Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

TORNO SUBITO 2017: FACCIAMO PARTIRE 1800 GIOVANI, UN INVESTIMENTO SUL LORO FUTURO


Con questo bando facciamo partire – e tornare- ogni anno centinaia di giovani per un’esperienza di studio o lavoro all’estero o in un’altra regione, da continuare poi nel Lazio. Uno strumento straordinario per dare a tutti l’opportunità di fare un’esperienza formativa e di vita, bella e utile, fuori dalla nostra regione. Con un solo impegno: tornare nel lazio per mettere in pratica ciò che hanno appreso

18/05/2017 - Presentata oggi la 4° edizione di Torno Subito, il bando della Regione Lazio che finanzia esperienze di studio o lavoro all’estero o in un'altra Regione per giovani dai 18 ai 35 anni. Si tratta di uno strumento straordinario per dare a tutti l’opportunità di fare un’esperienza formativa e di vita, bella e utile, fuori dalla nostra regione. Con un solo impegno: tornare nel Lazio per mettere in pratica ciò che hanno appreso. Una scommessa e un’innovazione assoluta in Italia.

1.800 progetti con 24 milioni di investimenti. Le novità dell’edizione 2017:
  • una premialità per i residenti dei territori colpiti dal sisma del 2016
  • la linea progettuale ‘gusto’ (aperta anche ai diplomati) interamente dedicata al mondo della cucina e dell’enogastronomia. Una nuova opportunità in piena sintonia con la nostra strategia di valorizzazione dei prodotti e delle tipicità del Lazio.
Ecco un po’ di numeri per rendere l’idea di cosa ha rappresentato Torno Subito in questi anni:
  • stanziati circa 80 milioni di euro delle risorse del fse       
  • circa 4000 partecipanti delle edizioni 2014, 2015 e 2016.
  • solo nelle prime 2 edizioni più di 400 ragazzi hanno trovato un impiego lavorativo: circa un terzo dei ragazzi partiti hanno trovato un’occupazione. I dati confermano proprio l’utilità dell’investimento fatto sulle competenze dei ragazzi.
“Anche quest'anno  partiranno centinaia e centinaia di ragazzi grazie alla Regione Lazio per fare delle esperienze professionali o di studio all'estero  e quest'anno  con un grande testimonial lo chef Antonello Colonna apriamo al settore del gusto quindi agli istituti alberghieri e a chi nel settore vuole costruirsi una professione e questo è un bel modo per star vicino ai giovani- così il presidente,

Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: noi vogliamo dimostrare che il Lazio diventa la regione dei giovani, cioè quella Regione che  di più  si caratterizza per politiche attente  a rompere quella barriera che esclude intere generazioni. Questo progetto unico in Italia è un  altro esempio per dire una cosa semplice: non mollate, non mollate, non mollate. Ci sono nuove opportunità" -ha detto ancora Zingaretti.

"Stiamo dimostrando che un utilizzo virtuoso del fondo sociale europeo può permettere a una generazione di cogliere delle opportunità. Non solo Torno Subito, ma anche il microcredito, i voucher per l'abitare, e da settembre anche  il tema del reddito d'inserimento formativo legato al potenziamento di opportunità per i neet, quei 2 milioni e 200mila ragazzi dai 19 ai 29 anni che non studiano e non lavorano che non hanno alcuna opportunità e stanno chiusi in una bolla"- parole del  vicepresidente e Assessore a Formazione,  Ricerca, Scuola, Università e Turismo, Massimiliano Smeriglio.