Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

SAPERE I SAPORI, PER EDUCARE I GIOVANI A UNA SANA ALIMENTAZIONE


Torna anche quest’anno un progetto straordinario ormai conosciutissimo nelle scuole del Lazio e che ha sempre più successo tra i ragazzi. Sono decine di migliaia gli studenti coinvolti in progetti di formazione sui corretti stili di vita e sulle scelte alimentari consapevoli e responsabili

03/10/2017 - 

Torna ‘Sapere i sapori’,  il progetto di formazione rivolto ai ragazzi sui corretti stili di vita e sulle scelte alimentari consapevoli e responsabili sostenuto da Regione Lazio ed Arsial, l’ Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio.

Un progetto straordinario, conosciutissimo nelle scuole del Lazio, e che ha sempre più successo tra i ragazzi. Il nuovo bando è stato presentato oggi: una giornata di spettacoli e dimostrazioni legati al tema della corretta alimentazione.

Un ruolo particolare sarà assegnato ai prodotti freschi, ortaggi, frutta e latte. In questo ambito il programma sarà integrato dai contenuti della campagna della filiera latte del Lazio, che vede la partecipazione degli allevatori, dei trasformatori e dei distributori di latte di qualità.

Nuovi strumenti educativi per i giovani, per dare ad un numero sempre maggiore di ragazzi la possibilità di esprimere la loro creatività attraverso i progetti, ma soprattutto ampliare il numero dei giovani coinvolti.

In particolare, il progetto si pone tre obiettivi importantissimi: valorizzare le tipicità locali guidando i giovani al consumo consapevole ; ridurre le diseguaglianze in salute, per evitare che chi ci siano bambini più o meno vulnerabili  a seconda della condizione di provenienza;  e dare una chiave ai ragazzi per interpretare i messaggi sbagliati, che spesso rischiano di innescare abitudini non sane o stili di vita scorretti.

Lo scorso anno il progetto Sapere i Sapori ha coinvolto 148 istituti per un totale di 27.881 studenti partecipanti. Le domande di partecipazione ricevute da tutto il Lazio sono state 350. A questi numeri si aggiunge il sostegno della Regione a 4 progetti presentati dalle scuole dei Comuni colpiti dal sisma: Amatrice, Antrodoco, Cantalice e Leonessa, che hanno coinvolto circa 820 bambini.