migliori tecnologie per aiutare i pazienti oncologici, e le loro famiglie. Dopo l’estate la nuova struttura sarà in grado di aprire sotto la gestione della Asl di Civitavecchia, colmando di fatto un gap per l’assistenza ai malati oncologici terminali

19/04/2017 - Il presidente, Nicola Zingaretti, ha visitato il cantiere dell’Hospice Oncologico di Civitavecchia. La struttura, finanziata dalla Provincia di Roma nel 2009, è stata realizzata grazie alla concessione a titolo gratuito e in comodato d’uso, sempre da parte dell’amministrazione provinciale, di una ex casa cantoniera.

I lavori saranno terminati a breve i cittadini avranno a disposizione una struttura nuova e dotata delle migliori tecnologie per aiutare i pazienti oncologici, e le loro famiglie. Dopo l’estate la nuova struttura sarà in grado di aprire sotto la gestione della Asl di Civitavecchia, colmando di fatto un gap per l’assistenza ai malati oncologici terminali.

L’hospice disporrà di  9 posti letto con la possibilità di erogare 36 terapie domiciliari. La Regione Lazio interverrà anche sul personale provvedendo alla selezione di circa 20 professionisti sanitari cui si aggiungeranno i medici per le terapie domiciliari.

“Il sopralluogo di oggi al cantiere è un atto dovuto. Parliamo di una realtà molto legata al territorio, di una storia di collaborazione tra la provincia e la Regione Lazio che nacque quando, pensare ad un hospice totalmente pubblico era un sogno in una Regione commissariata. Oggi può diventare realtà"- così il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: l'esempio della sanità del futuro non più indefinito, ma molto presente. Questo hospice diventerà un luogo dell'assistenza e dell'umanità. Non esistono, tra l'altro, hospice pubblici, ma solo accreditati. E, in particolare, a Civitavecchia si farà una sperimentazione di accoglienza per malati oncologici”.